6 consigli per superare la propria timidezza

Aggiornato il da La Redazione Wengood

L'idea di parlare in pubblico, o di parlare con gli sconosciuti, mi mette fuori di me. Divento paonazzo, inizio a tremare, mi si forma un nodo nello stomaco. Odio essere timido, non riuscire a mostrarmi disinvolto, parlare lo stretto necessario e non trovare mai il momento giusto per intervenire. Ecco perché, lavorando su me stesso, ho trovato 6 semplici trucchi per superare e a volte nascondere la mia timidezza.


Sommario


6 consigli per liberarsi finalmente della timidezza

Ecco sei semplici consigli per mettere da parte la timidezza e iniziare a vivere serenamente.

1) Smettila di pensare di essere timido

E se iniziassi a smettere di pensare di essere timido? Se riconsiderassi la mia personalità, magari guardandola da un altro punto di vista. Le ragioni alla base della timidezza sono spesso legate alla paura del giudizio altrui, di deludere le aspettative, meno si parla meno si sbaglia no?! Forse è vero, ma allo stesso tempo la timidezza ti impedisce di essere te stesso, di mostrarti per quello che sei, insomma ti impedisce di vivere: ne vale davvero la pena?


Mettiamo i puntini sulle i

 Superare la timidezza

La timidezza è solo un filtro che ci impedisce temporaneamente di mostrare al mondo chi siamo veramente, un filtro che ci tarpa le ali.


2) Non mi nascondo più dietro inutili scuse

"Sono troppo timido, non riesco ad essere disinvolto, ho paura di andare a parlare al ragazzo o alla ragazza che mi piace..."

La timidezza è il peggior consigliere. Dandole ascolto non riuscirai mai a superarla anzi, finirai per peggiorare le cose... Nascondersi dietro scuse, dietro giustificazioni, è il modo più semplice, la via più facile ma anche quella più avvilente.

3) Imparo ad accettare errori e fallimenti

La timidezza porta spesso a una paura atroce di fallire. Ricorda che fallire e sbagliare non significa essere una nullità, al contrario. Chi lotta rischia di perdere, ma chi non prova ha già perso. Le sconfitte, gli errori e le cadute sono parte del successo, sempre. Sono i fallimenti a darci gli strumenti per apprezzare pienamente le nostre vittorie.


Citazione

La timidezza è composta dal desiderio di piacere e dalla paura di non riuscirci.

Edme-Pierre Chauvot de Beauchên


4) Mi prendo cura di me e imparo a volermi bene

Dietro la mia timidezza, nascondo una grande mancanza di fiducia in me stesso. Sta a me colmare questa mancanza, imparare a fidarmi di me, delle mie capacità, con ottimismo e fiducia e non con insensato pessimismo. È proprio quando la situazione ti mette a disagio che dovresti buttarti, provare e vada come vada.

5) Imparo ad accettare il giudizio altrui

Con tutto il rispetto per il giudizio altrui, il loro rimane un giudizio personale e non necessariamente del tutto esatto. Prima di prendere per oro colato tutto ciò che dicono gli altri, guardati dentro, interiorizza la critica e cerca di capire se può essere costruttiva o distruttiva. A volte le critiche vanno ascoltate e dimenticate.  

6) Mi metto alla prova ogni giorno

A poco a poco, poniti nuove sfide, sempre più difficili. Inizia con domande semplici, come chiedere l’ora ad un estraneo o il ristorante più vicino per mangiare a pranzo. Col passare del tempo, ti renderai conto che in fin dei conti non è così complicato parlare con le persone che non conosci.

Consiglio della redazione - Non è una malattia, ma si può curare

Superare la sua timidezza non è così difficile come si potrebbe pensare. Sembra complicato, ma passo dopo passo, al proprio ritmo, chiunque può farlo.

Ci sono molti metodi a nostra disposizione: lavorare sulla propria autostima è il primo passo per accettare le critiche e non avere paura dello sguardo altrui. Alcune tecniche di respirazione sono adattate per riuscire a parlare in pubblico, senza stress. Per i più coraggiosi, consigliamo di prendere delle lezioni di recitazione e teatro.

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più g...

Leggi

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione ...

Leggi

Essere autoironici o prendersi in giro? Ridere di sé serenamente

Ti sarà capitato almeno una volta di fare una figuraccia o di dire qualcosa di insens...

Leggi

Il movimento Body positive o come accettare meglio il nostro corpo

Pelle a buccia d’arancia, rotolini, smagliature… Non ho paura di dire che sono grassa...

Leggi

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tr...

Leggi

Cosa vuol dire essere non binari? #identità

Ultimamente l’uso della schwa “ə“ è sempre più presente in tantissimi testi e articol...

Leggi

Genitori troppo esigenti: quando si pretende troppo dai figli

Essere genitori è qualcosa di eccezionale, ma è anche tanto difficile. In quanto gen...

Leggi

Cosa significa LGBTQIA+ 🏳️‍🌈? #identità

Sono felice di vedere intorno a me una società che evolve, con persone che affermano ...

Leggi

Come capire se sono transgender? #identità

Qualche anno fa, parlavo con un amico che mi ha confidato di essersi posto diverse do...

Leggi

Come smettere di desiderare continuamente l’approvazione altrui?

Da quando ero piccola, ho sempre avuto l’impressione di fare le cose in funzione degl...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!