Depressione estiva: un problema poco conosciuto

"Sesso, sole e mare"! Beh, non per tutti. L'estate non è una stagione che mi piace un granché. Tra il caldo insopportabile, il corpo messo in mostra e il ritmo totalmente scombussolato, ogni anno non vedo l'ora che arrivi l'autunno. C’è da dire che non sono l’unica a provare queste cose e anzi, sono molte le persone che si sentono così. La depressione estiva è una realtà poco conosciuta, ma che esiste per davvero! Dunque, perché siamo depressi in estate? Quali sono i sintomi di questa depressione stagionale?

 
 Sommario

I sintomi della depressione estiva

Lo psicologo Boris Charpentier ci spiega che si tratta di un disturbo affettivo stagionale (SAD) poco conosciuto, che si manifesta generalmente in tarda primavera. In effetti, la depressione estiva è meno conosciuta dal momento che colpisce l'1% della popolazione, rispetto al 5% che ogni anno viene colpito dalla depressione invernale. Inoltre, è meno facile da trattare, rispetto alla winter blues, che generalmente viene curata con la terapia della luce.

Quali sono i sintomi di questo disturbo?

Il primo sintomo è caratterizzato da un'agitazione costante, a differenza della depressione invernale. Infatti quest’ultima porta piuttosto verso l’apatia. Invece, la depressione estiva ha altre caratteristiche, come per esempio:

  • Disturbi del sonno (insonnia, incubi, paralisi del sonno, ecc.) 
  • Disturbi dell’appetito 
  • Abbassamento della libido 
  • Sentimento di solitudine 
  • Assenza di relazioni sociali.

😞 In generale, c'è una perdita di interesse nei confronti di attività che di solito vengono considerate piacevoli. Tutto diventa difficile da sentire e percepire: il sole, il calore, l'energia degli altri.

Vedi anche - Mi sento sola: 8 modi per colmare quel grande vuoto in me

Perché soffriamo di depressione estiva?

Un'altra psicologa, Mélanie Fouré, spiega questo disturbo come una difficoltà di adattamento fisiologico: la luce, il calore, il cambiamento del ritmo di vita. Il corpo ha difficoltà a regolarsi e ad adattarsi ai cambiamenti. Il sole ha molti benefici, ma in estate può essere molto forte e presente. Dunque, cerchiamo di affrontarlo nel modo migliore possibile, attingendo alle risorse della nostra energia vitale. Un'altra possibile causa di SAD è l'ondata di calore: infatti, combattere le temperature calde non aiuta il corpo a riposare.

🌍 I discorsi fatti dai media sulle catastrofi naturali, come per esempio il riscaldamento globale, spesso colpiscono in modo più forte le persone particolarmente sensibili.

Potrebbe interessarti - Serotonina, 4 cose da sapere sull'ormone della felicità!

Il cambiamento di ritmo

Questo è un periodo in cui il ritmo della nostra vita cambia drasticamente. Le persone organizzate e perfezioniste, abituate ad avere molto lavoro da fare, possono diventare pigre e sentire fortemente il peso della noia. Sì, per alcune persone il lavoro è un mezzo per bilanciare ed equilibrare la propria vita! Così, d’estate, si sentono perse e in colpa per non essere produttive come da loro solito 🙍

L'assenza di vacanze

La maggior parte delle persone prendono i propri giorni di ferie durante l'estate. Vediamo tutti andare in vacanza, visitare posti paradisiaci e avere una vita fantastica. Tuttavia anche durante l'estate c’è tanto lavoro da fare, e alcuni rinunciano alle ferie, non riuscendo però a concentrarsi perché perennemente occupati a confrontarsi con le vite degli altri.

Il rapporto con se stessi

La depressione estiva colpisce particolarmente anche chi soffre di mancanza di fiducia in se stesso. In estate, il caldo ci porta a scoprire il corpo👙 . Le persone che hanno complessi sul proprio fisico, possono sentire un forte disagio. L'estate ci mette di fronte a corpi che alle volte invidiamo, ma non dimentichiamo che il nostro corpo merita tutto il nostro amore e le nostre cure. Tuttavia, alle prese con questo costante paragone con gli altri, non riusciamo a sentirci davvero bene e i pensieri negativi si fanno largo nella nostra mente.

La redazione ti consiglia - Come superare i nostri complessi inutili?

Altri fattori di rischio

Il lavoro, il cambio di ritmo e la mancanza di fiducia in se stessi non sono le uniche cause. Infatti, questa depressione può derivare da fattori diversi. In effetti, altri parametri possono entrare in gioco, come le allergie ai pollini, chiudersi in casa per sfuggire al caldo, uno stile di vita sedentario e persino squilibri ormonali, soprattutto per quanto riguarda le donne. È quindi necessario capire l'origine della propria depressione per poterla trattare al meglio.


Il consiglio della redazione – Come uscirne?

Per prevenire questa depressione, è necessario riflettere sui valori importanti della nostra vita e lavorare su noi stessi. La meditazione consapevole può aiutarci a lavorare sui nostri pensieri, ma la cosa migliore è parlare di questa depressione con il nostro medico: quest’ultimo, infatti, ci indirizzerà verso uno psicologo per iniziare un percorso insieme. Per esempio, la terapia cognitivo-comportamentale (TCC) è il modo più adatto per cambiare le nostre convinzioni negative associate al periodo estivo.

Articolo suggerito da
Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma... Continua a leggere

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!