I 7 migliori gadget antistress per lottare contro l’ansia

Aggiornato il da Amelia Lombardi

Che sia per un esame o per capire cosa fare della propria vita, lo stress mi conosce bene! Inoltre… Bisogna dire che sono una persona abbastanza stressata in generale e con il tempo ho trovato dei trucchetti per restare più tranquilla. Grazie a questo, sono riuscita a trovare dei modi che io utilizzo più o meno tutti i giorni per calmarmi. Lo stress ha un impatto molto importate sul corpo e sulla mente, non bisogna lasciargli spazio. Allora ecco 7 strumenti antistress che ci fanno bene!

I 7 migliori gadget antistress per lottare contro l’ansia

7 antistress per lottare contro lo stress e l’ansia

1) Morphee

Scatola Morphee

Scatolotto Morphee

Comincio con uno dei miei modi preferiti, Morphee! È una piccola scatola che permette di rilassarsi e controllare lo stress grazie alla combinazione di 200 tipi di meditazione. Ad esempio la meditazione di consapevolezza ha delle proprietà che ci permettono di calmare le emozioni negative e ad apprezzare il momento presente. Ci allontaniamo dai pensieri che ci angosciano. Questo è il motivo per cui Morphee è stato inventato.

👉 Come funziona Morphee? Si può scegliere il tema della nostra seduta (attraverso il primo pulsante), il tipo di seduta (secondo pulsante) e la sua durata (terzo pulsante). Si può selezionare anche la voce (maschile o femminile) che guiderà la seduta!

🤷‍♀️ Morphee non ti convince? Esistono anche delle applicazioni che permettono di meditare! E se è la meditazione che ti blocca, scopri alcuni consigli se non riesci a meditare. 

2) I mandala antistress

Mandala antistress

Libro "Mandala prodigiosi. Libri antistress da colorare" di Jenean Morrison

E sì, non esistono solo libri da colorare per bambini 🤓! I libri di Mandala antistress permettono di rilassarci profondamente, poiché richiedono tutta la nostra concentrazione e questo calma il nostro stress.  Una volta che il rubinetto dei pensieri si chiude automaticamente, sarà più semplice rilassarsi e rilasciare tutta la tensione.😵.

Inoltre, i Mandala sono estremamente soddisfacenti per il nostro cervello e questo consente di rilasciare endorfina, l’ormone del piacere… Bisogna anche dire che il libro dai 100 colori ci impegnerà per molto tempo! E se lo finiamo? Niente panico, ne esistono molti altri e per tutti i gusti 😉.

3) Pallina antistress… fai da te!

Pallina antistress

Le palline antistress si vedono dappertutto!  Il motivo è che funzionano veramente, lo conferma la scienza! Quando si è stressati, il cervello ha due canali, il canale sensoriale (legato ai 5 sensi) e il canale intellettuale. Se teniamo impegnato il canale sensoriale, ne risentiremo di meno delle emozioni negative provocate dallo stress. Le palline antistress sono state inventate per questo, per allontanarci dall’ansia!

Le si trovano in commercio ma possono essere create anche in casa. Per realizzare una pallina antistress, abbiamo bisogno di: un palloncino, della farina, un cucchiaio, una penna,  un imbuto e delle forbici.

Una volta che abbiamo reperito tutto il materiale, bisogna seguire queste 4 fasi per realizzare la nostra pallina antistress:

  • Manipolare il palloncino per allargarlo,
  • Mettere la farina nel palloncino con un imbuto
  • Fare un nodo e tagliare l’estremità del palloncino
  • Decorarlo. Perché non disegnare la testa del proprio capo sopra?!

Ed ecco qui! Siamo riusciti a creare la nostra pallina antistress fai da te per tenere occupato il nostro canale sensoriale. Possiamo anche provare a  fare degli esercizi di respirazione, per avere un rilassamento profondo 😌 !

4) Diario personale

Diario personale

È da qualche anno che ho scoperto l'utilità del diario personale che ti dà modo di annotare tutti i momenti belli della giornata. Consente quindi di creare una routine che si basa sui begli aspetti della nostra giornata e dimenticare gli aspetti negativi.

