Sono troppo gentile, aiuto!

Sono sempre stata la tipica “ragazza simpatica”. Quella che sorride anche quando non le sorridi, che ti fa un favore anche se non sempre sei stato carino con lei, e che trova costantemente una scusa per il comportamento degli altri. Troppo buona, troppo stupida? No, ma ho sempre avuto l’impressione di essere una supereroina che diffonde la sua bontà in tutto il mondo. Ma una supereroina un po’ infelice…

  Sommario

Gentile o troppo gentile?

Sono molte le persone che ritengono che non si possa essere troppo gentili, che ci si aspetti sempre qualcosa dagli altri: rispetto, gentilezza, affetto. Tuttavia, alle volte capita che la nostra gentilezza non venga ricompensata, che non se ne riceva altrettanta in cambio. Secondo la mia esperienza, non posso propriamente dire che gli altri si approfittino della mia bontà. Semplicemente, non se ne facevano niente dei miei sentimenti. Sempre pronta a evitare il conflitto, non rispondevo alle frecciatine antipatiche, e facevo anche attenzione a non offendere a mia volta. Mi sono spesso chiesta se tale o tale persona meritasse veramente la mia amicizia e gentilezza… La risposta non era affatto evidente.

La redazione ti consiglia -  Seduzione compulsiva: perché ho bisogno di piacere ad ogni costo?

Impossibile dire di no

Le persone troppo gentili riscontrano una difficoltà maggiore rispetto agli altri nel dire di no. “Non ho il tempo di fare questo favore, ma lo faccio lo stesso”, “Non riesco a interrompere questa conversazione poco stimolante, perciò rientro tardi a casa”. Tutto questo capita perché siamo incapaci di porre dei limiti agli altri. Non riusciamo ad affermarci e a dire di no. La differenza tra l’essere gentile e l’esserlo troppo, sta proprio nella capacità che abbiamo di metterci al primo posto, di non infliggerci qualcosa e, di conseguenza, sentirci tristi, pur di compiacere gli altri. È difficile, ma non impossibile.

Come smettere di essere troppo gentili senza diventare un mostro?

Essere gentili non è un difetto. L’empatia è essenziale; quello che bisogna cambiare, è la paura dell'opinione degli altri e l’incapacità di porre dei limiti. La buona notizia è che si può fare senza problemi e senza schiacciare gli altri o diventare maleducati. In realtà, non c’è il gentile da una parte e il maleducato dall’altra. Bisogna solo riuscire ad esprimersi, ad avere delle relazioni appaganti e vivere felici.

1)Non ti scusare più del necessario

Cerca di passare un’intera giornata senza chiedere scusa e ti renderai conto di quanto utilizzi questa parola, spesso per motivi futili o semplicemente perché ti senti in colpa. Perché non rimpiazzare “scusa” con “grazie”? Vedrai che le relazioni ne guadagneranno in termini qualitativi.

2)Pensa anche (e soprattutto) a te stessa

Quando una persona ti chiede una mano, il tuo affetto o il tuo tempo, piuttosto che andarle incontro senza esitazioni, chiediti prima se puoi darle quello che ti ha chiesto: hai fatto tutto ciò che dovevi fare? Hai risolto i tuoi problemi? Hai le capacità fisiche e mentali per fare questo favore nell’immediato? Devi prima soddisfare i tuoi bisogni! È inoltre un ottimo modo per allontanare gli approfittatori.

3)Parla delle tue ferite

Se sei una persona gentile hai sicuramente tendenza a perdonare troppo facilmente, anche quando il dolore sarà indelebile. Se qualcuno ti ferisce, bisogna parlargliene gentilmente ma in modo chiaro, altrimenti questa persona non prenderà mai consapevolezza delle conseguenze delle sue azioni. Perdona, perché il rancore è inutile, ma non perdonare troppo velocemente.

4)Impara a dire di no

Se alle volte quando dici “si” non ti senti soddisfatto per aver aiutato qualcuno, è perché ti sei sforzata di dare una risposta affermativa. Allenati a dire di no. I tuoi amici potrebbero essere un po' sorpresi all’inizio, ma non sei li per rispondere “amen” ad ogni loro proposta.

Potrebbe interessarti: Perché mi sento in colpa quando non rispondono ai messaggi?

5)Dai la tua opinione

Condividi la tua opinione. Che si tratti di un discussione tra amici, della scelta del ristorante o del film da vedere, dai la tua opinione e soprattutto non lasciare che gli altri decidano per te. Sii assertiva e non avere paura del conflitto. Non c’è bisogno di provocarlo, ma non cercare di evitarlo a tutti i costi.


Il consiglio della redazione - Perché non essere troppo gentili?

La domanda può essere legittima. È vero che la gentilezza è una qualità necessaria per creare dei buoni rapporti. Le persone troppo gentili si ritrovano spesso in relazioni disequilibrate. Non mettono freno ai desideri degli altri, assecondandoli costantemente, e alle volte sono talmente gentili al punto che questa diventa la causa della loro tristezza. Questo comportamento distorce le relazioni. Gli altri hanno l’impressione di avere a che fare con una maschera, con qualcuno che è gentile solo per non essere disprezzato, che li lusinga allo scopo di essere accettato e che manca di onestà. Insomma, non c’è nessun guadagno nell’essere troppo gentili con gli altri.



Articolo suggerito da
La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!