Approcci terapeutici e psicologici per ritrovare sé stessi

Aggiornato il

Quando ti parliamo di terapia, ti immagini probabilmente sdraiato su un lettino mentre uno strizzacervelli analizza le tue parole e i tuoi pensieri? No, non ci siamo! Esistono tante terapie, a seconda delle difficoltà e problematiche di ciascuno di noi! Psicoterapie analitiche, psicoterapie corporali, terapie brevi, PNL, TCC ecc... Ecco una panoramica delle diverse terapie per aiutarti a trovare quella più adatta a te.

Approcci terapeutici e psicologici per ritrovare sé stessi

Terapia di coppia, terapia di famiglia, terapia breve o psicoterapia, sono tanti gli approcci. Questi metodi e approcci diversi, basta trovare quello più adatto alla tua personalità e alla situazione che stai vivendo.

I nostri ultimi articoli

Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Piangere davanti a una pubblicità? Fatto ✅. Essere disturbati da qualsiasi rumore? Certo ✅. Non sei in grado di gestire le tue emozioni negative? Certo ✅. Tutte le persone ipersensibili lo sperimentano quotidianamente. Almeno, io lo faccio. Esatto, faccio parte della squadra delle emozioni! Non è abbastanza facile per me, quindi quando sono in una relazione so che il mio partner è perso. Per questo ho scritto una piccola guida per aiutare le persone che vivono quotidianamente con una persona ipersensibile.

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Come punire in modo efficace i propri figli? Ecco alcuni consigli

Sono sempre tanto carini...quando dormono! Non c’è niente da fare, nemmeno le punizioni funzionano e tuo figlio continua a fare una marea di danni! La conseguenza? Non ti senti rispettata, alle volte quasi inutile. Tuttavia, c’è una buona notizia, ovvero che esistono delle soluzioni per ritrovare il tuo potere. Come punire un figlio in modo efficace? Vediamolo!

Perché mi sento sempre in colpa?

Il senso di colpa ti divora anche se non hai fatto niente di male? Perché finisci sempre per darti la colpa di tutto? Quali sono i motivi? C’è un modo per smettere e imparare a stare meglio. Ecco i nostri consigli!

Sindrome di Asperger: definizione, diagnosi e cura

Difficoltà a comunicare, la chiusura in una passione, rumori troppo aggressivi… Ti riconosci o pensi a qualcuno leggendo questa breve descrizione? Si tratta dei tratti caratteristici delle persone affette dalla sindrome di Asperger, una leggera forma di autismo. È importante capire a fondo questa sindrome per farsi accompagnare o accompagnare al meglio coloro che ne soffrono. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cosa significa avere un carattere forte per una donna?

A quanto pare ho un carattere troppo forte. O almeno è quello che dicono le persone che si sentono aggredite quando do il mio parere o esprimo il mio scontento. Si direbbe quasi che preferiscano che finga pur di dar loro ragione…. Eppure, avere un carattere forte non è necessariamente qualcosa di negativo! Anzi, è positivo per la mia salute e per quella di chi ci circonda. Sì, ho un bel caratterino, e quindi?

Piangere davanti ai propri figli: segno di debolezza o lezione di vita?

Da bambino, tutto è un pretesto per versare una lacrimuccia. Gestire le emozioni è una cosa da adulti, soprattutto da genitori. O perlomeno, ci provano. Eppure, ho visto i miei piangere e non li biasimo affatto. Oltre a queste immagini strazianti, la loro «mancanza di pudore» mi è servita tanto nella vita. Grazie mamma, grazie papà: non sono un robot senza cuore! Per far sì che tutti i genitori smettano di farsi dei complessi e di sforzarsi per evitare di piangere, dirò la mia sulla questione. Non in qualità di esperta, ma come una bambina un po’ cresciuta che ha già visto crollare e scoppiare in lacrime i suoi genitori e che se lo ricorda ancora.

Perché mi innamoro sempre degli uomini che non mi amano?

Ogni volta la stessa storia, sei attratta da uomini che non si interessano a te, che non ti fanno stare bene, che sono totalmente inaccessibili? Ma perché ricadi sempre nello stesso schema drammatico? Nathalie Prussia-Collin, autorevole psicologa francese, ci spiega questo comportamento.

Mi sento diversa: non tutti i mali vengono per nuocere!

"Beh, ma tu sei un artista!". "Si vede che sei un po' originale!" Questo è proprio il tipo di osservazione che i miei amici mi fanno spesso (molto, troppo spesso). Complimenti? Non proprio. Più che altro è un modo educato di farmi capire che non sono come loro, che sto facendo troppo, o troppo poco, che non seguo il ritmo. La verità? Credo che abbiano ragione!

