Talassofobia, la paura del mare: di cosa si tratta? Scoprilo subito!

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Quando ero piccola, mi ricordo che facevo spesso un sogno in cui andavo in una piscina senza fondo in cui intravedevo delle creature marine che mi terrorizzavano. Crescendo ho capito che si trattava di un chiaro esempio di talassofobia, paura di cui ora non soffro più. Capire di soffrire di questa fobia purtroppo non è facile, proprio come guarirne. Cerchiamo di vederci più chiaro su questa paura dei fondali marini.

 
 Sommario

Come capire se si soffre di talassofobia?

La definizione

La talassofobia è una paura particolare dell’acqua. Non si tratta infatti di avere paura dell’acqua in ogni sua forma ma piuttosto dell’oceano e soprattutto dei fondali marini. Il nostro pianeta è coperto per il 70,8% dal mare, in parte ancora molto sconosciuto all’uomo. Non ci sorprende quindi che certe persone abbiano sviluppato questa paura irrazionale dei fondali marini visto che non sappiamo esattamente cosa possa celarsi nelle profondità degli oceani.

Il test

Chi non ricorda la celebre canzone “In fondo al mar” della Sirenetta? Ecco, quella sicuramente non fa per voi! Le persone che soffrono di talassofobia hanno paura delle grandi distese d’acqua come mari, oceani e anche i laghi. Tutto ciò che contiene acqua ed è profondo insomma… Solitamente ci si accorge di soffrire di talassofobia quando si è a disagio all’avvicinarsi al bordo di un lago, a uno strapiombo di fronte all’oceano ecc.

Altri se ne rendono conto guardando fotografie di fondali marini, di specie che vivono nell’oceano o anche con fotografie di sottomarini e navi. Si tratta di solito di un disagio estremo caratterizzato da vertigini e accelerazione del battito cardiaco di fronte a immagini di fondali marini. Anche sudorazione eccessiva, bocca asciutta, nausea, vomiti, brividi ecc. possono comparire.

🌊 L’apneista francese Guillaume Néry, specialista di profondità, si è immerso a 200 m. Se vedere questo video ti provoca un immediato senso di malessere, è molto probabile che soffra anche tu di talassofobia.

Se desideri vedere altre immagini di fondali marini per capire se soffri di talassofobia >>> 17 immagini per comprendere la talassofobia

Qual è l'origine della talassofobia?

Questa fobia deriva da una conoscenza generica e spesso pittoresca del mare e di ciò che vive nei suoi fondali. La persona che soffre di talassofobia avrà una forte immaginazione e penserà ad animali pericolosi e terrificanti. Si tratta di un riflesso di sopravvivenza che spinge a non avventurarsi in acqua.

🧠 Inoltre, questa paura è spesso combinata a un disturbo di ansia generalizzato. Quando ci si trova di fronte alla fonte della propria fobia, questo induce a un malessere profondo che può degenerare in un disturbo mentale. Le persone che soffrono di talassofobia eviteranno quindi ogni situazione in cui potrebbero essere vicino all’acqua.

Come superare la talassofobia?

È assolutamente possibile vincere la talassofobia così come le altre paure irrazionali. Per guarire dalla paura dei fondali marini è bene rivolgersi a un professionista della salute mentale e cominciare una terapia. Si tratta di un disturbo frequente che gli specialisti sono abituati a trattare. Lo psicologo cerca di capire se c’è stato uno shock emotivo o qualsiasi altro trauma legato all’acqua. L’obbiettivo è decifrare l’origine della fobia per curarla al meglio.

👉  La terapia cognitiva e comportamentale, altrimenti nota come TCC, è perfetta per curare questo tipo di fobia. Effettivamente, questa terapia permette di cambiare le proprie percezioni negative in idee più positive. Successivamente il paziente potrà essere esposto fisicamente e progressivamente a un universo acquatico. Esistono infatti degli stage in piscina o nell’oceano per sbarazzarsi progressivamente di questa paura.

