Il meteo interiore, un esercizio semplice e molto illuminante

Aggiornato il da Giada Paoli

Nella mia tarda adolescenza avevo inventato un gioco di parole, con parte del mio nome di battesimo, che scrivevo molto spesso: Gia tempesta ⛈️. Ero molto arrabbiata e pensavo che questa combinazione mi si addicesse perfettamente. Era un borbottio, stava scoppiando dentro di me. Era una tempesta. Senza saperlo, stavo raccontando il mio clima interiore. La metafora più efficace per fare il punto sulle tue emozioni.

Il meteo interiore, un esercizio semplice e molto illuminante
Sommaire : 

Emozioni, hai detto emozioni?

Ammettiamolo, quando si tratta di esprimere le nostre emozioni, di trovare le parole che esprimano ciò che proviamo, è complicato. Il problema è che un'emozione espressa è un'emozione riconosciuta, accettata e talvolta anche gestita. Tendo a pensare che dire "vado a fare una passeggiata perché sono arrabbiato" sia più costruttivo che gettare il primo oggetto che vediamo dall'altra parte della stanza. In breve, le emozioni sono difficili da decifrare ed esprimere da adulti, ed è ancora peggio quando si è bambini. Esistono quindi strumenti come la ruota delle emozioni, ma l'esercizio che ti propongo di scoprire oggi ha qualcosa di più bello, di più sensibile, perché si tratta di creare un collegamento tra le nostre emozioni e il tempo. Ci incoraggia, in un certo senso, a fare il punto della situazione sul nostro stato d'animo, connettendoci con la natura🍃. Ti ispira?

Perché il meteo è lo strumento perfetto per evocare emozioni?

Se lo riassumessi dicendo che quando piove ti senti triste e che quando c'è il sole fai i salti di gioia, ti piacerebbe? Sì, siamo tutti, in misura maggiore o minore, sensibili alle condizioni atmosferiche e lo sentiamo in particolare durante il cambio di stagione, ad esempio durante la depressione estiva. 

Il meteo ha quindi un'influenza sulle nostre emozioni, ma se è efficace nell'esprimere le nostre emozioni è perché, come loro, fluttua e ci permette di dare un'immagine concreta a un sentimento che a volte è sfocato. Non è forse più semplice dire che ci sentiamo nella nebbia, piuttosto che cercare di capire se siamo più preoccupati che stanchi o irritati? Diciamo che le due cose non sono in contrapposizione, ma che passare attraverso il meteo ti permette di capire la tua emozione prima di poterla affinare per cercare ciò di cui hai bisogno.

Allarme meteo turbolenze o calma piatta? Come leggere il tuo bollettino meteo interiore?

Le nostre emozioni sono importanti perché ci informano sui nostri bisogni e sulle scelte che possiamo fare. Sono la fonte del nostro benessere. Troppo spesso abbiamo imparato a nascondere le nostre emozioni, soprattutto da bambini, arrivando a un livello di stress pericoloso: "non vale la pena arrabbiarsi", "non vale la pena piangere", "non dobbiamo avere paura". Spesso perché da bambini queste emozioni occupano molto spazio e possono sopraffare alcuni genitori. Questo è uno dei motivi per cui l'esercizio del tempo interiore è molto interessante da fare con i bambini, ma può essere utilizzato per tutta la vita. Perché non è mai troppo tardi per riconnettersi con le proprie emozioni ❤️‍🩹.

Un piccolo esercizio sul tempo interiore 🧘‍♀️

Si tratta di un esercizio che può essere svolto quotidianamente o più occasionalmente in momenti un po' delicati o in occasione di un evento particolare (ritorno a scuola, colloquio di lavoro, esame, matrimonio, gara sportiva, rottura, ecc.) Il nostro tempo interiore è preso in piena consapevolezza. Dobbiamo quindi concentrarci su noi stessi e su tutto ciò che sta accadendo dentro di noi. Allora la domanda è semplice: che tempo fa dentro di me? Sereno. Soleggiato ma con qualche nuvola. Nuvoloso e piovoso.

