Fobia dei piedi: come liberarsi della podofobia?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Per chi come me è terrorizzato dalle siringhe, questo periodo non è sicuramente dei più semplici. Ma ci sono persone per cui una semplice doccia o l’estate (con il suo esercito di infradito e piedi nudi) sono un vero e proprio calvario: i podofobi. La paura dei piedi è poco frequente ma può essere molto invalidante. Ecco come combatterla.

Fobia dei piedi: come liberarsi della podofobia?
 Sommario

La fobia dei piedi, delle origini che risalgono all’infanzia

La prima volta che ho sentito parlare di podofobia sono scoppiata a ridere. Non ci volevo credere e l’ho presa un po’ alla leggera. Mea culpa, la fobia dei piedi esiste e come tutte le fobie, può essere alla base di grandi sofferenze psicologiche, ansia, nervoso e stress.

Un’esperienza traumatica

Come tutte le fobie, la podofobia affonda le sue radici nell’infanzia. Una semplice critica può esserne la causa. La persona è complessata per i piedi. Se non nasce da una critica, magari una verruca o una micosi possono essere la causa di questo complesso. La persona fobica trova brutti i propri piedi, li detesta perché li trova sporchi, maleodoranti, troppo grandi ecc. e per estensione può arrivare a non sopportare nessun piede. I piedi degli altri sono visti come contaminati, disgustosi, impossibili da vedere e ancora meno da toccare.

Una trasmissione

Succede che le fobie siano a volte delle cose che si trasmettono di generazione in generazione. Così un bambino che ha sempre visto suo padre, sua madre o altri membri della famiglia detestare, evitare o avere paura dei piedi, tenderà a imitarli. Di conseguenza, un podofobo avrà difficoltà a vedere o toccare i piedi che saranno anche poco curati a causa di questo evitamento. Tutto ciò non farà altro che aumentare il disgusto per i propri piedi. Altri, al contrario, proprio per l’ansia, tenderanno a curare e pulire i piedi in maniera ossessiva per combattere l’idea che siano sporchi e brutti.

I sintomi della podofobia?

La fobia è una paura smisurata che si fonda sulle impressioni. La maggior parte del tempo la persona ha coscienza che la sua paura non è razionale ma niente riesce comunque a consolarla. È sommersa dall’emozione. La podofobia è classificata tra i disturbi dell’ansia. Quando diventa troppo invadente, la persona fobica tende all’evitamento, cosa che ovviamente con i piedi non è molto semplice 🦶 (soprattutto in estate visto che sono ovunque). I mesi più caldi sono un vero e proprio calvario per i podofobi.

Le reazioni dei podofobi di fronte ai piedi, anche a dei bellissimi piedi, sono gli stessi che per qualsiasi altra fobia:

  • Accelerazione del ritmo cardiaco
  • Sudorazione delle mani
  • Nausea
  • Tremolii
  • Sensazione di non poter più respirare, muoversi o riflettere
  • Stordimento e/o svenimento

I podofobi possono diventare violenti o aggressivi se si trovano davanti a dei piedi nudi. Possono anche rifiutarsi di parlare di piedi o addirittura di scarpe e calze, coprirsi costantemente i piedi o chiedere agli altri di farlo, rifiutarsi di togliere le scarpe o le calze, a volte anche per andare a dormire. Un comportamento dannoso per la salute, poiché potrebbe causare delle infezioni micotiche, allergie, o altri problemi di salute che saranno difficili da diagnosticare e curare, poiché il podofobo rifiuterà di mostrare i piedi.

>>> Questo articolo potrebbe interessarti: 7 trucchi per calmare efficacemente un attacco di panico

Come sbarazzarsi di questa fobia?

Si può guarire dalla fobia dei piedi anche se dura ormai da anni. Gli ansiolitici possono placare gli episodi di ansia ma non cureranno la podofobia. Per evitare che una fobia vi rovini la vita a lungo, l’ipnoterapia o una terapia cognitiva e comportamentale sono le più efficaci. La TCC insegna ad affrontare la paura e a gestire le emozioni che vi sono legate. Permette in qualche modo di evitare i condizionamenti. Per quanto riguarda l’ipnoterapia, permetterà di trovare l’origine di questa fobia per riuscire ad allontanartene. Non ti dico che con la guarigione proverai un amore smisurato per i piedi, ma almeno non sarai nervoso o disgustato vedendone uno… è già un grande passo!

Piedi di donna

Forza, presto potrai guardarti i piedi senza paura!


Il consiglio della redazione: delle terapie molto efficaci

Come tutte le fobie, la podofobia può essere invalidante nel quotidiano e impedire di fare certe cose / vivere alcuni momenti con chi ti sta intorno. Fortunatamente, l’iponetarapia e la TCC sono molto efficaci per trattare la podofobia. Non aspettare per prendere appuntamento con uno dei nostri professionisti.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe



Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!