Truffa sentimentale, come riconoscere chi gioca con i sentimenti?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Da poco ho letteralmente divorato “Inventing Anna” e “Il truffatore di Tinder” su Netflix! Cosa li accomuna? Raccontano la storia vera di due truffatori che si sono presi gioco delle persone intorno a loro per rubare ingenti somme di denaro. Lo schema è più o meno lo stesso: le vittime non si rendono conto di nulla perché convinte della sincerità del sentimento di amore/amicizia che li lega. Questo genere di truffe sentimentali è esploso con i siti e le app di incontri. Come fare per riconoscere un truffatore online? Scopriamolo insieme.

 
 Sommario

Qual è l'obiettivo del truffatore sentimentale?

Sono già stata vittima di un narcisista perverso ed è orribile rimettersi in piedi dopo una relazione simile. In ogni caso, posso ritenermi fortunata di non aver subito una truffa per estorcermi centinaia o migliaia di euro. Si tratta proprio di questo quando parliamo di una truffa sentimentale: l’obiettivo è derubare la vittima 😥!

👉 Il meccanismo è sempre lo stesso:

Il truffatore fa love bombing inviando tutte le prove d’amore possibili e immaginabili per guadagnarsi la nostra fiducia. Una volta rassicurati, si attiva la trappola. Comincia a chiederci soldi per sistemare un piccolo problema… Su di noi gioca immediatamente l’empatia e il desiderio di aiutare mettendo mano al portafogli 😫! Peccato che una volta mandati i soldi il truffatore scompare nel nulla…


Manipolatori di prima classe

Le persone capaci di organizzare questo genere di truffe sono mosse solo dal denaro e dal potere. Si tratta di narcisisti manipolatori senza pari che non hanno alcun limite e nessuna empatia. Li si può caratterizzare come asociali nel senso in cui si tratta di veri e propri sociopatici pronti a tutto per raggiungere il loro obbiettivo.

Si potrebbe pensare che le vittime non siano abbastanza sicure di sé o in mancanza d’amore. Sfortunatamente non è così, chiunque può diventare vittima di questo genere di truffe a partire dal momento in cui ci fidiamo di qualcuno. Ciò che non è chiaro, è che i manipolatori fanno tutto per provare di meritare questa fiducia. Quindi, come identificarli?

Il trailer de “Il truffatore di Tinder”.


Come riconoscere un truffatore sentimentale? 🚩

Bisogna avere consapevolezza che si tratta di una truffa emotiva, l’obbiettivo è di estorcere denaro giocando sui sentimenti. Dovremmo quindi avere chiare in testa tutte le red flag per identificare i comportamenti problematici. Ma anche tenendolo a mente, potremmo cadere in trappola e farci fregare da qualcuno conosciuto online. Quindi ecco alcuni consigli per riconoscere questo genere di truffatori 💔:

1) Ha un profilo perfetto

Per iniziare, bisogna esaminare nei minimi dettagli il profilo della persona in questione. Un profilo un po’ troppo perfetto è strano, soprattutto quando ci sono delle bellissime foto. Potrebbero essere state rubate a modelli/e di professione di altri Paesi o comprate su banche dati online. Anche quando ci sono poche foto la situazione potrebbe essere altrettanto preoccupante. Il truffatore farà in modo di avere un profilo che può piacere ai più per raggiungere il massimo delle persone e avere diverse vittime 😱.

2) Vuole parlarci ma non sull’app

Sì, certe persone preferiscono un vero appuntamento che uno scambio di messaggi su un’app di incontri. Certo, nulla può sostituire un incontro reale, dopo tutto non viviamo nel metaverso! In ogni caso, quando la persona insiste per parlarci tramite un social network quando ci siamo appena conosciuti non è sano.

⚠️   Meglio scambiare i primi messaggi sull’applicazione e avere una conversazione scritta (in caso di bisogno di prove) nei primi tempi. Quando si decide di incontrare la persona, meglio un luogo pubblico e avvisare i nostri amici e/o familiari per prendere il massimo delle precauzioni.

3) Non è mai disponibile per un appuntamento

Il rovescio della medaglia, c’è anche il truffatore che non è mai disponibile per un incontro. È il tipo di truffa più corrente: parli con qualcuno online, ti leghi con questa persona ma è all’estero o sempre occupato/a e non fa il minimo sforzo per venirti incontro per un primo appuntamento. Certi hanno anche la faccia tosta di chiedere soldi dicendo che sarebbe l’unico modo per vedersi per la prima volta 😰!

