Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?
 
 Sommario

Citazione

“Si dice che la persona giusta è quella che respira allo stesso ritmo tuo.”

Alessandro d'Avenia


Quali sono gli effetti benefici della coerenza cardiaca?

Ecco come la coerenza cardiaca pone l’organo cardiaco al centro del tuo benessere.

I vantaggi immediati

  • Il mio battito cardiaco sta aumentando, il che significa che il mio cuore non batte più così forte nel petto;
  • Un medico, prendendo visione di un elettrocardiogramma, vedrebbe un arrotondamento e una regolarità della curva. Il mio cuore non batte più a tutta velocità;
  • Mi sento rasserenato, e mi sento bene;
  • Tutto diventa più chiaro e organizzato. Sento una maggiore chiarezza mentale, che rende più facile prendere decisioni;
  • È come se avessi appena scoperto un modo per gestire la mia iperemotività.

I benefici si sentono dopo poche ore

  • Combatto naturalmente lo stress grazie alla riduzione del cortisolo, l'ormone della difesa responsabile dei nostri momenti di panico;
  • Il mio viso e il mio corpo hanno probabilmente guadagnato qualche ora di vita perché il mio tasso DHEA, l'ormone giovanile che rallenta l'invecchiamento, è presente in maggiori quantità;
  • Il mio sistema immunitario è più forte. Ho guadagnato in IgA salivari, gli anticorpi che partecipano alla difesa immunitaria;
  • Sono più affettuoso e comprensivo! La coerenza cardiaca promuove la produzione di ossitocina, il neurotrasmettitore responsabile dell’affetto (chiamato anche "ormone dell'amore");
  • Le mie capacità intellettuali e creative sono migliorate;
  • Lo stesso vale per la mia capacità di ascoltare, sono tutto orecchie!
  • Supererei qualsiasi esame a pieni voti. Le onde alfa emesse dall'esercizio favoriscono la memoria, l'apprendimento ma anche la comunicazione e la coordinazione;
  • Un'azione favorevole è stata svolta su numerosi neurotrasmettitori (gli ormoni che trasmettono le emozioni) tra cui la dopamina (quella del piacere) e la serotonina (quella che previene la depressione e l'ansia). In parole povere: mi sento meglio;
  • Sto vivendo un momento di forte positività. Non tendo più a deprimermi, sono fiducioso!

Effetti a lungo termine (arrivano dopo circa dieci giorni)

  • La mia salute è migliorata, la coerenza cardiaca contribuisce alla riduzione dell’ipertensione;
  • Riesco a gestire meglio il colesterolo, anche grazie alla forte riduzione del rischio cardiovascolare;
  • Non ho più bisogno di controllare la mia dieta grazie alla regolarizzazione dei livelli di zuccheri nel sangue;
  • Sto iniziando a cambiare il mio guardaroba, ho perso peso e mi avvicino al cambio di taglia;
  • La coerenza cardiaca aiuta anche nella perdita di peso;
  • Consiglio agli sportivi: al coerenza cardiaca permette un migliore recupero;
  • Il mio disturbo da deficit di attenzione e l'iperattività non condizionano più la mia quotidianità;
  • Di conseguenza, la mia capacità di concentrazione e di memorizzazione è notevolmente migliorata;
  • Come per magia, tollero meglio il dolore;
  • Se fossi stato asmatico, avrei trovato sollievo, stesso discorso per le malattie di tipo infiammatorio;
  • Prendo sonno in fretta e mi sveglio riposato.

Consigli pratici

Respirazione

Per sentire questi benefici, mi esercito 3 volte al giorno, 6 respiri al minuto per 5 minuti! Alcune durano solo poche ore (tra le 3 e le 6). Si raccomanda quindi una durata media di 4 ore tra un esercizio e l'altro.



La scienza ci ha risposto: inizia tutto dalla respirazione

Per un essere umano, anche adulto, piangere è normale e se ti fa stare bene, tanto di guadagnato! Piangere non significa necessariamente star male o essere depressi, se per te il pianto è uno sfogo e ti aiuta a sentirti meglio, perché non farlo?

Se invece piangere continuamente è diventato per te un problema, in questo caso è meglio chiedere l’aiuto di uno specialista e capire se le crisi di pianto nascondono una problematica più grave e complessa.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe



Fonte: selfcoherence.com

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Emetofobia: quando la paura di vomitare nasconde altri problemi...

