Emozioni negative: imparare a riconoscerle e gestirle

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Rabbia, gelosia, tristezza, dolore, paura... Tutte abbiamo provato una di queste emozioni. Se non è ancora successo, complimenti! Non sei umana 😆! Scherzo... ma esistono davvero persone capaci di far sparire rapidamente questo genere di emozioni. Le emozioni negative fanno parte della vita, ma non è sempre facile attraversarle. Ecco perché bisogna imparare a identificarle e gestirle per essere più serena.

Emozioni negative: imparare a riconoscerle e gestirle

Imparare a gestire le emozioni negative

Sembra un consiglio ovvio quello di cercare di riconoscere le emozioni, poiché, per esempio, normalmente ci rendiamo conto di essere arrabbiate 🙄. Ma ti assicuro che non è scontato, tutto può diventare confuso

💬

Per molto tempo non riuscivo a decifrare le emozioni negative. Avevo mal di pancia e non stavo bene a causa dell’ansia ma non me ne rendevo conto. Un altro esempio: spesso non riusciamo a distinguere la rabbia dalla paura! Ci sono tantissimi momenti in cui non stiamo bene emotivamente senza sapere perché.

👉 A partire dal momento in cui ci rendiamo conto di stare male, bisogna fare un'analisi introspettiva per capirci nel profondo. Per questo motivo, bisogna essere capaci di fare un passo indietro rispetto a ciò che provoca l’emozione negativa.

Perché non si riescono a gestire le emozioni negative?

Il problema è che ci insegnano a nascondere le emozioni negative:

Essere triste e piangere? Lo possono fare solo i bambini! 

La rabbia? Ci si sa controllare quando si è adulti! 

Tutto sbagliato! È normale provare queste emozioni e non bisogna farsene una colpa né vergognarsi. Ignorare le emozioni non è la soluzione, al contrario, non fa altro che peggiorare la situazione poiché incrementa il rancore e la frustrazione, creando delle distorsioni cognitive.

Bisogna quindi identificarle per stare meglio... ma come gestirle 🤔?

Come gestire un’emozione negativa?

Mi piacerebbe avere una bacchetta magica per far sparire le emozioni negative. Magia, tutto sparito! Peccato che non sia così semplice... La vita non è una favola e le emozioni negative sono assolutamente normali. La cosa più importante è non lasciarsi sopraffare ma anche non demonizzare un’emozione forte.

Accogliere le proprie emozioni 🧠

Il primo step consiste nell’accettare di sentire emozioni negative. Diventare adulti non significa non avere più il diritto di andare su tutte le furie. Piuttosto che reprimerle facendole sprofondare dentro di noi, bisognerebbe al contrario imparare ad accogliere queste emozioni. A questo scopo, non bisogna negare la presenza dell’emozione e capirne l’origine.

😡 

👉 Per esempio, per calmare la rabbia bisogna capire cosa la provoca. La rabbia trasmette la frustrazione, forse uno dei tuoi limiti è stato superato? Cosa lo ha provocato?

È un esercizio complicato i primi tempi… ma per accogliere un’emozione, è importante sapere cosa ne è all’origine! Inoltre, non ha senso giudicare ciò che sentiamo. Guarda dentro di te nel modo più oggettivo possibile.

Meditazione consapevole 🧘‍♀️

Probabilmente hai già sentito parlare di meditazione consapevole: è uno strumento davvero utile per gestire le emozioni negative. Le attività meditative ci insegnano a sentire pienamente ciò che succede intorno a noi. Attraverso questo esercizio, si impara ad accettare il tumulto delle nostre emozioni senza farci invadere dalla loro tossicità. Gli esercizi di respirazione ci aiutano anche a evacuare la tensione e ci allontanano da ciò che ci fa soffrire.

🧽 Per esempio, è come se una spugna fosse appoggiata su una ciotola d’acqua. L’acqua rappresenta la negatività, ma tramite esercizi di meditazione non ci invade. La vediamo ma non la assorbiamo 🤗.

Esercizio della spugna

E se lo chiamassimo l’esercizio della spugna 😉?

Esprimere emozioni negative 🗣️

Una delle cose che mi ha aiutato di più, in particolare in una relazione, è dire cosa provo. Più si reprime un’emozione, più vorrà tornare, con un impatto ancora più forte. Allora al posto di negare, preferisco esprimermi. Ovviamente, per verbalizzarla utilizzo la comunicazione non violenta. Non voglio aggredire l’altro ma semplicemente dire quello che non va e perché soffro.

In questo modo si allevia immediatamente la negatività e ci si sente molto più sereni. Inoltre si rinforza la relazione e si pone delle basi sane 🥰.

Prendere le distanze dalla negatività ⛔

Per non sentire emozioni negative, la cosa migliore è stare lontano da tutto ciò che potrebbe provocarle. Si può iniziare chiudendo Twitter o spegnendo la televisione. Si possono anche rimettere in discussione le proprie relazioni o il proprio lavoro. Le emozioni negative sono un segnale d’allarme, vogliono dirci qualcosa. Se si è sempre infelici nel rapporto di coppia o se si va al lavoro controvoglia bisognerebbe porsi delle domande. Solo così potremo prendere la direzione giusta e allontanarci da ciò che non ci fa stare bene.

Non possiamo far sparire un’emozione negativa ma possiamo imparare a conviverci per restare sereni. Bisogna semplicemente tenere a mente che si tratta di piccoli allarmi interni che ci guidano! Ascoltare le proprie emozioni è sempre la scelta giusta per essere felice 😌.