Per calmare l’ansia non dimentichiamo le tecniche di rilassamento. La respirazione addominale riesce a calmare anche l’ansia che sopraggiunge di colpo. Per riuscirci bisogna respirare lentamente e profondamente con lo stomaco e non con il petto, esercizio che verrà sicuramente proposto dal terapeuta. La cosa migliore resta quindi consultare uno psicologo per disfarsi della talassofobia e vivere più serenamente.


Il consiglio della redazione: non lasciare che le tue paure prendano il controllo!

Non lasciare che le tue paure irrazionali prendano il controllo sulla tua vita: se questa fobia ti limita, ti impedisce di goderti le vacanze in riva al mare o ti crea problemi nella vita di tutti i giorni è fondamentale rivolgersi a uno specialista per trovare insieme delle soluzioni. Le TCC sono particolarmente efficaci per vincere la talassofobia.


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe



*Fonte: Salute.gazzetta.it green.me

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Love bombing: il corteggiamento del narcisista manipolatore

Mi è già capitato che un uomo mi promettesse la luna. Sin da subito è partito in quinta e io ho creduto alla sua sincerità. Alla fine però mi ha mollata di punto in bianco solo qualche settimana dall’inizio della nostra relazione. Per me è stato un shock. Al tempo non sapevo che si tratta di una vera e propria tecnica di seduzione per molte persone! Facciamo il punto della situazione su questa nuova tendenza amorosa che miete numerose vittime…

Paralisi del sonno: sintomi, cause e rimedi

Mi sveglio ma non riesco a muovermi… mi sono ritrovata in questa situazione angosciante già diverse volte! Ho la sensazione di essere paralizzata e di avere una presenza orribile che si avvicina e mi terrorizza. In realtà si tratta della paralisi del sonno! Ora che ho identificato le cause di questo problema riesco ad evitarle. Ma come capire cosa si cela dietro queste paralisi? Cosa provoca una paralisi del sonno?

Chi siamo?

Sei curioso di sapere chi c'è dietro Wengood? C’è semplicemente un gruppo di persone appassionate alla ricerca del benessere. Condividiamo con te le nostre storie, le nostre difficoltà e i nostri consigli per aiutarti ad andare avanti sulla strada della serenità.

Psicologo, psichiatra, coach… a chi rivolgersi?

Se riscontri difficoltà, noi di Wengood consigliamo spesso di rivolgersi a uno psicologo o ad un life coach, ma qual è la differenza? Perché consultare uno piuttosto che l’altro? Ognuno di loro risponde a esigenze diverse, per le quali è bene contattarli. Con questo articolo intendiamo spiegarti le differenze per aiutarti a capire a chi rivolgersi. Scopriamolo!

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Alimentazione intuitiva, di' addio alla dieta!

Più di 15 anni di dieta, con il peso che fa su e giù, i disturbi alimentari… Non se ne può più! Ho bisogno di fare pace con il mio corpo, ma ho l’impressione che se mi lascio andare non farò altro che ingrassare ancora di più. Malgrado ciò, mi sono resa conto che la dieta mi faceva più male di qualsiasi altra cosa. Esiste una soluzione? Ebbene si: l’alimentazione intuitiva. Dovrebbe essere al centro delle nostre vite, eppure sono davvero poche le persone che ne hanno sentito parlare.

Sindrome di Stoccolma: perché amiamo il nostro carnefice?

Sembra davvero incredibile che alcune persone possano provare simpatia nei confronti del loro aggressore. In realtà, si tratta di un meccanismo psicologico per superare il trauma. Il termine "Sindrome di Stoccolma" è apparso per la prima volta nel corso degli anni 70 e indica una particolare reazione del cervello ad un evento traumatico subito. Le vittime assumono il punto di vista del loro carnefice, arrivando talvolta addirittura a difenderlo!

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!