"Maschiaccio": non dire mai più una cosa del genere alle ragazze!

Aggiornato il da Amelia Lombardi

Da piccola giocavo molto con i Lego e con i videogiochi. Per me sono passioni come tutte le altre e a 33 anni gioco ancora ai videogiochi. Tuttavia, ciò che non è normale è che quando ero più giovane venivo descritta come un "maschiaccio". In realtà, ho sempre odiato questo termine e credo sia ora di smettere di usarlo. È sessista e attribuisce un'etichetta alle ragazze che non rientrano nei cliché del loro genere, quindi non pronunciarlo mai più!

"Maschiaccio": non dire mai più una cosa del genere alle ragazze!

Più un insulto che un'espressione

"Come fai a sapere se sei un maschiaccio?".

"Perché si dice maschiaccio?"

"Mia figlia è un maschiaccio, cosa posso fare?".

"Come si chiama una ragazza che si comporta come un ragazzo?".


Non ho inventato io tutti questi commenti, basta aprire Google e digitare "maschiaccio" per vedere le domande poste al motore di ricerca. Si tratta di una grande preoccupazione e sono soprattutto i genitori ad averla sollevata 😥. Infatti, sono loro stessi a chiedersi e a preoccuparsi, perché ritengono che la loro figlia si dedichi ad attività descritte come maschili o si comporti in modi tradizionalmente associati ai ragazzi.

Non riesco a immaginare lo scompiglio che si crea quando i genitori si preoccupano di questo. Per quanto mi riguarda, sono stata "fortunata" perché non è stata la mia stretta cerchia di amici a chiamarmi così e, soprattutto, i miei genitori mi hanno rassicurato enormemente, perché sì, l'espressione è più vicina a un insulto che altro 🙃.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: Maschi alfa: come riconoscere un maschilista narcisista? 

Un bambino "mancato"?

In effetti, dicendo questo, si sottintende che non siamo riusciti a creare un "vero" bambino. Questo può sollevare molte domande e distruggere l'autostima della bambina che sente queste parole su di sé. Le viene fatto capire che, se non si comporta in modi assegnati al genere femminile, non è una donna a tutti gli effetti.

📌

Anche ai ragazzi viene attribuita l'espressione "femminuccia", come se fosse un insulto di per sé 😅....

In sostanza, questo tipo di discorso perpetua l'idea che le ragazze siano meno importanti dei ragazzi e, soprattutto, rafforza gli stereotipi di genere.

Il bisogno di adattarsi ai dettami della società

È ovvio che i genitori che si preoccupano di avere un "maschiaccio" non hanno dato ai loro figli un'educazione neutrale dal punto di vista del genere. Questo è il problema principale 😕 ! "Maschiaccio" è un'espressione apparsa nel XX secolo, in una società estremamente binaria e di genere, con gli uomini da una parte e le donne dall'altra. Le donne erano a malapena considerate... Sì, se consideri che proprio in quel periodo (1945) abbiamo finalmente ottenuto il diritto di voto!

Probabilmente verrò definita "wokista", ma questa espressione esprime quanto tu debba adattarti agli schemi, è arcaica e degradante. Alle ragazze che vengono etichettate in questo modo viene fatto capire che si comportano male e, ovviamente, la diversità di genere viene infranta da questa idea d'altri tempi.

La devastazione degli stereotipi di genere

Forse alcune persone non capiscono perché sia un problema rientrare nel genere che ti è stato assegnato alla nascita. Se è così, dobbiamo urgentemente decostruire noi stessi e aprire gli occhi, perché gli stereotipi di genere causano molta sofferenza e sono uno dei principali mali della nostra società. Usando l'espressione "maschiaccio", perpetuiamo idee che contribuiscono a rafforzare le 👇:

  • Disuguaglianze sessiste
  • Pregiudizi e discriminazioni
  • La repressione delle emozioni
  • La limitazione dell'espressione di sé
  • ecc.

Ai bambini viene fatto capire che non possono essere se stessi e che il modo in cui gli altri li vedono è più importante del loro benessere. Ovviamente, questo causa ancora più sofferenza alle persone non binarie o quelle transgender. La disforia di genere può svilupparsi e portare a depressione o tentativi di suicidio...

Questo articolo potrebbe interessarti: Qual è il significato di LGBTQIA+ 🏳️‍🌈? #identità

Una rivalutazione necessaria

Credo che se i genitori sono preoccupati, è proprio perché hanno paura di essere giudicati dagli altri, senza pensare alle conseguenze già dannose descritte in questo articolo. Ecco perché è bene fare un passo indietro e non trasmettere le proprie ansie ai figli, che sono a loro volta il prodotto di un'educazione di genere. Al contrario, è importante creare una barriera protettiva e incoraggiare tua figlia, tuo figlio, insomma tuo figlio ad essere la persona che desidera 💪.

Pertanto, piuttosto che usare il termine "maschiaccio", è meglio... non dire nulla 🤐! In questo modo, rispettiamo e sosteniamo la libertà di tutti, compresi i nostri figli, e mettiamo da parte i nostri pregiudizi e le nostre distorsioni cognitive. La diversità e l'inclusione sono la chiave per un mondo migliore. In altre parole, un mondo che non generi sofferenze che hanno un impatto profondo sugli individui, quindi tanto vale cambiare le cose sulla nostra scala mettendo già in discussione il nostro vocabolario, non credi 😉 ?


