Sono troppo gentile, aiuto!

Aggiornato il da Giada Paoli

Sono sempre stata la tipica “ragazza simpatica”. Quella che sorride anche quando non le sorridi, che ti fa un favore anche se non sempre sei stato carino con lei, e che trova costantemente una scusa per il comportamento degli altri. Troppo buona, troppo stupida? No, ma ho sempre avuto l’impressione di essere una supereroina che diffonde la sua bontà in tutto il mondo. Ma una supereroina un po’ infelice…

Sono troppo gentile, aiuto!

Gentile o troppo gentile?🤔

Sono molte le persone che ritengono che non si possa essere troppo gentili, che ci si aspetti sempre qualcosa dagli altri: rispetto, gentilezza, affetto. Tuttavia, alle volte capita che la nostra gentilezza non venga ricompensata, che non se ne riceva altrettanta in cambio. Secondo la mia esperienza, non posso propriamente dire che gli altri si approfittino della mia bontà. Semplicemente, non se ne facevano niente dei miei sentimenti. Sempre pronta a evitare il conflitto, non rispondevo alle frecciatine antipatiche, e facevo anche attenzione a non offendere a mia volta. Mi sono spesso chiesta se tale o tale persona meritasse veramente la mia amicizia e gentilezza… La risposta non era affatto evidente.

La redazione ti consiglia -  Seduzione compulsiva: perché ho bisogno di piacere ad ogni costo?

Impossibile dire di no🙅‍♀️

Le persone troppo gentili riscontrano una difficoltà maggiore rispetto agli altri nel dire di no. “Non ho il tempo di fare questo favore, ma lo faccio lo stesso”, “Non riesco a interrompere questa conversazione poco stimolante, perciò rientro tardi a casa”. Tutto questo capita perché siamo incapaci di porre dei limiti agli altri. Non riusciamo ad affermarci e a dire di no. La differenza tra l’essere gentile e l’esserlo troppo, sta proprio nella capacità che abbiamo di metterci al primo posto, di non infliggerci qualcosa e, di conseguenza, sentirci tristi, pur di compiacere gli altri. È difficile, ma non impossibile.

Come smettere di essere troppo gentili senza diventare un mostro?👀

Essere gentili non è un difetto. L’empatia è essenziale; quello che bisogna cambiare, è la paura dell'opinione degli altri e l’incapacità di porre dei limiti. La buona notizia è che si può fare senza problemi e senza schiacciare gli altri o diventare maleducati. In realtà, non c’è il gentile da una parte e il maleducato dall’altra. Bisogna solo riuscire ad esprimersi, ad avere delle relazioni appaganti e vivere felici.

1)Non ti scusare più del necessario

Cerca di passare un’intera giornata senza chiedere scusa e ti renderai conto di quanto utilizzi questa parola, spesso per motivi futili o semplicemente perché ti senti in colpa. Perché non rimpiazzare “scusa” con “grazie”? Vedrai che le relazioni ne guadagneranno in termini qualitativi.

2)Pensa anche (e soprattutto) a te stessa 🫶

Quando una persona ti chiede una mano, il tuo affetto o il tuo tempo, piuttosto che andarle incontro senza esitazioni, chiediti prima se puoi darle quello che ti ha chiesto: hai fatto tutto ciò che dovevi fare? Hai risolto i tuoi problemi? Hai le capacità fisiche e mentali per fare questo favore nell’immediato? Devi prima soddisfare i tuoi bisogni! È inoltre un ottimo modo per allontanare gli approfittatori.

3)Parla delle tue ferite 💔

Se sei una persona gentile hai sicuramente tendenza a perdonare troppo facilmente, anche quando il dolore sarà indelebile. Se qualcuno ti ferisce, bisogna parlargliene gentilmente ma in modo chiaro, altrimenti questa persona non prenderà mai consapevolezza delle conseguenze delle sue azioni. Perdona, perché il rancore è inutile, ma non perdonare troppo velocemente.

4)Impara a dire di no ⛔

Se alle volte quando dici “si” non ti senti soddisfatto per aver aiutato qualcuno, è perché ti sei sforzata di dare una risposta affermativa. Allenati a dire di no. I tuoi amici potrebbero essere un po' sorpresi all’inizio, ma non sei li per rispondere “amen” ad ogni loro proposta.

Potrebbe interessarti: Perché mi sento in colpa quando non rispondono ai messaggi?

5)Dai la tua opinione 🗣️

Condividi la tua opinione. Che si tratti di un discussione tra amici, della scelta del ristorante o del film da vedere, dai la tua opinione e soprattutto non lasciare che gli altri decidano per te. Sii assertiva e non avere paura del conflitto. Non c’è bisogno di provocarlo, ma non cercare di evitarlo a tutti i costi.


