Le 10 fobie più insolite. A ciascuno la propria fobia!

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Paura dell’aereo, della folla o degli spazi chiusi, la lista delle fobie di tutti i tipi è molto lunga. Se alcune sono abbastanza comuni e molto diffuse, altre sono davvero curiose. Vediamo insieme le fobie, dalle più comuni alle più insolite.

Le 10 fobie più insolite. A ciascuno la propria fobia!
 
 Sommario

Le fobie sono un insieme di disturbi psicologici caratterizzati da una paura irrazionale. Incapace di vincere le proprie paura, l'uomo cerca in tutti i modi di fuggire da ciò che temono (che sia una cosa o una situazione). Quali sono le fobie più insolite e quali quelle più comuni? Come combattere una fobia? Vediamo più nel dettaglio le nostre più piccole e più grandi paure.

Quali sono le 10 fobie insolite?

1) Stasofobia: la paura di stare eretti

La stasofobia è la paura di stare eretti. Le persone che soffrono di questa fobia non si sentono a proprio agio nel loro corpo. Stando in piedi hanno la sgradevole impressione che tutti gli occhi siano puntati su di loro…

2) Butirofobia: la paura del burro

La butirofobia è la paura del burro! Tutti gli altri latticini non sono un problema per chi soffre di questa fobia, ma il burro li spaventa e li disgusta più di ogni altra cosa.

3)"Petofobia": la paura di fare flatulenze

La petofobia è la paura di fare flatulenze. Per chi ne soffre, avere necessità di fare flatulenze in pubblico è la cosa peggiore che possa capitare. Per alcuni, la paura può essere talmente ossessiva che si rifiutano di parlarne, arrivando talvolta anche a cambiare la loro alimentazione.

4) Tripofobia: la paura dei buchi

La paura dei buchi sembra riunire diverse fobie. Partendo da un sentimento di disagio fino ad arrivare alla nausea alla vista di un alveare, dei buchi di una spugna o addirittura le bollicine di una bevanda. La tripofobia sembra essere infatti una paura primitiva: gli esseri umani hanno imparato a diffidare dagli animali velenosi che presentano dei motivi circolari sulla loro pelle.

5) Lacanofobia: la paura della frutta

La lacanofobia è la paura della frutta ma anche di alcune altre verdure. Più che una fobia, si tratta di una vera e propria repulsione. Chi ne soffre prova fastidio alla vista, all’odore e anche al contatto con la frutta. Questa fobia alle volte può portare verso un rifiuto dei nuovi alimenti.

6) Anuptafobia: la paura di restare senza un partner

L’anuptafobia è la paura di restare single. Si tratta di una fobia abbastanza rara ma che può portare a delle conseguenze abbastanza gravi come la dipendenza affettiva o quella sessuale.

7) L'ombrofobia: la paura della pioggia

L’ombrofobia è la paura della pioggia, delle tempeste e della grandine. Il rumore dell’acqua che cade o del tuono provoca a queste persone una sensazione di forte malessere. Vanno nel panico e hanno l’impressione che la fine del mondo sia vicina.

8) Alektorofobia: la paura dei polli

Tutti abbiamo sentito parlare dell'ornitofobia, ma l’alektorofobia è, nello specifico, la bizzarra paura dei polli.

9) Ergofobia: la paura del lavoro

Ecco una paura molto spesso incompresa: la paura del lavoro. Non si tratta di semplice pigrizia, ma di un vero e proprio handicap sociale, raramente preso sul serio.

10) Tocofobia: la paura del parto

La tocofobia è la paura del parto. Si tratta di una paura estrema e irrazionale, legata alla paura del dolore e della morte.


ragazza spaventata

Nel 2012, l’American Psychological Association ha riportato che l’11% della popolazione soffre di almeno una fobia. Molte di queste fobie sono davvero insolite, abbiamo selezionato le 10 migliori.


Quali sono le fobie più comuni?

1) La fobia sociale

Per chi soffre di una fobia sociale è impossibile interagire con gli altri. Parlare in pubblico è un vero e proprio incubo, si diventa rossi in volto per l'imbarazzo e non si riesce a nascondere il tremolio nella propria voce.

2) L'agorafobia

L'agorafobia può essere definita come paura della folla e, più precisamente, la paura di essere sommersi in uno spazio o luogo pubblico.

3) L'emetofobia

Questa è una della paure più diffuse a livello mondiale. Si tratta della paura di vomitare o di vedere persone che lo fanno.

4) Paura di arrossire

C’è chi non soffre di fobia sociale, ma che non riesce comunque a parlare in pubblico: queste persone soffrono di eritrofobia, ovvero la paura di arrossire in pubblico.

5) L’ipocondria

Più che di una sindrome si tratta di una vera e propria fobia; l’ipocondria è caratterizzata da un’ansia eccessiva riguardo la propria salute fisica e mentale.

6) L'acrofobia

O la paura del vuoto che va dall’impossibilità di salire su uno sgabello alla paura di volare. In generale, l’acrofobia porta a evitare tutte le situazioni in cui i piedi non poggiano più a terra.

7) L'aracnofobia

Ovvero la paura dei ragni.

8) La claustrofobia

Ossia la paura dei posti chiusi, come per esempio gli ascensori, i ripostigli o gli spazi ristretti ma affollati.


Come superare una fobia?

Bella notizia: le fobie si possono curare. Recarsi da uno psicologo spesso si rivela essere la soluzione migliore, perché attuerà un processo di guarigione che permetterà di scoprire l’origine della fobia; è raro, invece, ricorrere alla prescrizione di medicinali, tranne quando la fobia è la causa scatenante di una depressione. Per vincere le proprie paure, si può ricorrere anche alla TCC (Terapia cognitivo-comportamentale) che permette di sviscerare la paura.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Tanto è complesso la mente, quanta è ampia la varietà di fobie e paura, sapevi ad esempio che molte persone hanno paura di farcela, paura di avere successo

Fonte: psiche.santagostino.it, wired.it

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Il potere della comunicazione positiva nella coppia

Un’amica una volta mi ha detto che la coppia è come l’interno di una palla di neve di vetro: intima, preservata, al riparo. Protetti, si costruisce insieme la coppia, ma ogni critica, riflessione, insulto scalfisce questo ambiente e se non si fa attenzione, questo micro universo sparisce. Io ho deciso di riparare i primi danni visibili. Come? Utilizzando la comunicazione positiva.

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

10 esercizi per imparare a mollare la presa

Lo stress, le preoccupazioni, il senso di colpa… Sono tante le emozioni negative che affliggono la nostra quotidianità. Ci sentiamo dire sempre le stesse cose: “Dai troppo peso alle cose”, o ancora, “Non ci pensare!”…magari fosse così facile! Per aiutarti, ecco 10 esercizi per imparare a mollare la presa e sentirti subito meglio!

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!