Ansia anticipatoria: perché penso sempre al peggio?

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Ti sale l’ansia al solo pensiero del futuro, che si tratti del tuo lavoro o di un semplice pranzo in famiglia? I tuoi cari ti dicono che la tua ansia è immotivata e sei d’accordo con loro? Questa è quella che si chiama ansia anticipatoria, una sensazione che colpisce numerose persone che tendono a pensare sempre al peggio. Ma perché non riusciamo a distogliere i nostri pensieri dal futuro, che sia vicino o lontano? Come liberarsi dell’ansia anticipatoria per vivere più serenamente? Cerchiamo insieme una risposta!

Ansia anticipatoria: perché penso sempre al peggio?

Perché immagino sempre il peggio?

Lo psichiatra Eric Albert spiega che, a piccole dosi, la preoccupazione porta verso la vigilanza. Siamo essere pensanti, anticipare gli avvenimenti fa parte della nostra natura, e ha di certo degli aspetti positivi! Immaginare come potrebbero svolgersi degli avvenimenti ci permette di prepararci e dunque di evitare possibili errori. Peccato che possa trasformarsi in un vero e proprio inferno se si perde il controllo, iniziando ad anticipare tutto e costantemente, proiettandosi un po’ troppo lontano e un po' troppo spesso, immaginando solo il peggio. Quest’ansia si traduce in una difficoltà nel gestire le incertezze e nel sapersi giostrare con le varie probabilità. L’ansia anticipatoria deriva a sua volta da un’ansia generalizzata che si è sviluppata nel corso degli anni. Questo genere di angoscia si insinua in noi e intacca il nostro percorso di vita; di solito è il risultato di conflitti, traumi o paure che non sono stati affrontati o accettati.

➜ Le persone ansiose sono perseguitate da pensieri fissi come “bisogna” o “devo”; non fanno le cose perché ne sentono il desiderio ma piuttosto per dovere o paura.

Il profilo di una persona che soffre di ansia anticipatoria

Contrariamente agli altri, le persone che soffrono d’ansia anticipatoria sono convinte che anche la più piccola cosa possa andare storta. Le costanti preoccupazioni sono caratterizzate da tratti psicologici facilmente riscontrabili. Di solito si tratta di persone con una mentalità rigida, perfezioniste e con atteggiamento ipervigilante. Al di là di queste caratteristiche fisiche, gli psicologi sono d’accordo sul fatto che quest’ansia diventa patologica nel momento in cui insorgono anche dei sintomi fisici.

➜I sintomi fisici più comuni sono: attacchi di panico, disturbi del sonno, pressione alta, problemi di digestione, etc. Insomma, più o meno gli stessi sintomi della più comune ansia generalizzata!

Come liberarsi dell’ansia anticipatoria?

Ecco alcuni accorgimenti per le persone ansiose, affinché possano provare a gestire meglio le loro ansie e preoccupazioni. Questi suggerimenti consentono di distaccarsi un po’ di più dalle proprie paure per sentirsi più leggeri:

  • Prendersi cura di sé: dire addio alle sostante eccitanti come caffè, tabacco o alcool, che alimentano le sensazioni d’ansia e la stanchezza. Inoltre, bisognerebbe cercare di dedicarsi un po’ allo sport per espellere le tossine e liberare la mente.
  • Imparare a riconoscere le crisi: fare una lista dei fattori scatenanti che caratterizzano i primi segni degli attacchi di panico. Inoltre, bisogna fare una lista di tutti i pensieri e di tutte le sensazioni fisiche che li accompagnano.
  • Praticare della meditazione: fare meditazione è un modo di osservare i propri pensieri da un’altra prospettiva senza farsi invadere. Concentrarsi sul momento presente grazie alla meditazione consapevole è un ottimo esercizio per calmare la propria ansia anticipatoria.
  • Circondarsi dei propri cari: come per tutti i malesseri fisici e psicologici, è importante avere accanto a sé delle persone care. È un grande sollievo poter andare avanti e affrontare i propri problemi avendo accanto a sé delle persone positive.

Qual è il trattamento migliore contro l’ansia?

In ogni caso, il modo migliore di prendersi cura dell’ansia anticipatoria è quello di farsi accompagnare da uno psicologo o da uno psichiatra. Infatti, se l’ansia diventa troppo forte, uno psichiatra può prescrivere, in un primo momento, un trattamento per ridurre le tensioni fisiche e psicologiche. Successivamente, si potrà continuare con una terapia cognitivo comportamentale (TCC). È un percorso molto complesso, ecco perché è necessario parlare con un professionista per comprendere da dove derivano le nostre paure e preoccupazioni.


Il consiglio della redazione – Immagina lo scenario migliore!

Individuare gli episodi d’ansia anticipatoria e prenderne consapevolezza è già un ottimo inizio. Nel momento in cui ti rendi conto che questi pensieri iniziano a farsi strada nella tua mente, puoi già iniziare a dire “basta” all’ansia anticipatoria. Ricordati che se sei capace di immaginare il peggio, sarai anche in grado di immaginare il meglio! Immagina lo scenario migliore e credici; anche se alla fine le cose non dovessero andare come avevi sperato, almeno avrai saputo gestire la situazione.💪

Se questa costante ansia anticipatoria ti inibisce e ti frena, non esitare a contattare un professionista, per identificare insieme le cause e trovare una soluzione. 

