Ho paura del buio: sintomi e soluzioni per la nictofobia

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Quando scende la notte, se devo andare in bagno in piena notte torno a essere una bambina con la paura dei mostri nascosti nell’armadio. Concretamente, a parte le crisi d’ansia, non mi è mai successo nulla la notte ma è più forte di me… Per ridurre la fattura dell’elettricità e per il bene della persona che mi dorme accanto, sto cercando di capire da cosa deriva questa paura del buio per poterla combattere!

Ho paura del buio: sintomi e soluzioni per la nictofobia
 
 Sommario

“Nessuno ha davvero paura del buio. Abbiamo paura di quello che nasconde.” Andréanne Durand-Marsh

Come superare la paura del buio, la nictofobia?

Andare a dormire tornerà ad essere un piacere…

Non ho più l’età per credere ai mostri

Si sa, i bambini spesso hanno paura del buio. Un eccesso di immaginazione li convince che una creatura abominevole si nasconde sotto il letto. O magari hanno sentito dire che se non fanno da bravi, un mostro uscirà dall’armadio. 25 anni dopo, so benissimo che devo essere razionale. Ma la paura notturna è dura a morire… Sarò per sempre una bambina? Un adulto che non ha ricevuto le armi necessarie la paura, non imparerà mai superarla?

😱 La sensazione di vuoto mi angoscia, il senso di solitudine mi fa pensare che nessuno mi aiuterà se dovessi averne bisogno. Provo una profonda tristezza, come se il mio istinto di sopravvivenza mi spingesse ad avere paura del buio per tutta la vita.

La redazione ti consiglia: Ho paura del buio: sintomi e soluzioni per la nictofobia

Il nero, da sempre un colore che incute paura

Nessuno guarda un film horror alle 3 del pomeriggio con tutte le luci accese. Tutto il contrario. Ci immergiamo volontariamente nell’oscurità per creare un’atmosfera lugubre. Un’atmosfera nella quale non percepiamo eventuali pericoli che potrebbero sorprenderci, cosa che ci rende estremamente vulnerabili. Il buio, rappresentato dalla notte, è associato alla paura. Questa paura è profondamente ancorata in tutte le culture. Nella mia testa, come probabilmente nella vostra, i criminali agiscono spesso con il buio. Il buio è vuoto e questo richiama la paura della morte, uno stato sconosciuto che spaventa la specie umana…

L’oscurità può anche riportarci a vecchi traumi. Visto che sono sola e vulnerabile, ho l’impressione di rivivere un’aggressione, un furto o qualsiasi altro ricordo doloroso…

> Scopri l’EMDR, un metodo per superare lo stress post traumatico.


Lo sapevi? Non sei solo!

paura di notte

Secondo uno studio recente su un campione di 2000 persone, il 40% ha affermato di avere paura di camminare da soli a casa la notte. Il 10% non penserebbe neanche lontanamente di alzarsi per andare in bagno.


Domare l’oscurità grazie agli altri sensi

Un’altra cosa altrettanto spaventosa del buio è l’assenza di punti di riferimento. Privata della vista, non so cosa succede intorno a me. E se invece di correre verso l’interruttore più vicino respirassi normalmente? Se utilizzassi gli altri sensi per aiutarmi e rassicurarmi. È normale che il mio appartamento o la mia casa emetta rumori strani, ma non parliamo di certo i passi di un ladro. Se mi concentro sull’udito posso riesco a riconoscere da vicino e da lontano i rumori del parquet, il ronzio del frigo o le tapparelle che sbattono.

Un rumore sospetto ha sempre una spiegazione razionale. Posso quindi utilizzare queste spiegazioni per non avere paura del buio ed è grazie a questo genere di esercizi che riuscirò poco a poco a riacquistare fiducia!


Attenzione: non alimentare la paura

nuit paisible

Ascoltare la paura significa darle ragione. Lasciare la luce accesa ha un effetto calmante ma conferma che la notte è pericolosa.



Il consiglio della redazione: la paura del buio non è insormontabile

Che sia profonda o meno, questa paura può essere superata. Diversi psicologi hanno approfondito l’argomento (a riprova che si tratta di un fenomeno estremamente ricorrente e soprattutto non c’è niente di cui vergognarsi 😉) ed ecco alcune soluzioni:

Luis Véra, psicoterapeuta, consiglia di confrontarsi con il buio progressivamente

Cerca di stare qualche minuto in penombra. Respira, nota che non sta succedendo niente di strano. Ripeti l’esercizio aumentandone la durata e l’intensità del buio.”

Paul Denis, psicanalista, ci invita a pensare a cose belle

Leggi un libro prima di addormentarti. Ti occuperà la mente e avrà un effetto rilassante. Oppure pensa ai piani per le vacanze: pensare a cose belle evita che il panico prenda il sopravvento.”

Béatrice Copper-Royer, psicologa, predilige l’introspezione

Fatti delle domande, da sola o con un terapeuta. Mi è mai capitata una notte spaventosa? Cosa succedeva quando andavo a letto da bambina? Tornare indietro alle nostre vecchie paure ci permette di superarle. Comprendere la fonte permette di avanzare, da soli o accompagnati”.