Avere questo tipo di diario permette di mettere da parte lo stress e i problemi per fare spazio alle cose belle! In più, il diario personale consente di rituffarsi negli anni trascorsi. Al di là del concentrarsi sul lato positivo, si ha anche la gioia di ricordare dei momenti chiave che ci mostrano che alla fine la nostra vita non è cosi male 🤗 !

5) Diffusore di oli essenziali agli agrumi

Innoliving INN-762 NEW diffusore di aromi Plastica Bianco

Diffusore di aromi 

L’aromaterapia esiste da molto tempo tant’è che anche gli Egiziani utilizzavano gli aromi delle piante. Alcune piante hanno dei benefici. Estraendo i loro aromi è possibile allontanarsi da alcuni problemi come l’ansia e favorire una sorta di tranquillità. Spesso, sono gli oli essenziali che contengono un maggior numero di benefici delle piante 🌿 !

È per questo motivo che un diffusore di oli essenziali potrebbe esserci utile per favorire il rilassamento. Il diffusore agli agrumi consente di diffondere su 100 m² l’aroma e questo fa si che si possa approfittare dei benefici delle piante in tutta la casa! Tuttavia, bisogna selezionare con attenzione gli oli essenziali che hanno la funzione antistress. La lavanda, il mandarino, l’ylang-ylang o ancora la camomilla sono le più utilizzate per rilassarsi.

6) Una playlist per rilassarsi

Playlist Spotify

Scopri la nostra playlist rilassante su Spotify

È risaputo che la musica rilassa le persone 🎶 !  Non sono io a dirlo, ma Aristotele, in quanto la musica non ha altra finalità che il piacere che essa procura 😎.  In realtà, è il sistema di ricompensa che attiva nel nostro sistema come per i Mandala. La dopamina viene liberata nel cervello all’ascolto della nostra musica preferita! Certo, questo funziona anche con la musica fatta appositamente per rilassarsi.  È per questo che abbiamo fatto una playlist di musica rilassante per concedersi un momento di serenità 💆‍♀️.  

👉 Come cercare di liberarsi dallo stress ascoltando musica? Bisogna trovare una posizione comoda, seduti o distesi. L’ascolto della musica con le cuffie è ancora più immersiva e ci permette di distaccarci da tutto. In più possiamo ispirare profondamente dal naso ed espirare per la bocca per rilasciare tutti i problemi e concentrarci sulla melodia!

7) Il cioccolato

Cioccolato

Il cioccolato nero è raccomandato in quanto contiene più magnesio

Ho conservato il miglior strumento alla fine: il cioccolato 🍫 ! Si, è un alimento rinomato per essere un antistress grazie al suo alto contenuto di magnesio. Molto interessante come strumento per lottare contro l’ansia, no? 😛 ? Certo, il cioccolato non è l’unico alimento a poterci aiutare a sentirci meglio, ce ne sono molti altri antidepressivi! Ma esiste davvero uno che sia apprezzato cosi tanto come il cioccolato? Non credo 😬 !

Ovviamente bisogna moderare il consumo di cioccolato. Se ci colpevolizziamo dicendoci che non avremmo dovuto mangiarlo, tutti gli effetti benefici sono annullati! Per capire come liberarsi dei sensi di colpa legati al mangiare, prova l’alimentazione intuitiva.


Il consiglio della redazione: alle origini dello stress

Questa selezione di antistress ti permetterà di regolare gli sbalzi d’umore e di rilassarti. Tieni presente anche la coerenza cardiaca se non ai questi strumenti a portata di mano.  Si tratta di un metodo molto efficace.  Si parla della gestione dello stress ma è importante anche chiedersi della sua origine, cosa ti mette genera questo stato? Qual’è l’elemento d'innesco? Perché reagisci cosi? Cosa si potrebbe fare? Ecc. Per essere più tranquilli è importante porsi le giuste domande e cambiare certe abitudini. È difficile realizzare questo lavoro su se stessi ed è per questo che potrebbe essere interessante prendere un appuntamento  con uno specialista.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti:


Ispirazione: tomshw.it

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!