Inizialmente, fare il punto sul nostro tempo interiore ci permette di riconnetterci con le emozioni che troppo spesso abbiamo taciuto. Poi, con il tempo, riconoscendo le nostre emozioni in modo più regolare, riusciamo ad accoglierle, ad esprimerle e a comprendere il loro messaggio e quindi ciò di cui abbiamo bisogno (affetto, riposo, solitudine, sport, cibo, ecc.). In questo caso la ruota delle emozioni può essere utilizzata come complemento).


❗Che tu faccia questo esercizio da solo, accompagnato o in gruppo, è importantissimo non giudicare. Faremo anche a meno di qualsiasi commento. Niente pensieri sul tuo tempo o su quello degli altri. Se il tempo è brutto, chiedi o chiediti come puoi aiutare o aiutare te stesso. ⬇️
Un'emozione = un bisogno da soddisfare

Esercizio sul meteo interiore per i bambini

Per i più piccoli è spesso necessario l'aiuto di un adulto. Come noi, crea o stampa delle schede con i fenomeni meteorologici più comuni in modo semplice. Spiega a quali emozioni si riferiscono e chiedi al bambino di pensarci e poi di mostrarti la carta che corrisponde ai suoi sentimenti.

Gioia

Serenità

Preoccupazione

Paura

Tristezza

Nervosismo


Vergogna

Rabbia


  • Poi proponi una scheda risolutiva per soddisfare il bisogno che genera l'emozione.

Affetto

  • Un bacio, una parola gentile, le parole o la presenza di qualcuno che ami.


  • L'ombrello serve a proteggere dai pensieri negativi e dalle critiche.
  • Un nascondiglio è un rifugio in cui andiamo per rilassarci, calmarci e recuperare le forze.

Bolla

  • È uno spazio di serenità che inventiamo per noi stessi per trovare la nostra calma, per sentirci protetti e tranquilli. Creiamo questa bolla intorno a noi in cui respiriamo per sentirci meglio e riposare.

Espressione

  •  Cantare, scarabocchiare, colorare, scrivere o dire quello che ti passa per la testa. Tutti i mezzi di espressione sono utili per permetterci di conoscere le emozioni primarie.

Comprendere il proprio stato d'animo: i benefici

Oltre a riconnetterci con le nostre emozioni, ad accoglierle e ad esprimerle in un contesto sano, ripetere questo esercizio ci aiuta a rilassarci e ad accettare e superare le emozioni negative che ci possono capitare. Non c'è niente di più difficile da eliminare di un'emozione negativa che ci rifiutiamo di vedere. Per se stessi, in famiglia con i propri figli, in coppia o anche al lavoro, il tempo interiore ci permette anche di arricchire i nostri scambi e di comprendere meglio ciò che accade in coloro con cui condividiamo la nostra vita. Senza giudizio e con empatia.

L'opinione del redattore: uno strumento meraviglioso

Il tempo interiore è un ottimo esercizio, sia che tu sia un bambino o un adulto, che ci aiuta a rendere più concrete le nostre emozioni e ad accettarle meglio. Piove, c'è tempesta, ma sappiamo che alla fine passerà... Se gestire le tue emozioni è problematico, se ti sopraffanno, se ti senti male, non esitare a prendere un appuntamento con uno psicologo.

🤗Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso! 
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo

Potrebbe interessarti:

Articolo suggerito da Giada Paoli

Il mio sogno è vivere sognando ad occhi aperti, amando infinitamente e sentirmi libera di essere ciò che desidero.

Gli articoli appena pubblicati

Amnesia traumatica: cos'è? Ha effetti su di me?

Hai mai avuto la sensazione di aver dimenticato parte della tua vita? Forse hai regolarmente dei vuoti di memoria? Se è così, potresti essere affetto da amnesia traumatica. L'amnesia traumatica è un vero e proprio meccanismo di protezione psicologica che intrappola le vittime in una sofferenza diffusa. Identificare i sintomi è fondamentale per prendere coscienza del problema e cercare aiuto. Ecco come fare.

Non riesco a meditare, come fare?