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felice… Qui e ora! 
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti:


Fonte: ipsico.it 

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Amnesia traumatica: cos'è? Ha effetti su di me?

Hai mai avuto la sensazione di aver dimenticato parte della tua vita? Forse hai regolarmente dei vuoti di memoria? Se è così, potresti essere affetto da amnesia traumatica. L'amnesia traumatica è un vero e proprio meccanismo di protezione psicologica che intrappola le vittime in una sofferenza diffusa. Identificare i sintomi è fondamentale per prendere coscienza del problema e cercare aiuto. Ecco come fare.

Non riesco a meditare, come fare?

Niente da fare, per alcuni è impossibile meditare! I pensieri partono in quarta e concentrarsi diventa la cosa più difficile del mondo. A questo punto, meditare genera solo nervosismo e sembra quasi essere una perdita di tempo. Tuttavia, quando si prova a meditare è proprio perché si desidera imparare a mollare la presa e rilassarsi. La meditazione ha tantissimi benefici sia per il corpo che per la mente,quindi, come fare quando non si riesce a meditare? Ecco alcune soluzioni per riuscire in questa pratica dagli effetti estremamente positivi.

Solitudine positiva: perché ci piace stare da soli?

Alcuni la evitano come la peste, ma altri la amano tantissimo, perché non sentono di essere da soli ma piuttosto in compagnia di loro stessi, e questo non li spaventa. I momenti in solitudine sono un’ottima opportunità per prenderci cura di noi stessi, per fare ciò che vogliamo quando vogliamo. Per quanto i nostri cari possano essere i migliori del mondo, è bene godere dei momenti in cui ci si ritrova da soli con se stessi.

Emetofobia: quando la paura di vomitare nasconde altri problemi...

Di paure strane ne ho accumulate tante nel corso degli anni però la paura di vomitare vince a mani basse. Si chiama emetofobia e mi ha letteralmente traumatizzato. Spesso presa sotto gamba o addirittura ridicolizzata, la paura di vomitare è in realtà una delle fobie più diffuse al mondo! Non è una paura strana o solo passeggera. In realtà, nasconde qualcosa di più profondo. Scopriamolo insieme.

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione troppo forte. È vero che, personalmente, soffro di disturbi alimentari, e ho quindi l’impressione di gestire i miei problemi attraverso il cibo. Ultimamente, sono stata seguita da uno psicologo nutrizionista, che mi ha fatto capire il perché di questo tipo di comportamento alimentare. Questa infatti si chiama fame emotiva o fame nervosa. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tratta di se stessi! Purtroppo conosco bene l’argomento poiché mi capita di avere un determinato pensiero e di agire poi facendo il suo esatto contrario. Questa è la caratteristica principale della dissonanza cognitiva, ma perché non ce ne rendiamo conto? Come funziona questa dissonanza? Come sbarazzarsene? Sono tutte domande lecite!

Come smettere di mangiarsi le unghie? La lotta contro l’onicofagia

È da anni che mi mangio le unghie. Non saprei dire esattamente quando ho cominciato, ma mi sembra di farlo da sempre. In classe perché mi annoiavo, durante un esame perché ero stressata, in ufficio perché mi aiuta a concentrarmi. Sono un’adulta, e quest'abitudine (della quale pensavo mi sarei liberata dopo l’adolescenza) continua a perseguitarmi. Ma è davvero una semplice abitudine? O piuttosto un disturbo ossessivo compulsivo, una dipendenza…

Paura del silenzio: perché ci rende così ansiosi?

Ah, il silenzio... Che sia durante una conversazione o a casa, devo ammettere che non mi piace molto. Nella prima situazione mi sento estremamente in imbarazzo e nella seconda il silenzio diventa "assordante" e provoca ansia. Da dove nasce questa situazione? Perché dovrei accettare un po' di più il silenzio? E come possiamo farlo? Nella nostra società rumorosa, è giunto il momento di riconnetterci con il silenzio, di abbracciarlo e di smettere di avere paura.

Perché non riesco a scusarmi?

"Mi dispiace", "Scusami", sono frasi che, nonostante gli sforzi, non escono mai dalla tua bocca. Anche quando le scuse potrebbero risolvere tutti i problemi, non riesci proprio a farcela. Ma perché è così complicato? Come superare questo blocco? Vediamolo!

Non ho amici: come fare se non si hanno amici?

Non che passi tutto il giorno da solo/a, nel mio angolo, senza dire una parola. Ho quelle due o tre persone da chiamare se voglio uscire a bere qualcosa, ma non ho amici. Nessuna "seconda famiglia", come si suol dire. Si tratta di una scelta volontaria? È solo a causa del mio brutto carattere che respingo tutti quelli che mi si avvicinano? Oppure è semplicemente la vita, che ci allontana da alcune persone quando cresciamo? Non ho amici, è davvero così grave?

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!