"Maschiaccio": non dire mai più una cosa del genere alle ragazze!

Da piccola giocavo molto con i Lego e con i videogiochi. Per me sono passioni come tutte le altre e a 33 anni gioco ancora ai videogiochi. Tuttavia, ciò che non è normale è che quando ero più giovane venivo descritta come un "maschiaccio". In realtà, ho sempre odiato questo termine e credo sia ora di smettere di usarlo. È sessista e attribuisce un'etichetta alle ragazze che non rientrano nei cliché del loro genere, quindi non pronunciarlo mai più!

Detesto i complimenti, perché mi mettono così a disagio?

“Hai un talento naturale per la fotografia, sei bravissima!”. Improvvisamente divento rossa come un peperone e non so più come comportarmi. I complimenti mi mettono terribilmente a disagio, ma so che dovrei viverli in tutt’altra maniera. La maggior parte delle persone infatti amano i complimenti! Io non riesco ad accettarli. Perché? Cosa mi mette così a disagio?

Sono una di quelle persone che non mettono il lavoro al centro della propria vita. D'altra parte, ho un'amica che lo fa, al punto che il suo corpo cede regolarmente. È chiaro che il suo lavoro è la sua ragion d'essere e dà il massimo. Forse un po' troppo. Ecco perché ho voluto scrivere questo articolo, per ricordarle di fare attenzione! Forse sarà utile anche a te, soprattutto se senti che la tua carriera sta occupando tutto lo spazio della tua vita.

Basta con la pressione per avere una vita sessuale folle, anche il missionario va bene!

"Haaa cosa non hai mai provato la posizione della carriola moldava?". No Ginetta, non ho mai provato questa posizione sessuale, ma il tuo sguardo stupito mi mette sotto pressione... Onestamente, a chi non è mai capitato durante una discussione tra amiche? A me è successo e anche se la carriola moldava non esiste, avevo il diritto di essere giudicata per altre pratiche sessuali che non pratico. Sembra che tu debba fare di tutto a letto per dimostrare di avere una vita sessuale pazzesca... Basta!

La mia famiglia è tossica: come riconoscerla? come fare?

Non riesco a credere di essere nata sotto una cattiva stella solo a causa della mia famiglia che, ammettiamolo, è lungi dall’essere perfetta. Quando mia madre non mi fa sentire in colpa, ci pensa mio padre a sminuirmi ed a paragonarmi alla sorella che non ho mai avuto. Per essere felice e sfuggire a questa relazione "tossica", ho dovuto prendere delle misure, poi le distanze. Ti racconto come ho imparato a stare alla larga dai miei genitori nocivi.

Il mio manager è tossico? 9 segni per scoprirlo!

Essere un bravo manager non è roba da tutti. Alcuni tirano un po' troppo la corda e vittimizzano i sottoposti senza scrupoli. Controllano le mail, sono incapaci di riconoscere il talento dei colleghi, e possono addirittura arrivare alle minacce, raggiungendo dei comportamenti malsani. Se hai dubbi sul tuo manager, ecco 9 indizi per capire se è tossico!

Mi sento sola: 8 modi per colmare quel grande vuoto in me

Viviamo gli uni accanto agli altri, senza vederci veramente. In coppia, in società, in senso generale, spesso ci si sente soli. E ancora di più in periodo Covid. Trasparenti, incompresi…questa solitudine è pesante e ci fa isolare ogni giorno un po' di più. Prima di finirla da sole con 10 gatti (anche se questi ultimi sanno essere di grande conforto!), ecco 8 trucchetti per colmare definitivamente questa sensazione di vuoto e non sentirci mai più messe da parte.

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dubitato delle sue parole ma dopo una piccola indagine… ti rendi conto che ciò che dice non è vero! Ha mentito sin dall’inizio… Ha inventato tutto un’altra vita. Perché? Come riconoscere un mitomane e proteggersi? Scopriamolo insieme.

Paura di telefonare: quando fare una telefonata fa venire l’ansia

Il telefono squilla e io vengo sopraffatta dall’ansia: chi mi chiama? Perché? Riuscirò a parlare? Tutte queste domande si affollano nella mia testa mentre inizio a sudare freddo. Per non parlare di quando sono io a dover chiamare! So di non essere la sola in questa situazione, molti giovani odiano parlare al telefono o peggio, ne hanno addirittura timore. Perché sviluppiamo quest’ansia? Come sbarazzarsene? Ti racconto la mia esperienza.