Di paure strane ne ho accumulate tante nel corso degli anni però la paura di vomitare vince a mani basse. Si chiama emetofobia e mi ha letteralmente traumatizzato. Spesso presa sotto gamba o addirittura ridicolizzata, la paura di vomitare è in realtà una delle fobie più diffuse al mondo! Non è una paura strana o solo passeggera. In realtà, nasconde qualcosa di più profondo. Scopriamolo insieme.

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione troppo forte. È vero che, personalmente, soffro di disturbi alimentari, e ho quindi l’impressione di gestire i miei problemi attraverso il cibo. Ultimamente, sono stata seguita da uno psicologo nutrizionista, che mi ha fatto capire il perché di questo tipo di comportamento alimentare. Questa infatti si chiama fame emotiva o fame nervosa. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tratta di se stessi! Purtroppo conosco bene l’argomento poiché mi capita di avere un determinato pensiero e di agire poi facendo il suo esatto contrario. Questa è la caratteristica principale della dissonanza cognitiva, ma perché non ce ne rendiamo conto? Come funziona questa dissonanza? Come sbarazzarsene? Sono tutte domande lecite!

Come smettere di mangiarsi le unghie? La lotta contro l’onicofagia

È da anni che mi mangio le unghie. Non saprei dire esattamente quando ho cominciato, ma mi sembra di farlo da sempre. In classe perché mi annoiavo, durante un esame perché ero stressata, in ufficio perché mi aiuta a concentrarmi. Sono un’adulta, e quest'abitudine (della quale pensavo mi sarei liberata dopo l’adolescenza) continua a perseguitarmi. Ma è davvero una semplice abitudine? O piuttosto un disturbo ossessivo compulsivo, una dipendenza…

Paura del silenzio: perché ci rende così ansiosi?

Ah, il silenzio... Che sia durante una conversazione o a casa, devo ammettere che non mi piace molto. Nella prima situazione mi sento estremamente in imbarazzo e nella seconda il silenzio diventa "assordante" e provoca ansia. Da dove nasce questa situazione? Perché dovrei accettare un po' di più il silenzio? E come possiamo farlo? Nella nostra società rumorosa, è giunto il momento di riconnetterci con il silenzio, di abbracciarlo e di smettere di avere paura.

Perché non riesco a scusarmi?

"Mi dispiace", "Scusami", sono frasi che, nonostante gli sforzi, non escono mai dalla tua bocca. Anche quando le scuse potrebbero risolvere tutti i problemi, non riesci proprio a farcela. Ma perché è così complicato? Come superare questo blocco? Vediamolo!

Non ho amici: come fare se non si hanno amici?

Non che passi tutto il giorno da solo/a, nel mio angolo, senza dire una parola. Ho quelle due o tre persone da chiamare se voglio uscire a bere qualcosa, ma non ho amici. Nessuna "seconda famiglia", come si suol dire. Si tratta di una scelta volontaria? È solo a causa del mio brutto carattere che respingo tutti quelli che mi si avvicinano? Oppure è semplicemente la vita, che ci allontana da alcune persone quando cresciamo? Non ho amici, è davvero così grave?

Cos'è la sindrome di Puffetta al lavoro?

Ah, i Puffi! Tutti conoscono i fumetti di Peyo con i simpatici personaggi blu. Ma se ci pensi, c'è qualcosa di strano: il fatto che ci sia una sola Puffetta per un intero villaggio. Un autore l'ha notato più di 30 anni fa e l'ha usato per parlare della scarsa rappresentazione delle donne. Purtroppo il principio della puffetta può essere riscontrata in molti ambiti, compreso quello lavorativo. Ecco come funziona.

6 consigli per superare la propria timidezza

L'idea di parlare in pubblico, o di parlare con gli sconosciuti, mi mette fuori di me. Divento paonazzo, inizio a tremare, mi si forma un nodo nello stomaco. Odio essere timido, non riuscire a mostrarmi disinvolto, parlare lo stretto necessario e non trovare mai il momento giusto per intervenire. Ecco perché, lavorando su me stesso, ho trovato 6 semplici trucchi per superare e a volte nascondere la mia timidezza.

10 pensieri positivi da tenere a mente per una carica quotidiana

Vedere il bicchiere mezzo pieno, anziché mezzo vuoto, è un pensiero positivo perfetto! I pensieri positivi ci aiutano nella vita di tutti i giorni, dandoci una spinta e motivandoci a realizzare progetti che ci stanno a cuore da tempo. Quindi, per aiutarti nel tuo percorso di realizzazione, ecco 10 pensieri da tenere a mente per accompagnarti sempre e ovunque!

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!