3 consigli per sbarazzarsi di una relazione tossica!

Alcune relazioni possono diventare fonte di profondo malessere e disagio. Non si sta bene e ci si sente sminuiti, ma come capire quando una relazione è davvero tossica? E soprattutto, come liberarsene? Ecco 3 consigli fondamentali per liberarti di tutti coloro che ti impediscono di splendere!

Che sia una suocera ficcanaso che rovina i momenti in famiglia, un collega che ti manipola con le sue belle parole o ancora un partner distante, sono solo esempi di relazioni che possono provocare una sensazione di disagio generale. Stare accanto ad una persona tossica porta solo ed esclusivamente problemi. Tagliare i ponti non è di certo la cosa più facile del mondo, ma se la relazione in questione ti porta più dolore che felicità, allora urge prendere le dovute distanze…

Potrebbe interessarti - Come identificare un narcisista perverso?

3 consigli per uscire da una relazione malsana

1)Identifica il problema

Prima di agire è importante fare una sorta di valutazione della propria relazione. Chiediti che tipo di legame si è instaurato, che considerazione hai di quella persona e soprattutto come ti senti in sua presenza. Se la persona in questione ti tratta come se non valessi niente o ha un atteggiamento scorretto nei tuoi confronti, si tratta senza dubbio di una persona tossica.

2)Tira fuori gli artigli

Molti pensano che sbarazzarsi di una relazione tossica sia sinonimo di conflitti, litigi o farneticazioni. Ora, evitare tutto questo non è impossibile, anzi. Per mettere fine a questa relazione in modo efficace, bisognerà essere chiari, netti e precisi; insomma, essere schietti, andare dritti al punto. Si tratta di mettere questa persona davanti alle sue parole e ai suoi gesti, con argomentazioni solide e ostinate, tratte dalle esperienza vissute sulla tua pelle.

urla

Non cercare per nessun motivo di giustificarti. Per carità! L’obbiettivo è solo ed esclusivamente quello di far prendere a questa persona consapevolezza del suo comportamento e dei suoi errori…

3)Ritrova il tuo equilibrio

Ovviamente tutto questo è il risultato di una scelta molto riflettuta, e prendere decisioni di questo genere non è mai una passeggiata. Eliminare alcune persone dalla propria vita è una cosa che tutti quanti preferiremmo evitare. Fortunatamente la vita è fatta anche di incontri bellissimi dei quali potrai ancora godere e beneficiare.

Vedi anche - Relazioni tossiche in famiglia: come starne alla larga?


Il consiglio della redazione – Prendere consapevolezza è la prima tappa

Alcune persone non ti meritano, anche se ti fanno credere il contrario. Decidere di allontanarsi dalle persone tossiche alle volte può essere davvero difficile ma si tratta prima di tutto di affermarsi e di essere capaci di farsi rispettare. Queste persone vengono definite tossiche perché, proprio come un veleno, si insinuano dentro di noi, entrano nelle vene e, lentamente,  ci indeboliscono. Se hai identificato tra i tuoi conoscenti una persona tossica, congratulazioni, perché questa è la prima tappa!

Prendi le dovute distanze e se ti sembra tutto troppo difficile e complicato, non esitare a chiedere una mano d’aiuto a chi ti sta vicino o a rivolgerti ad uno specialista.

Articolo suggerito da
Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma... Continua a leggere

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!