Perché ci autosabotiamo in amore? Come possiamo cambiare?

Aggiornato il da Paola Ferraro

Se c'è un settore in cui sono uno specialista, è quello dell'autosabotaggio in amore! Beh, lo ero, perché sono felicemente sposato da diversi anni e non sto sabotando la mia relazione. Tuttavia, questo non mi ha impedito di attraversare fasi complicate in cui ho rovinato tutto... Perché le persone lo fanno? Come si definisce l'autosabotaggio in amore? Ti spiegherò tutto e, soprattutto, ti dirò come sono uscito da questo schema. Ecco come fare!

Perché ci autosabotiamo in amore? Come possiamo cambiare?

Cos'è l'autosabotaggio in amore?

L'autosabotaggio può accadere al lavoro, in amicizia, in famiglia e così via. Tuttavia, c'è un'area ancora più difficile delle altre: l'autosabotaggio in amore.

Si tratta di fare cose che avranno un impatto negativo sulla tua vita sentimentale, come ad esempio negare a te stesso l'opportunità di fare la prima mossa. Sì, scommetto che anche tu hai avuto una cotta per qualcuno, ma non hai mai osato dirglielo 😅... Ci sono molti comportamenti che indicano che stiamo disturbando le nostre relazioni sentimentali, eccone alcuni esempi:

  • Mettiamo distanza tra di noi e mettiamo in difficoltà l'altra persona anche se siamo interessati
  • Ci sforziamo di raggiungere la perfezione,
  • Ci lasciamo non appena le cose si fanno difficili
  • Tradisci l'altra persona anche se la ami
  • Chiedi costantemente una prova d'amore
  • Rifiuti di impegnarti troppo anche se ami molto la persona in questione

Possiamo notare che ci sono davvero diversi profili che possono essere riscontrati nell'autosabotaggio in amore. Infatti, una persona che è infedele al proprio partner non è necessariamente una persona che chiede molte prove d'amore.

Nel mio caso, ad esempio, mi sono infilata in relazioni tossiche quando sapevo che non avrebbero funzionato. Ho sprecato molto tempo a chiudermi in me stessa, mentre avrei potuto essere molto più soddisfatta con qualcun altro... Così mi sono chiesta cosa ci fosse dietro questo auto-sabotaggio.

Perché ci autosabotiamo in amore?

Mandare all'aria i tuoi appuntamenti è una cosa, ma è anche importante fare un passo indietro e capire perché lo fai. Dopo l'ennesimo appuntamento fallito, mi sono chiesto: cosa c'è che non va? In generale, ci sabotiamo in amore perché non abbiamo fiducia in noi stessi e, inoltre, la nostra mente è inquinata da distorsioni cognitive. Sai, quel tipo di pensieri come "non merito la felicità" o "se mi impegno in questo modo, la relazione sarà un inferno". A causa di questi pensieri, sviluppiamo uno stile di attaccamento evitante/pauroso 🤕.

Un passato che crea paure

Tuttavia, questo non è l'unico problema. L'altro motivo principale per cui ci auto-sabotiamo è la paura. Abbiamo paura del cambiamento a causa di una rottura, abbiamo paura dell'intimità a causa della fuga dagli altri, abbiamo paura dell'abbandono a causa di un comportamento soffocante... In breve, abbiamo sviluppato tutta una serie di paure, soprattutto a causa di esperienze negative da cui abbiamo tratto conclusioni.

Non siamo consapevoli di queste conclusioni negative, ma possono avere conseguenze disastrose che ci impediscono di realizzarci in amore. È impossibile avere una relazione stabile o duratura, perché non faremmo altro che chiuderci nella tossicità.

Come possiamo cambiare?

Questa è la domanda che dobbiamo porci se ci accorgiamo che le nostre relazioni non vanno bene. Dopo l'ennesima rottura brutale e dolorosa, volevo uscire da questo schema. Non è stato facile e mi ci è voluto un po' per capire le cause del mio comportamento.

Grazie all'introspezione, mi sono resa conto di soffrire di un grave caso di sindrome dell'impostore e di essere crudelmente priva di fiducia in me stessa. Avevo sempre l'impressione che le persone mi avrebbero lasciato perché non ero abbastanza bravo. Da queste riflessioni si capisce che tipo di attaccamento avevo: ero sempre preoccupata, mai serena e preferivo rimanere in relazioni che non mi soddisfacevano piuttosto che stare da sola. Ma il detto vale anche al contrario, ed è vero...

Un couple après une dispute

“Meglio soli che mal accompagnati.”

Imparare a correggere il proprio comportemento

È fondamentale capire cosa c'è dietro il nostro auto-sabotaggio. Per me è stata una bassa autostima, per altri potrebbe essere un trauma infantile. Tuttavia, non tutto è così chiaro e alcune persone hanno bisogno di un supporto terapeutico per verbalizzare la propria sofferenza. Si tratta di un processo lungo, ma che può essere accelerato con l'aiuto di uno psicologo in grado di identificare rapidamente i nostri pregiudizi. Una volta fatto questo lavoro, sarà più facile correggere l'autosabotaggio attraverso la terapia cognitiva e comportamentale, in particolare.