Il consiglio della redazione: perché non essere troppo gentili?

La domanda può essere legittima. È vero che la gentilezza è una qualità necessaria per creare dei buoni rapporti. Le persone troppo gentili si ritrovano spesso in relazioni disequilibrate. Non mettono freno ai desideri degli altri, assecondandoli costantemente, e alle volte sono talmente gentili al punto che questa diventa la causa della loro tristezza. Questo comportamento distorce le relazioni. Gli altri hanno l’impressione di avere a che fare con una maschera, con qualcuno che è gentile solo per non essere disprezzato, che li lusinga allo scopo di essere accettato e che manca di onestà. Insomma, non c’è nessun guadagno nell’essere troppo gentili con gli altri.


🤗Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso! 
#BornToBeMe


Contatta uno psicologo


Articolo suggerito da Giada Paoli

Il mio sogno è vivere sognando ad occhi aperti, amando infinitamente e sentirmi libera di essere ciò che desidero.

Gli articoli appena pubblicati

Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Piangere davanti a una pubblicità? Fatto ✅. Essere disturbati da qualsiasi rumore? Certo ✅. Non sei in grado di gestire le tue emozioni negative? Certo ✅. Tutte le persone ipersensibili lo sperimentano quotidianamente. Almeno, io lo faccio. Esatto, faccio parte della squadra delle emozioni! Non è abbastanza facile per me, quindi quando sono in una relazione so che il mio partner è perso. Per questo ho scritto una piccola guida per aiutare le persone che vivono quotidianamente con una persona ipersensibile.

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Come punire in modo efficace i propri figli? Ecco alcuni consigli

Sono sempre tanto carini...quando dormono! Non c’è niente da fare, nemmeno le punizioni funzionano e tuo figlio continua a fare una marea di danni! La conseguenza? Non ti senti rispettata, alle volte quasi inutile. Tuttavia, c’è una buona notizia, ovvero che esistono delle soluzioni per ritrovare il tuo potere. Come punire un figlio in modo efficace? Vediamolo!

Perché mi sento sempre in colpa?

Il senso di colpa ti divora anche se non hai fatto niente di male? Perché finisci sempre per darti la colpa di tutto? Quali sono i motivi? C’è un modo per smettere e imparare a stare meglio. Ecco i nostri consigli!

Sindrome di Asperger: definizione, diagnosi e cura

Difficoltà a comunicare, la chiusura in una passione, rumori troppo aggressivi… Ti riconosci o pensi a qualcuno leggendo questa breve descrizione? Si tratta dei tratti caratteristici delle persone affette dalla sindrome di Asperger, una leggera forma di autismo. È importante capire a fondo questa sindrome per farsi accompagnare o accompagnare al meglio coloro che ne soffrono. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cosa significa avere un carattere forte per una donna?

A quanto pare ho un carattere troppo forte. O almeno è quello che dicono le persone che si sentono aggredite quando do il mio parere o esprimo il mio scontento. Si direbbe quasi che preferiscano che finga pur di dar loro ragione…. Eppure, avere un carattere forte non è necessariamente qualcosa di negativo! Anzi, è positivo per la mia salute e per quella di chi ci circonda. Sì, ho un bel caratterino, e quindi?

Piangere davanti ai propri figli: segno di debolezza o lezione di vita?

Da bambino, tutto è un pretesto per versare una lacrimuccia. Gestire le emozioni è una cosa da adulti, soprattutto da genitori. O perlomeno, ci provano. Eppure, ho visto i miei piangere e non li biasimo affatto. Oltre a queste immagini strazianti, la loro «mancanza di pudore» mi è servita tanto nella vita. Grazie mamma, grazie papà: non sono un robot senza cuore! Per far sì che tutti i genitori smettano di farsi dei complessi e di sforzarsi per evitare di piangere, dirò la mia sulla questione. Non in qualità di esperta, ma come una bambina un po’ cresciuta che ha già visto crollare e scoppiare in lacrime i suoi genitori e che se lo ricorda ancora.

Perché mi innamoro sempre degli uomini che non mi amano?

Ogni volta la stessa storia, sei attratta da uomini che non si interessano a te, che non ti fanno stare bene, che sono totalmente inaccessibili? Ma perché ricadi sempre nello stesso schema drammatico? Nathalie Prussia-Collin, autorevole psicologa francese, ci spiega questo comportamento.

Mi sento diversa: non tutti i mali vengono per nuocere!

"Beh, ma tu sei un artista!". "Si vede che sei un po' originale!" Questo è proprio il tipo di osservazione che i miei amici mi fanno spesso (molto, troppo spesso). Complimenti? Non proprio. Più che altro è un modo educato di farmi capire che non sono come loro, che sto facendo troppo, o troppo poco, che non seguo il ritmo. La verità? Credo che abbiano ragione!

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!