4) Va troppo di fretta

Meglio andarci piano con qualcuno conosciuto online e di cui ancora non sappiamo niente. Come dice il proverbio “Meglio soli che male accompagnati”, meglio fare un passo indietro e non buttarsi a capofitto in una relazione pericolosa. Una persona che dice “Ti amo” troppo in fretta e che parla di matrimonio/figli dopo qualche settimana di relazione è un brutto segno!

👉 Le dichiarazioni d’amore precoci non portano mai a niente di buono. Anche se si sente una mancanza d’amore, bisogna rallentare il passo: una persona davvero innamorata saprà pazientare e aspettarci.

5) È molto dimostrativo

I truffatori si comportano in maniera esageratamente imprevedibile, drammatica o strana. Fanno sempre grandi promesse come: “Ti porterò in tutti i Paesi del mondo; se vuoi una nuova macchina te ne compro una; ti darò la luna; ecc”. Coloro che organizzano una truffa in pompa magna possono essere molto dimostrativi con messaggi d’amore e piccole attenzioni. Ci bombardano d’amore per farci credere alle loro bugie.

🎬 Nel documentario di Netflix:

Una giovane donna vittima della truffa, Cecilie Fjellohy è andata all’esterno con il suo truffatore qualche ora dopo averlo incontrato. Che sia chiaro, l’intento non è assolutamente quello di incolpare la vittima poiché il truffatore aveva fatto di tutto per farle credere di essere estremamente ricco. Tuttavia, è sempre meglio porsi delle domande sul comportamento degli altri e non accettare tutte le proposte, anche se sono molto allettanti.



6) Chiede informazioni private

Tutte le informazioni sulla nostra vita privata non devono essere comunicate online: cognome, numero di telefono, account sui social, i posti che frequentiamo abitualmente (palestra, lavoro, bar ecc). E anche dopo l’incontro, meglio prendere tempo per dare questo genere di informazioni, poco importa se la persona dice di amarci 🙄. La fiducia si merita e si costruisce con il tempo!

7) Ci chiede denaro

È bene ricordare che non è normale che ti chieda soldi, soprattutto in un contesto amoroso. Se si tratta di un familiare o di una persona di fiducia che conosciamo da tanti anni non c’è problema. Ma nelle relazioni amorose il discorso si fa più delicato, ancora di più se vi siete conosciuti da poco. Hai tutto il diritto di rifiutare di dare il tuo denaro a chiunque. È importante dire la propria e saper dire di no.

⚠️ Olivia Mons, portavoce dell'associazione francese contro la violenza sulle donne, France Victimes ricorda:

“Una relazione amorosa non si costruisce intorno al denaro. Meglio diffidare da queste richieste e non mandare assegni. Meglio conoscersi nella realtà e non fondare la relazione su qualcosa di materiale”.


Non aspettare, scappa al minimo dubbio!

Su internet, tutto può essere falsificato: il profilo su un sito di incontri, documenti ufficiali, certificati, numero di telefono, siti ecc. Anche i passaporti potrebbero essere falsi 😰! Quindi… non è semplice identificare una truffa ed è ancora peggio quando ci si trova davanti un Simon Leviev o una Anna Delvey…

Al minimo dubbio, meglio rompere tutti i contatti con la persona per scampare un pericolo. È fondamentale parlare della relazione a chi ci circonda per un parere esterno e un sostegno in caso di problemi. Se la truffa è già a uno stadio avanzato, non bisogna esitare a sporgere denuncia e a farsi accompagnare psicologicamente per riprendersi da un tale tradimento. Se qualcuno del nostro entourage è vittima di una truffa simile, non bisogna colpevolizzarla ma sostenerla per affrontare questo trauma. Non dimentichiamoci chi sono le vittime di una truffa sentimentale.


Il consiglio della redazione: un tradimento traumatizzante

Essere vittima di una truffa di questo genere è traumatizzante, ci si domanda come si è potuti cadere in trappola senza rendersi conto di niente. È una bella batosta per l’ego, nonché per la nostra capacità di fidarci di nuovo di qualcuno e cominciare una nuova storia d’amore. È un vero e proprio trauma che ha bisogno di un accompagnamento psicologico. Se ti trovi in una situazione simile, contatta un professionista.


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!
#BornToBeMe



Altri articoli che potrebbero interessarti:


Fonte: https://tg24.sky.it/ - www.dogma.it

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!