Disturbo bipolare: definizione, cause, sintomi e terapie

Euforia, tristezza… Così tante emozioni contradditorie animano la vita di una persona bipolare. Definizione, sintomi, possibili trattamenti.... Vediamo insieme in cosa consiste il disturbo bipolare.

 
 Sommario

Ci sono alcuni segni che possono facilmente emergere in una persona che soffre di disturbo bipolare, come comportamenti anormali, sbalzi d’umore… Dunque, quali sono i segni principali del bipolarismo? E quali sono i sintomi più comuni? Come si comportano le persone bipolari e come agire in loro presenza? Scopriamolo!

Disturbo bipolare: definizione

Una persona che soffre di disturbo bipolare ha una malattia psichica cronica che è responsabile di forti squilibri dell’umore. Le emozioni e l’umore evolvono dunque secondo due fasi che si alternano.

1) Gli episodi maniacali

In questa fase, queste persone sono estremamente attive, se non addirittura agitate ed euforiche. Hanno tantissimi progetti in mente ma attenzione, perché durante questa fase possono essere anche facilmente irritabili.

2) Gli episodi depressivi

In questa seconda fase, invece, le persone bipolari provano una profonda tristezza, e perdono ogni voglia di fare le loro attività, chiudendosi spesso in loro stesse. Nel mezzo di queste due fasi, l’umore può tornare a essere normale, e queste fasi intermediarie vengono chiamate "intervalli di remissione".

Come riconoscere i sintomi di una persona bipolare?

Esistono dei segni che possono aiutarti a capire se la persona con cui interagisci soffre di disturbo bipolare.

1) Comportamento mutevole

La persona è tranquilla e poi tutto d’un tratto diventa brutale, egoista e insensibile, arrivando alle volte anche ad avere degli attacchi di rabbia molto forti. Questo è un primo campanello d’allarme.

2) Nessun ascolto e perdita totale di interesse

La persona incomincerà a parlare solo di se stessa e non ti ascolterà più, quasi come se facesse un vero e proprio monologo. Allo stesso modo, può mostrare totale disinteresse nei confronti di discorsi che, in altri momenti, le interessano.

3) La fuga

La persona bipolare spesso tende alla fuga durante la sua fase maniacale. Su due piedi, senza avvertire nessuno, può decidere di partire e allontanarsi. Sarà un modo per fuggire dalla malattia?

Come vivere con una persona bipolare?

1) Pensa a voi due

Non avere paura di ritagliare del tempo solo per voi due o di fare insieme delle attività che permettano a enrambi di respirare e di dimenticare per un po’ la presenza della malattia.

2) Non esitare a farti aiutare

Il bipolarismo può avere numerose ripercussioni sulle persone che stanno vicino a chi ne è affetto. È importante dunque avere un sostegno esterno, che sia da parte dei medici curanti della persona bipolare ma anche uno psicologo esterno, che possa aiutare a trovare dei modi per vivere al meglio la quotidianità in presenza di una persona bipolare.

Potrebbe interessarti - Perché consultare uno psicologo?

Quali sono le terapie possibili per il bipolarismo?

1) I trattamenti farmacologici

Alcuni dei più importanti farmaci per la cura del bipolarismo sono gli stabilizzatori d’umore, come il litio o i neuroregolatori, che vengono sempre più prescritti e raccomandati dai medici curanti, perché migliorano la qualità della vita del paziente. Inoltre, possono essere prescritti anche ansiolitici, sonniferi o antidepressivi.

2) Psicoeducazione

I bipolari possono contare anche sulle terapie di gruppo, sulla psicanalisi, le psicoterapie, i gruppi di parola o ancora delle sedute di ipnoterapia. Inoltre, anche la fototerapia è uno strumento utile che può aiutare il trattamento del bipolarismo.


Il consiglio della redazione - Agisci prima che sia troppo tardi!

Pensi di poter soffrire di bipolarismo o che qualcuno che conosci possa esserne affetto? Non restare in silenzio, questo diturbo può rendere la vita davvero difficile; un aiuto psicologico può fare la differenza nella cura di questa malattia. Se pensia sia necessario, non esitare a compiere il primo passo!


Articolo suggerito da
Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma... Continua a leggere

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!