Come migliorare la tua autostima?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Sei incredibile e non lo sai o fai finta di non saperlo. Non perdi occasione per svilirti. Se ti fidassi un po' di più di te stesso, ti renderesti conto di quanto sei capace e, fidati! Qui ti insegneremo a valorizzare te stesso, le tue qualità e ad imparare a curare la tua autostima.

Come migliorare la tua autostima?

Svilimento, incertezze, mancanza di autostima, un mix di negatività che ti tarpa le ali . Non preoccuparti, non tutto è perduto! Si può imparare a credere di più in sé e nelle proprie capacità, e a riacquistare fiducia. Abbiamo raccolto testimonianze, racconti, condigli di psicologi ed esperti nel settore. 


Citazione

Il nocciolo della tua personalità è l’autostima, “quanto ti piaci”. Più ti piaci e ti rispetti, meglio farai in qualsiasi cosa tu voglia intraprendere.

Brian Tracy


Articolo suggerito da La Redazione Wengood

I nostri consigli per migliorare l'autostima

Detesto i complimenti, perché mi mettono così a disagio?

“Hai un talento naturale per la fotografia, sei bravissima!”. Improvvisamente divento rossa come un peperone e non so più come comportarmi. I complimenti mi mettono terribilmente a disagio, ma so che dovrei viverli in tutt’altra maniera. La maggior parte delle persone infatti amano i complimenti! Io non riesco ad accettarli. Perché? Cosa mi mette così a disagio?

Perché non sopporto le critiche? Come posso cambiare?

Le persone mi hanno sempre detto che ero permaloso. È vero, per molto tempo ho perso le staffe alla minima osservazione. Ho un carattere che mi fa offendere facilmente, ma sono cambiata. Ne avevo abbastanza di non essere in grado di accettare le critiche, anche quando erano benevole e piene di buon senso. Se ti riconosci nelle mie parole, forse ti stai chiedendo perché sei così? Beh, visto che ci sto lavorando, te lo spiegherò.

La mancanza di autostima influisce sulla gestione del denaro

Anche se sto cercando di lavorarci su, devo ammettere che ho sempre avuto molti problemi con la fiducia in me stesso. So quanto sia fondamentale. Ultimamente mi sono anche resa conto che questo ha delle conseguenze sulla mia gestione del denaro. Sì, è fantastico aprire gli occhi su questo aspetto all'età di 33 anni! Ti spiego come la mancanza di fiducia in te stesso può avere un impatto (negativo) sul tuo portafoglio.

Come incoraggiare qualcuno ed essere d'aiuto?

Nella vita, tutti incontrano delle difficoltà. E per quanto vogliamo andare avanti e affrontare la tempesta, c'è sempre un momento in cui abbiamo bisogno di sostegno e incoraggiamento per ritrovare la fiducia in noi stessi. Tuttavia, quando vediamo i nostri cari in queste situazioni, può essere difficile trovare le parole giuste. Quindi, come si fa a incoraggiare qualcuno? Abbiamo alcune idee su come sostenere i tuoi cari, sia con il tuo comportamento che con piccole frasi da tenere a portata di mano, per essere un vero supporto.

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Non riesco a dire quello che penso: e se ci provassimo?

Sono abbastanza irascibile. Questa rabbia spesso deriva dal fatto che mi trattengo, rimugino sulle cose, penso molto ma poi mi tengo tutto dentro. Sto li a guardare gli altri che hanno una risposta ad ogni cosa, mentre io me ne resto in silenzio. Non riesco a dire ciò che penso veramente. Temo che mi si voltino le spalle, di non essere all’altezza, di scandalizzare gli altri, perciò mi tengo tutto dentro, fino a che non esplodo… prendendomela con il primo che passa e che non mi ha fatto nulla. È ora di cambiare!

Eccoti qui, ancora una volta incastrata per il week-end, obbligata a portarti il lavoro a casa, a occuparti del tuo nipotino o di fare un week-end con i suoceri. Cosa c’è che non va in te? Dici sempre di sì a tutto! Non è facile dire no, hai sempre paura di ferire o deludere gli altri e alla fine ti senti in colpa. Non preoccuparti, hai comunque fortuna nella sfortuna: si può ancora imparare a dire di no! Ti spiego come!

Catcalling: come reagire? Come proteggersi?

"Ehi, bellezza". Questa è la tipica frase che una donna può sentirsi dire mentre cammina per strada, e anche in questo caso si tratta di una frase piuttosto blanda. Ho sentito parole molto più oscene e violente rivolte a me..... Perché sì, purtroppo tutte le donne si sono trovate di fronte a molestie per strada in un momento o nell'altro. A volte non ce ne rendiamo nemmeno più conto, perché succede tutti i giorni. Come reagire? Come proteggersi in caso di aggressione? Come aiutare chi ne è testimone? Ecco alcune risposte.

5 buone ragioni di dormire nuda, per il corpo e la mente

Non ci avevo mai pensato, ma il fatto di dormire nudi è un vero e proprio argomento di dibattito. Per alcuni la domanda non si pone proprio, per altri il pigiama è ancora indispensabile, e per altri ancora l’idea è interessante ma non hanno ancora osato provare: paura di avere freddo, di essere visti durante la notte o semplicemente difficoltà ad accettare il proprio corpo. Qualsiasi sia il freno, ecco 5 consigli per lasciare il pigiama nell’armadio!

Ripiegarsi su se stessi: quando l'isolamento sociale è un malessere profondo

Ad un certo punto ho cominciato a ripiegarmi su me stessa, quando è venuta a mancare mia madre. Avevo appena terminato gli studi e quando mi è stato offerto un lavoro a tempo indeterminato, ho preferito rifiutare. Sono rimasta a casa da sola per diversi mesi, con pochissimi contatti con gli altri. Fortunatamente, i miei amici più cari mi hanno aiutato a superare questo episodio molto complicato. Ripigerarsi su se stessi non è solo una questione di solitudine, ma anche un segno di profondo malessere. Come si può definire? Quali sono le cause? Come uscirne? Ve ne parlo in questo articolo.

Intolleranza alla frustrazione: quando la delusione è permanente

Mi capita spesso che le mie emozioni siano sottosopra e non riesca a gestirle quando sono frustrata. Ma ho fatto comunque enormi passi avanti rispetto a prima, quando ero totalmente intollerante alla frustrazione. Risultato? Mi sentivo sempre delusa, piena di tristezza e rabbia che non riuscivo a gestire. Sono diventata molto negativa e non riuscivo più ad essere felice… Vuoi sapere come ne sono uscita? Leggi qui!