Il consiglio della redazione: i traumi dell'infanzia

Anche tu hai sofferto per essere stato definito un "maschiaccio"? Molti disturbi dell'adulto sono il risultato di un trauma infantile, anche se di lieve entità. Tornare alle origini può aiutarti ad andare avanti e a sentirti meglio con te stesso. Quindi non esitare a confidarti con uno psicologo su eventi legati alla tua infanzia che potrebbero ancora oggi perseguitarti.

🤗Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso! 
#BornToBeMe

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

Logorrea: come puoi fermare la diarrea verbale?

Chi non si è mai detto, dopo aver conosciuto una persona nuova, "ops, ho parlato un po' troppo"? A me è capitato spesso, perché tendo a stressarmi un po' troppo. So che il mio flusso di parole è dovuto alla mia ansia sociale. Tuttavia, può capitare di imbattersi in persone che parlano in modo davvero eccessivo, o addirittura del tutto incoerente. Si chiama logorrea e la causa principale non è lo stress. Quindi qual è la causa? Come puoi fermare questo flusso verbale e parlare con una persona logorroica? Ecco come fare.

Dermatillomania, ovvero come torturare la pelle...

Chi non si è mai schiacciatoun brufolo sul viso, sapendo benissimo che poi sarebbe peggiorato? Personalmente, non sono mai riuscito a resistere a quella protuberanza rossa e dolorosa sul mio viso. Tuttavia, non sono mai arrivata al punto di soffrire di dermatillomania. Dermatillomania è una parola apparentemente barbara che si riferisce al grattarsi la pelle fino a provocare cicatrici. Ma cosa si nasconde dietro questo comportamento? Come si fa a smettere di cercare di eliminare tutto il sebo dalla pelle? Ne parliamo.

La triade oscura: narcisista, machiavellico o psicopatico?

Mi è successo tante volte di rimanere stupita o senza parole ma in questo caso sono davvero in stato di shock. Facendo il test della triade oscura ho scoperto di avere una personalità per il 13% più oscura della media, con una netta tendenza al narcisismo. E se scoprissi anche tu di avere una personalità tossica? 😭 Quale test riesce a scoprire il tuo lato oscuro?

Tra bellezza e sofferenza: chi è la donna bambina?

Ma chi è veramente una donna bambina? Certo, la donna bambina è in realtà un'adulta ma non è "cresciuta". Quindi si mantiene la sua personalità-camaleonte: innocente e sexy, affettuosa e diffidente, oggetto di fantasia o di irritazione: chi è veramente?

Come riconoscere una persona psicorigida?

“Devi farlo tu”, “No, tu non metterci mano”, “non si può fare diversamente”. Non ne posso più di tutti questi ordini! Addio libertà, solo ansia continua… No, non è una malattia essere rigidi, ma diciamo che rovina l’atmosfera. Ormai ho imparato a riconoscere le persone psicorigide per adattarmi. Ebbene sì, esiste un buon modo per reagire di fronte a queste persone che vogliono dirci anche quando respirare.

Il test del cubo la dice lunga sulla nostra personalità... o forse no!

“Immagina di camminare nel deserto e di vedere un cubo...”, un amico mi ha fatto un test della personalità lo scorso Capodanno. Era il test del cubo! Esiste da diversi anni ma non lo conoscevo ancora! Alcuni dicono che abbia origini giapponesi ma non ne sono certa. In ogni caso, farlo è stato super divertente!

Chi sono le persone INFP: cosa significa? qual è la tua personalità?

Il questionario MBTI (myers-briggs type indicator) è un questionario di personalità oltre che uno strumento per lo sviluppo personale. Permettere di conoscere il proprio MBTI (quale personalità hai), di saperne un po’ di più su se stessi e di capire come percepiamo e interagiamo con il mondo. Il tuo test MBTI dice che sei una personalità INFP? Che significa?

Odio gli animali: sono una persona orribile?

"Che carino quel cane, che tenero quel gatto…" Si, troppo carini, in foto però, non di certo sulle mie ginocchia! Ho molta più voglia di evitare gli animali piuttosto che di accarezzarli. Alcuni mi dicono che sono tremenda, ma non si rendono conto di tutti quelli che sono gli inconvenienti dell’avere un animale in casa, o la paura che personalmente provo all’idea. Non mi piacciono gli animali, mi fanno anche un po’ paura, ma da cosa potrebbe derivare questa fobia? Vediamolo insieme!

Sindrome della “brava ragazza”: come liberarsene?

Mi è sempre stato detto che sono una ragazza seria e responsabile. Quando ero piccola ne andavo fiera e questo mi spronava a dare sempre il meglio. Tuttavia, è da qualche anno che mi sento stanca di dover sempre dare il meglio di me e di dover sempre essere accomodante. Non ho mai permesso a me stessa di essere imperfetta, perché non volevo deludere gli altri. Con il tempo ho capito che non si trattava di un aspetto del mio carattere, ma della sindrome della brava ragazza. Le donne ne sono spesso vittime e questo ci impedisce di realizzarci e affermarci. Che cos’è la sindrome della brava ragazza e come liberarsene? Vediamolo insieme.

Positivià tossica: mi impongo di stare bene... e non va bene!

L’ottimismo è una bella cosa. “Andrà tutto bene”, “sii forte”, “tutto tornerà alla normalità”. Te lo sei detto e ridetto e te lo hanno ripetuto anche gli altri, ma se da un lato questa attitudine positiva è una cosa buona, dall’altro alle volte può diventare tossica. Quando ci impediamo ad ogni costo di stare male, la mente rischia di soffrirne profondamente.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!