Depressione estiva: un problema poco conosciuto

Aggiornato il da Ginevra Bodano

"Sesso, sole e mare"! Beh, non per tutti. L'estate non è una stagione che mi piace un granché. Tra il caldo insopportabile, il corpo messo in mostra e il ritmo totalmente scombussolato, ogni anno non vedo l'ora che arrivi l'autunno. C’è da dire che non sono l’unica a provare queste cose e anzi, sono molte le persone che si sentono così. La depressione estiva è una realtà poco conosciuta, ma che esiste per davvero! Dunque, perché siamo depressi in estate? Quali sono i sintomi di questa depressione stagionale?

Depressione estiva: un problema poco conosciuto
 
 Sommario

Perché in estate mi viene la depressione?

Lo psicologo francese Boris Charpentier ci spiega che si tratta di un disturbo affettivo stagionale (SAD) poco conosciuto, che si manifesta generalmente in tarda primavera. In effetti, la depressione estiva è meno conosciuta dal momento che colpisce l'1% della popolazione, rispetto al 5% che ogni anno viene colpito dalla depressione invernale. Inoltre, è meno facile da trattare, rispetto alla winter blues, che generalmente viene curata con la terapia della luce.

Quali sono i sintomi di questo disturbo?

Il primo sintomo è caratterizzato da un'agitazione costante, a differenza della depressione invernale. Infatti quest’ultima porta piuttosto verso l’apatia. Invece, la depressione estiva ha altre caratteristiche, come per esempio:

  • Disturbi del sonno (insonnia, incubi, paralisi del sonno, ecc.) 
  • Disturbi dell’appetito 
  • Abbassamento della libido 
  • Sentimento di solitudine 
  • Assenza di relazioni sociali.

😞 In generale, c'è una perdita d'interesse nei confronti di attività che di solito vengono considerate piacevoli. Tutto diventa difficile da sentire e percepire: il sole, il calore, l'energia degli altri.

Perché soffriamo di depressione estiva?

Un'altra psicologa francese, Mélanie Fouré, spiega questo disturbo come una difficoltà di adattamento fisiologico: la luce, il calore, il cambiamento del ritmo di vita. Il corpo ha difficoltà a regolarsi e ad adattarsi ai cambiamenti. Il sole ha molti benefici, ma in estate può essere molto forte e presente. Dunque, cerchiamo di affrontarlo nel modo migliore possibile, attingendo alle risorse della nostra energia vitale. Un'altra possibile causa di SAD è l'ondata di calore: infatti, combattere le temperature calde non aiuta il corpo a riposare.

🌍 I discorsi fatti dai media sulle catastrofi naturali, come per esempio il riscaldamento globale, spesso colpiscono in modo più forte le persone particolarmente sensibili.

1) Il cambiamento di ritmo

Questo è un periodo in cui il ritmo della nostra vita cambia drasticamente. Le persone organizzate e perfezioniste, abituate ad avere molto lavoro da fare, possono diventare pigre, sentire fortemente il peso della noia e soffrire di bore-out. Sì, per alcune persone il lavoro è un mezzo per bilanciare ed equilibrare la propria vita! Così, d’estate, si sentono perse e in colpa per non essere produttive come da loro solito 🙍

2) L'assenza di vacanze

La maggior parte delle persone prendono i propri giorni di ferie durante l'estate. Vediamo tutti andare in vacanza, visitare posti paradisiaci e avere una vita fantasticaTuttavia anche durante l'estate c’è tanto lavoro da fare, e alcuni rinunciano alle ferie, non riuscendo però a concentrarsi perché perennemente occupati a confrontarsi con le vite degli altri.

3) Il rapporto con se stessi

La depressione estiva colpisce particolarmente anche chi soffre di mancanza di fiducia in se stesso. In estate, il caldo ci porta a scoprire il corpo 👙 . Le persone che hanno complessi sul proprio fisico, possono sentire un forte disagio. L'estate ci mette di fronte a corpi che alle volte invidiamo, ma non dimentichiamo che il nostro corpo merita tutto il nostro amore e le nostre cure. Tuttavia, alle prese con questo costante paragone con gli altri, non riusciamo a sentirci davvero bene e i pensieri negativi si fanno largo nella nostra mente.

La redazione ti consiglia - Come superare i nostri complessi inutili?

4) Altri fattori di rischio

Il lavoro, il cambio di ritmo e la mancanza di fiducia in se stessi non sono le uniche cause. Infatti, questa depressione può derivare da fattori diversi. In effetti, altri parametri possono entrare in gioco, come le allergie ai pollini, chiudersi in casa per sfuggire al caldo, uno stile di vita sedentario e persino squilibri ormonali, soprattutto per quanto riguarda le donne. È quindi necessario capire l'origine della propria depressione per poterla trattare al meglio.


Il consiglio della redazione – Come superare la depressione estiva?

Per prevenire questa depressione, è necessario riflettere sui valori importanti della nostra vita e lavorare su noi stessi. La meditazione consapevole può aiutarci a lavorare sui nostri pensieri, ma la cosa migliore è parlare di questa depressione con il nostro medico: quest’ultimo, infatti, ci indirizzerà verso uno psicologo per iniziare un percorso insieme. Per esempio, la terapia cognitivo-comportamentale (TCC) è il modo più adatto per cambiare le nostre convinzioni negative associate al periodo estivo.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti: 


Fonte: milanopsicologo.it

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!