Come portare avanti una relazione virtuale e a distanza?

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Hai ceduto alla tentazione e ti sei iscritta ad un sito di incontri. Hai fatto bene, perché adesso il tuo cuore palpita e i tuoi pensieri si focalizzano sull’oggetto del tuo desiderio. Vuoi preservare questa perla rara, ma se portare avanti una relazione a distanza non è facile, quando si parla di relazione virtuale le cose si fanno ancora più complicate. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore? Non è così semplice.

 
 Sommario

Relazioni virtuali e a distanza, 4 consigli per farle funzionare

1) Poniti le giuste domande

Per adesso è tutto fuoco e fiamme! Passate la vostra giornata a inviarvi messaggini pieni di parole dolci, e l’idea di prendere le cose alla leggera non vi sfiora nemmeno! Ma una volta passata la fase “c’è del nuovo e c’è del bello”, che cosa rimarrà? Sei veramente sicura di voler continuare una relazione con una persona che vive lontana? Vuoi davvero fare dei progetti con lei? Una volta passata l’euforia della conoscenza sul web, vedi davvero un futuro insieme? È importante porsi queste domande, darsi una risposta sincera e parlarne insieme. In questo modo, eviterai le disillusioni e le perdite di tempo.

La redazione ti consiglia - Single ma in due: ecco perché funziona

2) Parlate tutti i giorni

La comunicazione e gli scambi quotidiani sono essenziali per tenere in vita la relazione, e questo vale anche per le relazioni virtuali. Devi essere presente nella vita dell’altra persona. Sii sempre pronta all’ascolto, non evitare gli argomenti scomodi, sii sempre sincera… insomma, comportati come se foste una coppia che vive insieme, con l’eccezione che la  vostra casa è “virtuale”, ma non inesistente! Nonostante ciò, fai attenzione: mantenere una comunicazione di coppia regolare non significa dover parlare continuamente durante tutta la giornata. Anche in questo caso, come in una relazione classica, i momenti per se stessi restano fondamentali.

Potrebbe interessarti: 10 consigli per una relazione di successo

3) Non idealizzare

Su internet, al riparo dalla cruda realtà, è normale volersi mostrare come una persona migliore di quella che si è. La persona con la quale intrattieni questa relazione farà sicuramente lo stesso. Questo non è di certo un motivo per il quale scappare a gambe levate. Accetta che l’altro possa avere dei difetti, delle caratteristiche che, sicuramente, non ti andranno a genio. Non è un segreto: è più difficile accettare l’altro quando quest’ultimo è lontano, ma se non farai altro che concentrarti sui suoi lati positivi, arriverà senza dubbio il momento in cui proverai una forte delusione.

4) Cercate di vedervi il più spesso possibile

Per quanto possiate provare a portare avanti una relazione virtuale, non lasciatevi ingannare: una storia d’amore non può durare se non viene alimentata dagli incontri, dal contatto e dalle coccole. Inoltre, come sopportare la distanza, se non avete idea di quando vi vedrete? Quindi, mi raccomando, non appena hai l’occasione, mettiti al volante, sali sul treno o sull’aereo e corri a passare un weekend insieme alla tua metà.


Il parere della redazione – Diffida dal sesso virtuale!

Avrai sicuramente sentito parlare della divulgazione illecita di video hard privati, o di revange porn. Se questa cosa dovesse succedere anche a te, probabilmente non finirebbe sui giornali ma di certo non passeresti un bel quarto d’ora. In una relazione, il sesso è fondamentale. Esistono diversi modi per tenere accesa la fiamma della passione in una relazione virtuale: sexting, sesso telefonico, nudes, o ancora sex cam. Lo schermo ci invita a mettere il pudore da parte, ci invita a lasciarci andare più facilmente… Non c’è niente di male, ma bisogna essere prudenti. Prima di inviare una foto di te o delle tue parti intime a qualcuno, devi essere sicura dell’altra persona. Se queste foto dovessero essere divulgate, ci potrebbero essere delle ripercussioni psicologiche molto gravi.


Vedi anche: Come si supera la paura di amare?

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Love bombing: il corteggiamento del narcisista manipolatore

Mi è già capitato che un uomo mi promettesse la luna. Sin da subito è partito in quinta e io ho creduto alla sua sincerità. Alla fine però mi ha mollata di punto in bianco solo qualche settimana dall’inizio della nostra relazione. Per me è stato un shock. Al tempo non sapevo che si tratta di una vera e propria tecnica di seduzione per molte persone! Facciamo il punto della situazione su questa nuova tendenza amorosa che miete numerose vittime…

Paralisi del sonno: sintomi, cause e rimedi

Mi sveglio ma non riesco a muovermi… mi sono ritrovata in questa situazione angosciante già diverse volte! Ho la sensazione di essere paralizzata e di avere una presenza orribile che si avvicina e mi terrorizza. In realtà si tratta della paralisi del sonno! Ora che ho identificato le cause di questo problema riesco ad evitarle. Ma come capire cosa si cela dietro queste paralisi? Cosa provoca una paralisi del sonno?

Chi siamo?

Sei curioso di sapere chi c'è dietro Wengood? C’è semplicemente un gruppo di persone appassionate alla ricerca del benessere. Condividiamo con te le nostre storie, le nostre difficoltà e i nostri consigli per aiutarti ad andare avanti sulla strada della serenità.

Psicologo, psichiatra, coach… a chi rivolgersi?

Se riscontri difficoltà, noi di Wengood consigliamo spesso di rivolgersi a uno psicologo o ad un life coach, ma qual è la differenza? Perché consultare uno piuttosto che l’altro? Ognuno di loro risponde a esigenze diverse, per le quali è bene contattarli. Con questo articolo intendiamo spiegarti le differenze per aiutarti a capire a chi rivolgersi. Scopriamolo!

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Alimentazione intuitiva, di' addio alla dieta!

Più di 15 anni di dieta, con il peso che fa su e giù, i disturbi alimentari… Non se ne può più! Ho bisogno di fare pace con il mio corpo, ma ho l’impressione che se mi lascio andare non farò altro che ingrassare ancora di più. Malgrado ciò, mi sono resa conto che la dieta mi faceva più male di qualsiasi altra cosa. Esiste una soluzione? Ebbene si: l’alimentazione intuitiva. Dovrebbe essere al centro delle nostre vite, eppure sono davvero poche le persone che ne hanno sentito parlare.

Sindrome di Stoccolma: perché amiamo il nostro carnefice?

Sembra davvero incredibile che alcune persone possano provare simpatia nei confronti del loro aggressore. In realtà, si tratta di un meccanismo psicologico per superare il trauma. Il termine "Sindrome di Stoccolma" è apparso per la prima volta nel corso degli anni 70 e indica una particolare reazione del cervello ad un evento traumatico subito. Le vittime assumono il punto di vista del loro carnefice, arrivando talvolta addirittura a difenderlo!

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!