Il consiglio della redazione: lascia correre

Un’emozione positiva o negativa non va giudicata ma accolta. Sta a noi prenderla per quello che è e lasciarle fare il suo corso. Si sa, un’onda può far male se non la prendiamo nel modo giusto... vale lo stesso per le emozioni! Porta con sé un messaggio, succede qualcosa dentro di te e non è né negativo, né positivo... bisogna solo accettarlo! Gestire le proprie emozioni, in particolar modo quelle negative, non è semplice e richiede a volte un po’ di lavoro su di sé. Non esitare a prendere appuntamento con uno psicologo.

 

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso!
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Di cosa si occupa la sofrologia? Ecco i suoi numerosi benefici!

Ho riscontrato diversi problemi nel gestire la mia ansia nel corso di questi ultimi anni. Ho deciso dunque di iniziare un percorso con una psicologa, ma una cara amica mi ha consigliato di provare anche qualche seduta con un sofrologo. Secondo la sua opinione, il sofrologo aiuta a rilassarti e ti insegna a gestire meglio lo stress. Dopo diverse sedute, ho iniziato a sentire gli effetti positivi di questa pratica. Il mio corpo non è più un fascio di nervi! La sofrologia fa parte delle pratiche della “medicina dolce”, che hanno tantissimi benefici per il corpo e per lo spirito. Vediamo più da vicino questo metodo di crescita personale che mira a farci riconnettere con la nostra psiche.

Il metodo SMART per raggiungere degli obbiettivi intelligenti e realizzabili!

Per riuscire a concludere un progetto spesso e volentieri ci fissiamo degli obbiettivi, e questo è del tutto nella norma. Ma per ottimizzare le probabilità di successo e stabilire degli obbiettivi chiari, motivanti e realistici, ecco che entra in scena il metodo SMART! Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Lavorare meno… per salvare il pianeta!

Il lavoro ha un grande valore per tutti noi, eppure potremmo essere tutti d’accordo sul fatto che non sia per forza sinonimo di benessere, né per noi né per il pianeta! Infatti, alcuni studi affermano che è necessario ridurre il prima possibile il nostro orario di lavoro, per poter ridurre le emissioni di gas serra che noi stessi generiamo. La situazione sta precipitando!

Come destabilizzare e far innervosire un narcisista perverso?

Vivi con un narcisista perverso o ne conosci uno e vorresti destabilizzarlo? Vuoi farlo arrabbiare perché ti mette in ridicolo, a volte in pubblico, ti fa soffrire, ti fa perdere la pazienza e vuoi vendicarti. Ma è difficile far arrabbiare una persona brava a manipolare gli altri, ama vittimizzare se stessa e gioca con le proprie emozioni. Farlo innervosire è l’unico modo per fare in modo che mostri la sua vera natura, per smascherarlo...

Ipocondriaci: 5 sintomi e caratteristiche per riconoscerli

Ti preoccupi spesso per la tua salute? Al minimo sintomo ti convinci di avere una malattia grave? Passi le giornate sui forum medici online? 😨 E se l’unica malattia di cui realmente soffri fosse l’ipocondria? Ecco i 5 sintomi tipici che toccano le persone ipocondriache.

Ansia sociale, sintomi e come superarla

Parlare in pubblico è un vero e proprio incubo e la fiducia in se stessi un sogno ancora troppo lontano. Si diventa paonazzi e non si riesce a nascondere il tremolio, la paura di essere ridicolizzati o umiliati fa perdere letteralmente il controllo. Se la timidezza può essere la causa di questo inconveniente, l’ansia potrebbe nascondere un malessere molto più profondo: l’ansia sociale, altrimenti nota come fobia sociale. Di cosa si tratta? Come si supera?

4 consigli per imparare ad amarsi: di' addio all’insicurezza!

“Faccio schifo”, “sono brutto”, “sono inutile” … difficile avere sempre una buona autostima. Eppure, è la chiave del nostro successo e del nostro equilibrio psicofisico. Sentirsi bene con sé stessi e con il proprio corpo, imparare ad amare sé stessi, è la cosa migliore che possiamo fare.

Come calmare e gestire gli attacchi di rabbia?

La rabbia, un sentimento che proviamo spesso. Ci spinge a reagire d’istinto, senza riflettere, portando a volte a situazioni sgradevoli. Qual è il segreto per controllare la propria rabbia e fare in modo che non prenda il sopravvento sulla ragione?

Non sopporto le persone! È una cosa seria, dottore?

Mi lamento al volante quando c'è un ingorgo, mi lamento alle casse quando c'è la fila, mi lamento il sabato quando tutti hanno deciso di andare in centro città. Non credo di riuscire più a sopportare le persone. La ragazza di città che sono sempre stata ha persino iniziato a sognare la campagna e una casa isolata per avere meno contatti sociali possibili. È una cosa seria, dottore? Beh, non proprio. Spiegazione.

Autolesionismo: cos’è e come curarlo?

Quella dell’autolesionismo è una pratica molto conosciuta; per alcuni potrà sembrare qualcosa di lontano, altri magari la conoscono più che bene. Si potrebbe pensare che riguardi solo persone con gravi problemi psicologici, ma in realtà l’autolesionismo viene praticato anche da persone che sono vittime di depressione, stress, problemi familiari, traumi… Insomma, può riguardare chiunque, ed è per questo che è bene sapere di cosa si tratta e come agire quando ci si ritrova ad avere pensieri autolesionistici o davanti ad una persona che si autoinfligge del dolore.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!