I 5 linguaggi dell’amore secondo Gary Chapman

Aggiornato il da La Redazione Wengood

L’oggi ottantaduenne Gary Chapman è un consulente matrimoniale animatore di seminari al quale le coppie devono tanto. Il progetto della sua vita: salvare matrimoni. Considerando che l’amore può assumere mille e una forma, e che ognuno di noi è diverso, noi tutti, ad un certo punto, abbiamo fatto fatica a capire il nostro partner. Un bacio sulla fronte al risveglio, un tête-à-tête alla fine della giornata…si può dare e ricevere in 5 modi diversi, sempre di amore si tratta! Scopri i 5 linguaggi del cuore.

Sommario : 

I 5 linguaggi dell’amore secondo Gary Chapman

L’oggi ottantaduenne Gary Chapman è un consulente matrimoniale animatore di seminari al quale le coppie devono tanto. Il progetto della sua vita: salvare matrimoni. Considerando che l’amore può assumere mille e una forma, e che ognuno di noi è diverso, noi tutti, ad un certo punto, abbiamo fatto fatica a capire il nostro partner. Un bacio sulla fronte al risveglio, un tête-à-tête alla fine della giornata…si può dare e ricevere in 5 modi diversi, sempre di amore si tratta! Scopri i 5 linguaggi del cuore.

« È raro che marito e moglie abbiano appreso lo stesso linguaggio sentimentale. » 

Gary Chapman

Quali sono i 5 linguaggi dell’amore?

Sarebbe forse questo il segreto delle coppie che durano?

1) Il contatto fisico

Questo tipo di linguaggio non si serve della parola e per questo è adatto a coloro i quali fanno fatica ad esprimere verbalmente i propri sentimenti. Dalla nostra più tenera età, siamo molto sensibili a questa vicinanza: un bambino ama sedersi sulle ginocchia dei suoi genitori. Questo gusto della vicinanza non mi ha mai lasciata, ma d’altronde stiamo talmente bene tra le braccia della persona che amiamo… Sapevi che le coccole hanno dei grandi poteri? Un appagamento sessuale permette anche di far esprimere al suo partner tutta la passione che prova. Spesso, mi lascio andare ad una carezza ai suoi capelli o alla sua schiena quando mi passa vicino. Qualunque essi siano, i gesti creano immediatamente una certa intimità.

La redazione ti consiglia: Scopri i sintomi del born-out in amore 

2) Le parole di conforto

Ecco un modo più diretto di far capire all’altra persona che è amata. Le parole di conforto possono prendere la forma di un elogio o di un complimento inattesi, visto che ciascuno di noi si esprime alla sua maniera. È Per questo motivo che un “abbi cura di te” potrebbe essere tradotto come un “tengo a te”. Perciò, pensa ad alta voce e formula delle parole di incoraggiamento o dei complimenti rivolti alla tua dolce metà. Da quando mi appunto delle parole che escono dalla bocca del mio Romeo, ho capito che l’amore può prendere tante forme. Le parole hanno un potere incredibile e lasciano una traccia sul nostro comportamento. Sanno sempre essere di conforto o valorizzarci.

3) I momenti di intimità  

Per quanto abbiamo condiviso la stessa casa o lo stesso appartamento, ciò che conta veramente è il tempo condiviso insieme. In due (o in famiglia se faccio parte di una piccola tribù). Ciò che conta è l’assenza di perturbazioni esterne. Perciò, lascio i miei problemi alla porta, spengo il mio smartphone e consacro del tempo alla persona che amo. Riservo a lui un momento nella mia agenda e gli dedico tutta la mia attenzione. Nessun bisogno di fare i difficili e di andare al ristorante (anche se l’idea non è del tutto da gettare alle ortiche…) il semplice fatto di averla tra le mie braccia, di parlarle del più e del meno, di ascoltarla, di passeggiare a due, basta a mostrarle tutta la sua importanza.

4) I piccoli gesti

Se il mio partner nota che quello che faccio è per compiacerlo o rassicurarlo, si sentirà sostenuto e valorizzato, non vi è alcun dubbio. Preparare il suo piatto preferito perché è rientrato tardi, prendersi cura della nostra famiglia, occuparsi di lui quando è malato… sono dei gesti semplici, ma che provano tutta la mia considerazione. Spesso si fanno all’inizio di una relazione, e non si dovrebbe mai smettere di aprire gli occhi.

5) I regali

Quando si ama non si conta…il tempo passato a riflettere su cosa regalare e l’amore con il quale si fa un regalo. Fare un regalo senza aspettarsi nulla in cambio significa provare al mio partner che ho pensato a lui, e che ho voglia di compiacerlo, e niente più. Non c’è bisogno di volare sulla luna, né bisogno di aspettare una ricorrenza particolare per mostrare il proprio amore. Il beneficio? Aver dovuto effettuare un vero lavoro di spionaggio a monte e scoprire ciò che interessa al mio partner, un’occasione per conoscersi meglio e per mostrare che mi importano i suoi gusti e disgusti.


Il consiglio della redazione – Siamo più sensibili a certi segni che ad altri

Sebbene possiamo apprezzare questi 5 linguaggi, avviene una gerarchia dentro di noi. Alcuni preferiscono passare del tempo in due per sentirsi amati, mentre per altri, le parole incoraggianti sono più significative.  Da qui sorge l’interesse di sapere ciò che si aspetta il nostro partner per limitare i litigi, i malintesi e le frustrazioni.
Ciò vi impedirà allo stesso tempo di non cadere nella più classica delle trappole che consiste nel dare all’altro ciò che piacerebbe ricevere a noi stessi.
Per evitare di perdere tempo ed energie, credendo di soddisfare la tua dolce metà, quando invece sei totalmente fuori strada, è tempo di affrontare tranquillamente l’argomento.
Buona discussione sui linguaggi dell’amore!

*Fonte : stateofmind.it

È ben assodato, non abbiamo tutti la stessa maniera di mostrare il nostro amore… Ma posiamo tutti adottare una comunicazione non violenta per capirsi, nella gioia e nel buon umore!

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Il potere della comunicazione positiva nella coppia

Un’amica una volta mi ha detto che la coppia è come l’interno di una palla di neve di vetro: intima, preservata, al riparo. Protetti, si costruisce insieme la coppia, ma ogni critica, riflessione, insulto scalfisce questo ambiente e se non si fa attenzione, questo micro universo sparisce. Io ho deciso di riparare i primi danni visibili. Come? Utilizzando la comunicazione positiva.

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

10 esercizi per imparare a mollare la presa

Lo stress, le preoccupazioni, il senso di colpa… Sono tante le emozioni negative che affliggono la nostra quotidianità. Ci sentiamo dire sempre le stesse cose: “Dai troppo peso alle cose”, o ancora, “Non ci pensare!”…magari fosse così facile! Per aiutarti, ecco 10 esercizi per imparare a mollare la presa e sentirti subito meglio!

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!