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo


Altri articoli che potrebbero interessarti:


Fonte: Ansia Anticipatoria: Cosa è e Come Gestirla 

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Logorrea: come puoi fermare la diarrea verbale?

Chi non si è mai detto, dopo aver conosciuto una persona nuova, "ops, ho parlato un po' troppo"? A me è capitato spesso, perché tendo a stressarmi un po' troppo. So che il mio flusso di parole è dovuto alla mia ansia sociale. Tuttavia, può capitare di imbattersi in persone che parlano in modo davvero eccessivo, o addirittura del tutto incoerente. Si chiama logorrea e la causa principale non è lo stress. Quindi qual è la causa? Come puoi fermare questo flusso verbale e parlare con una persona logorroica? Ecco come fare.

Dermatillomania, ovvero come torturare la pelle...

Chi non si è mai schiacciatoun brufolo sul viso, sapendo benissimo che poi sarebbe peggiorato? Personalmente, non sono mai riuscito a resistere a quella protuberanza rossa e dolorosa sul mio viso. Tuttavia, non sono mai arrivata al punto di soffrire di dermatillomania. Dermatillomania è una parola apparentemente barbara che si riferisce al grattarsi la pelle fino a provocare cicatrici. Ma cosa si nasconde dietro questo comportamento? Come si fa a smettere di cercare di eliminare tutto il sebo dalla pelle? Ne parliamo.

Ho dei dubbi sulla mia relazione, è normale? Come reagire?

Succede spesso. La vita di coppia e l'amore non sono mai una passeggiata: succede, naturalmente, che alle volte sorgano dei dubbi. Non essere più sulla stessa lunghezza d'onda, avere l'impressione che l'erba sia più verde altrove, avere progetti diversi...Travolto dal peso dei dubbi, l'amore perde il suo splendore. È una situazione irrimediabile? No, l'importante è sapere come reagire.

La triade oscura: narcisista, machiavellico o psicopatico?

Mi è successo tante volte di rimanere stupita o senza parole ma in questo caso sono davvero in stato di shock. Facendo il test della triade oscura ho scoperto di avere una personalità per il 13% più oscura della media, con una netta tendenza al narcisismo. E se scoprissi anche tu di avere una personalità tossica? 😭 Quale test riesce a scoprire il tuo lato oscuro?

Tra bellezza e sofferenza: chi è la donna bambina?

Ma chi è veramente una donna bambina? Certo, la donna bambina è in realtà un'adulta ma non è "cresciuta". Quindi si mantiene la sua personalità-camaleonte: innocente e sexy, affettuosa e diffidente, oggetto di fantasia o di irritazione: chi è veramente?

Come riconoscere una persona psicorigida?

“Devi farlo tu”, “No, tu non metterci mano”, “non si può fare diversamente”. Non ne posso più di tutti questi ordini! Addio libertà, solo ansia continua… No, non è una malattia essere rigidi, ma diciamo che rovina l’atmosfera. Ormai ho imparato a riconoscere le persone psicorigide per adattarmi. Ebbene sì, esiste un buon modo per reagire di fronte a queste persone che vogliono dirci anche quando respirare.

Il test del cubo la dice lunga sulla nostra personalità... o forse no!

“Immagina di camminare nel deserto e di vedere un cubo...”, un amico mi ha fatto un test della personalità lo scorso Capodanno. Era il test del cubo! Esiste da diversi anni ma non lo conoscevo ancora! Alcuni dicono che abbia origini giapponesi ma non ne sono certa. In ogni caso, farlo è stato super divertente!

Chi sono le persone INFP: cosa significa? qual è la tua personalità?

Il questionario MBTI (myers-briggs type indicator) è un questionario di personalità oltre che uno strumento per lo sviluppo personale. Permettere di conoscere il proprio MBTI (quale personalità hai), di saperne un po’ di più su se stessi e di capire come percepiamo e interagiamo con il mondo. Il tuo test MBTI dice che sei una personalità INFP? Che significa?

Odio gli animali: sono una persona orribile?

"Che carino quel cane, che tenero quel gatto…" Si, troppo carini, in foto però, non di certo sulle mie ginocchia! Ho molta più voglia di evitare gli animali piuttosto che di accarezzarli. Alcuni mi dicono che sono tremenda, ma non si rendono conto di tutti quelli che sono gli inconvenienti dell’avere un animale in casa, o la paura che personalmente provo all’idea. Non mi piacciono gli animali, mi fanno anche un po’ paura, ma da cosa potrebbe derivare questa fobia? Vediamolo insieme!

Sindrome della “brava ragazza”: come liberarsene?

Mi è sempre stato detto che sono una ragazza seria e responsabile. Quando ero piccola ne andavo fiera e questo mi spronava a dare sempre il meglio. Tuttavia, è da qualche anno che mi sento stanca di dover sempre dare il meglio di me e di dover sempre essere accomodante. Non ho mai permesso a me stessa di essere imperfetta, perché non volevo deludere gli altri. Con il tempo ho capito che non si trattava di un aspetto del mio carattere, ma della sindrome della brava ragazza. Le donne ne sono spesso vittime e questo ci impedisce di realizzarci e affermarci. Che cos’è la sindrome della brava ragazza e come liberarsene? Vediamolo insieme.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!