Candaulismo: in cosa consiste questa pratica sessuale?

Candaulismo. Alcuni sanno perfettamente di cosa si tratta e per altri, invece, è un termine completamente nuovo. Eppure, il candaulismo è davvero semplice; in realtà, è una fantasia e una pratica vecchia come il mondo. Si tratta di guardare il proprio partner fare l'amore con un'altra persona. Ora che lo sai, scopriamo meglio di cosa si tratta!

 
 Sommario

“Amore, cosa ne pensi del candaulesimo?”

Se primo ho detto che si tratta di una pratica vecchia come il mondo, è perché la parola “candaulesimo” trova le sue origini nell'VIII secolo a.C. Hai presente Candaule, il re della Lidia? Trovava sua moglie Nyssia talmente bella che la offriva ad altri uomini durante i loro rapporti amorosi. È proprio così che è nato il candaulesimo. Oggi, di regola, le persone che svolgono questa pratica si eccitano e provano piacere nel vedere il loro coniuge fare l'amore con qualcun altro. Alcune persone riescono ad eccitarsi semplicemente osservando gli sguardi delle altre persone sul proprio partner. Ma il candaulesimo è molto di più…

Vedi anche - Poliamore: è possibile amare più persone contemporaneamente?

Insieme o separati: come praticare il candaulesimo?

Ci sono diversi modi di praticare il candaulesimo:

  • Insieme: uno dei due partner ha rapporti sessuali con una terza persona davanti al coniuge
  • Separatamente: uno dei due partner ha relazioni extraconiugali e va a casa a dirlo al coniuge eccitato, a volte con foto o video.
  • Cuckolding: la versione sadomasochista del candaulesimo. Uno dei due partner e il suo amante dominano il partner rimanente. Lui o lei insulta, umilia e ferisce l'altro partner per soddisfare il suo piacere.

Potrebbe interessarti - Pansessualità: l'amore senza etichette

Guardare ok, ma non si tocca

Eh sì, giù le mani! Di norma, il candaulista non partecipa al rapporto sessuale, altrimenti si parla di scambismo. Con il candaulesimo, il piacere non è nell'atto sessuale, ma nel fatto di vedere una relazione sessuale che include il proprio coniuge. Solo la visione della scena è sufficiente per far accrescere il desiderio e trovare il piacere.

Quindi il candaulista è un voyeurista?

Al candaulista piace guardare, ma con l'accordo di tutte le persone che partecipano a questo piccolo gioco. Il voyeurismo è una pratica che consiste nell'osservare le persone a loro insaputa, quindi non confondiamo il candaulesimo con il voyeurismo. Cogliamo l'occasione per ricordare l'importanza del consenso. Come in ogni relazione sessuale, il consenso è necessario. Quello che guarda, così come quello che compie l’atto sessuale, deve volerlo e accettarlo: questo è uno dei pilastri del candaulesimo, ovvero provare piacere nel vedere l'altro provare piacere.

Candaulesimo: la coppia è in pericolo?

Il tuo partner vuole provare il candaulesimo con te, ma tu pensi che potrebbe essere un gioco pericoloso? Questo è del tutto normale. In effetti, non appena una pratica sessuale esce dai sentieri battuti, può essere rischiosa per la coppia. Potrebbe nascere una forte gelosia, uno dei due partner potrebbe anche sviluppare una dipendenza da questo tipo di pratica, o avere orgasmi solo in questo modo. Insomma, sì, ci sono dei rischi per la coppia. Ma, alla fine dei conti, la vita di coppia non è già di per sé piena di rischi? La risposta è sì! Come fare? Il Candaulesimo è un modo come un altro per aprirsi a nuove pratiche sessuali e per esplorare il proprio piacere, tuttavia è meglio che una vita sessuale a due continui ad esistere al di fuori di questa pratica. Inoltre, una buona comunicazione è essenziale. Essere in grado di dirsi le cose in modo semplice e onesto permette a tutte le persone coinvolte di sentirsi a proprio agio con questa pratica.

Infine, come ci ricorda l'articolo di Slate: "(...) anche se si tratta di infedeltà, è un'infedeltà nella fedeltà, un adulterio contrattuale che non mette in discussione la coppia o la monogamia. Alle volte si può trattare anche di bisessualità, ma l'uomo che resta a guardare, pur essendo capace di apprezzare il corpo e le prodezze del suo avversario maschile, rimane una componente della coppia eterosessuale a cui appartiene.” Alla fine, il candaulesimo non va tanto al di fuori della norma, quindi se non sei tentato, non farti prendere dal panico, hai il diritto di continuare a praticare la sessualità che più ti soddisfa in tutta tranquillità. Non è solo perché il candaulesimo ultimamente va di moda che allora devi forzarti a provarlo anche tu!

La redazione ti consiglia - Perché è così difficile parlare di sesso?

Fantasia principalmente degli uomini

E adesso smettiamola di nasconderci dietro a un dito: il candaulesimo rimane principalmente una fantasia maschile, dietro la quale si nasconde la questione della proprietà del corpo della donna e della sua visione nell'immaginario maschile. Questi uomini sentono l'eccitazione di avere una donna desiderabile e sexy che altri uomini vogliono, ma che finisce sempre per tornare da loro. L'orgoglio dell'uomo si rafforza, il suo ego si gonfia all'idea che la sua bella donna torni da lui e rimanga sempre di sua “proprietà”. Quando si tratta dell'atto sessuale tra la propria donna e un'altra persona, l'uomo sente che lei è al suo servizio, che lo sta facendo principalmente per il piacere del suo uomo. Sta a voi trovare il giusto equilibrio affinché il piacere sia condiviso e nessuno si senta obbligato o dimenticato nella sua sessualità.

Vedi anche - Vaginismo: le soluzioni per curarlo!


Il consiglio della redazione – Non tirare troppo la corda

Anche se una pratica sessuale diventa di tendenza, questo non vuol dire che la si debba provare per forza. Inoltre, se il tuo partner ti fa delle richieste che non senti di voler accettare, non sentirti in colpa e non farne una malattia: la sessualità è una sfera molto intima e varia da persona a persona. Fai solo ed esclusivamente ciò che ti senti e che ti da piacere!

Articolo suggerito da
Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma... Continua a leggere

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!