Nel mio caso, questa è la scelta che ho fatto, perché mi sono resa conto che non sarei stata in grado di aumentare la mia autostima da sola. Grazie alla terapia, ho preso coscienza del mio valore e questo mi ha permesso di avere una relazione stabile e serena, insomma una relazione piena di segnali positivi!

Opinione del redattore: una presa di coscienza non sempre facile

In amore, spesso ripetiamo gli stessi schemi, che portano sempre allo stesso risultato, senza rendercene conto. Non è facile rendersene conto e ammettere a se stessi che si sta sabotando la propria relazione, consapevolmente o meno. Se hai letto questo articolo, probabilmente è perché sei interessato all'argomento. Si tratta di un argomento complesso con molte possibili cause, per questo è importante fissare un appuntamento con uno psicologo. Insieme potrete capire cosa c'è dietro questo comportamento, da dove deriva e quali nuove abitudini mettere in atto per far fiorire le vostre relazioni.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felice… Qui e ora! 
#BornToBeMe


 Vedi anche:

Articolo suggerito da Paola Ferraro

La scrittura è sempre stata la mia terapia, da quando ho memoria ho sempre usato la carta come sacco da boxe. Impara a conoscermi, sono Paola Ferraro.

Gli articoli appena pubblicati

Mi sento diversa: non tutti i mali vengono per nuocere!

"Beh, ma tu sei un artista!". "Si vede che sei un po' originale!" Questo è proprio il tipo di osservazione che i miei amici mi fanno spesso (molto, troppo spesso). Complimenti? Non proprio. Più che altro è un modo educato di farmi capire che non sono come loro, che sto facendo troppo, o troppo poco, che non seguo il ritmo. La verità? Credo che abbiano ragione!

"Maschiaccio": non dire mai più una cosa del genere alle ragazze!

Da piccola giocavo molto con i Lego e con i videogiochi. Per me sono passioni come tutte le altre e a 33 anni gioco ancora ai videogiochi. Tuttavia, ciò che non è normale è che quando ero più giovane venivo descritta come un "maschiaccio". In realtà, ho sempre odiato questo termine e credo sia ora di smettere di usarlo. È sessista e attribuisce un'etichetta alle ragazze che non rientrano nei cliché del loro genere, quindi non pronunciarlo mai più!

Detesto i complimenti, perché mi mettono così a disagio?

“Hai un talento naturale per la fotografia, sei bravissima!”. Improvvisamente divento rossa come un peperone e non so più come comportarmi. I complimenti mi mettono terribilmente a disagio, ma so che dovrei viverli in tutt’altra maniera. La maggior parte delle persone infatti amano i complimenti! Io non riesco ad accettarli. Perché? Cosa mi mette così a disagio?

Sono una di quelle persone che non mettono il lavoro al centro della propria vita. D'altra parte, ho un'amica che lo fa, al punto che il suo corpo cede regolarmente. È chiaro che il suo lavoro è la sua ragion d'essere e dà il massimo. Forse un po' troppo. Ecco perché ho voluto scrivere questo articolo, per ricordarle di fare attenzione! Forse sarà utile anche a te, soprattutto se senti che la tua carriera sta occupando tutto lo spazio della tua vita.

Basta con la pressione per avere una vita sessuale folle, anche il missionario va bene!

"Haaa cosa non hai mai provato la posizione della carriola moldava?". No Ginetta, non ho mai provato questa posizione sessuale, ma il tuo sguardo stupito mi mette sotto pressione... Onestamente, a chi non è mai capitato durante una discussione tra amiche? A me è successo e anche se la carriola moldava non esiste, avevo il diritto di essere giudicata per altre pratiche sessuali che non pratico. Sembra che tu debba fare di tutto a letto per dimostrare di avere una vita sessuale pazzesca... Basta!

La mia famiglia è tossica: come riconoscerla? come fare?

Non riesco a credere di essere nata sotto una cattiva stella solo a causa della mia famiglia che, ammettiamolo, è lungi dall’essere perfetta. Quando mia madre non mi fa sentire in colpa, ci pensa mio padre a sminuirmi ed a paragonarmi alla sorella che non ho mai avuto. Per essere felice e sfuggire a questa relazione "tossica", ho dovuto prendere delle misure, poi le distanze. Ti racconto come ho imparato a stare alla larga dai miei genitori nocivi.

Il mio manager è tossico? 9 segni per scoprirlo!

Essere un bravo manager non è roba da tutti. Alcuni tirano un po' troppo la corda e vittimizzano i sottoposti senza scrupoli. Controllano le mail, sono incapaci di riconoscere il talento dei colleghi, e possono addirittura arrivare alle minacce, raggiungendo dei comportamenti malsani. Se hai dubbi sul tuo manager, ecco 9 indizi per capire se è tossico!

Mi sento sola: 8 modi per colmare quel grande vuoto in me

Viviamo gli uni accanto agli altri, senza vederci veramente. In coppia, in società, in senso generale, spesso ci si sente soli. E ancora di più in periodo Covid. Trasparenti, incompresi…questa solitudine è pesante e ci fa isolare ogni giorno un po' di più. Prima di finirla da sole con 10 gatti (anche se questi ultimi sanno essere di grande conforto!), ecco 8 trucchetti per colmare definitivamente questa sensazione di vuoto e non sentirci mai più messe da parte.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!