Niente da fare, per alcuni è impossibile meditare! I pensieri partono in quarta e concentrarsi diventa la cosa più difficile del mondo. A questo punto, meditare genera solo nervosismo e sembra quasi essere una perdita di tempo. Tuttavia, quando si prova a meditare è proprio perché si desidera imparare a mollare la presa e rilassarsi. La meditazione ha tantissimi benefici sia per il corpo che per la mente,quindi, come fare quando non si riesce a meditare? Ecco alcune soluzioni per riuscire in questa pratica dagli effetti estremamente positivi.

Solitudine positiva: perché ci piace stare da soli?

Alcuni la evitano come la peste, ma altri la amano tantissimo, perché non sentono di essere da soli ma piuttosto in compagnia di loro stessi, e questo non li spaventa. I momenti in solitudine sono un’ottima opportunità per prenderci cura di noi stessi, per fare ciò che vogliamo quando vogliamo. Per quanto i nostri cari possano essere i migliori del mondo, è bene godere dei momenti in cui ci si ritrova da soli con se stessi.

Emetofobia: quando la paura di vomitare nasconde altri problemi...

Di paure strane ne ho accumulate tante nel corso degli anni però la paura di vomitare vince a mani basse. Si chiama emetofobia e mi ha letteralmente traumatizzato. Spesso presa sotto gamba o addirittura ridicolizzata, la paura di vomitare è in realtà una delle fobie più diffuse al mondo! Non è una paura strana o solo passeggera. In realtà, nasconde qualcosa di più profondo. Scopriamolo insieme.

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione troppo forte. È vero che, personalmente, soffro di disturbi alimentari, e ho quindi l’impressione di gestire i miei problemi attraverso il cibo. Ultimamente, sono stata seguita da uno psicologo nutrizionista, che mi ha fatto capire il perché di questo tipo di comportamento alimentare. Questa infatti si chiama fame emotiva o fame nervosa. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tratta di se stessi! Purtroppo conosco bene l’argomento poiché mi capita di avere un determinato pensiero e di agire poi facendo il suo esatto contrario. Questa è la caratteristica principale della dissonanza cognitiva, ma perché non ce ne rendiamo conto? Come funziona questa dissonanza? Come sbarazzarsene? Sono tutte domande lecite!

Come smettere di mangiarsi le unghie? La lotta contro l’onicofagia

È da anni che mi mangio le unghie. Non saprei dire esattamente quando ho cominciato, ma mi sembra di farlo da sempre. In classe perché mi annoiavo, durante un esame perché ero stressata, in ufficio perché mi aiuta a concentrarmi. Sono un’adulta, e quest'abitudine (della quale pensavo mi sarei liberata dopo l’adolescenza) continua a perseguitarmi. Ma è davvero una semplice abitudine? O piuttosto un disturbo ossessivo compulsivo, una dipendenza…

Paura del silenzio: perché ci rende così ansiosi?

Ah, il silenzio... Che sia durante una conversazione o a casa, devo ammettere che non mi piace molto. Nella prima situazione mi sento estremamente in imbarazzo e nella seconda il silenzio diventa "assordante" e provoca ansia. Da dove nasce questa situazione? Perché dovrei accettare un po' di più il silenzio? E come possiamo farlo? Nella nostra società rumorosa, è giunto il momento di riconnetterci con il silenzio, di abbracciarlo e di smettere di avere paura.

Perché non riesco a scusarmi?

"Mi dispiace", "Scusami", sono frasi che, nonostante gli sforzi, non escono mai dalla tua bocca. Anche quando le scuse potrebbero risolvere tutti i problemi, non riesci proprio a farcela. Ma perché è così complicato? Come superare questo blocco? Vediamolo!

Non ho amici: come fare se non si hanno amici?

Non che passi tutto il giorno da solo/a, nel mio angolo, senza dire una parola. Ho quelle due o tre persone da chiamare se voglio uscire a bere qualcosa, ma non ho amici. Nessuna "seconda famiglia", come si suol dire. Si tratta di una scelta volontaria? È solo a causa del mio brutto carattere che respingo tutti quelli che mi si avvicinano? Oppure è semplicemente la vita, che ci allontana da alcune persone quando cresciamo? Non ho amici, è davvero così grave?

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!