Il test del cubo la dice lunga sulla nostra personalità... o forse no!

Aggiornato il da La Redazione Wengood

“Immagina di camminare nel deserto e di vedere un cubo...”, un amico mi ha fatto un test della personalità lo scorso Capodanno. Era il test del cubo! Esiste da diversi anni ma non lo conoscevo ancora! Alcuni dicono che abbia origini giapponesi ma non ne sono certa. In ogni caso, farlo è stato super divertente!

 Sommario

Fare il test del cubo: avanti tutta con l’immaginazione!

Personalmente non vado matta per i test della personalità come il MBTI. Ecco perché ho voluto fare questo articolo. Ma con il test del cubo, non si risponde ad un questionario, si tratta di un esercizio di visualizzazione mentale. Per poterlo fare sarebbe bene non soffrire di afantasia. Si deve essere in grado di utilizzare l’immaginazione per formare immagini precisi in testa.

👉 Per realizzare questo test, isolati in un posto calmo e concentrati. 3, 2, 1... iniziamo 🤓!


◻️ Il cubo

Immagina di camminare nel deserto e di vedere improvvisamente apparire un cubo. Com’è questo cubo? Immagina ogni dettaglio:

  • Quanto è grande? Di che materia?
  • È trasparente o opaco? Di che colore?
  • È appoggiato sulla sabbia? Nascosto sotto la sabbia? Fluttua? Se sì, quanto distante dal suolo?
  • È immobile? O no?
  • È lontano? Davanti o di fianco?

📏 La scala

Compare una scala vicino al cubo. Immaginala con la stessa precisione con la quale hai immaginato il cubo. Di che materiale è? In che posizione sta rispetto al cubo? È rovinata?

🐎 Il cavallo

Una volta ben identificata la scala, appare qualcos’altro nel deserto: un cavallo. Anche in questo caso, definiscilo nei minimi dettagli:

  • Quanto è grande? Di che colore?
  • È robusto? Fragile?
  • Che carattere ha? Amichevole? Mansueto? In fuga? Intimidatorio?
  • È libero o legato?
  • Dove sta rispetto al cubo?

💐 I fiori

Una volta che hai questi tre elementi, noti dei fiori. Dove sono nel deserto? Quanti ce ne sono? Immagina il colore, la posizione rispetto al cubo, se sono schiusi o meno. Non dimenticare nessun dettaglio.

🌪️ La tempesta

Per finire, immagina la nascita di una tempesta nel deserto. Fai attenzione a tutto ciò che potrebbe essere importante: dove si trova? Lontano o sopra di te? Si avvicina? Il cielo di che colore è? Piove? Qual è la sua intensità e il suo impatto? Breve o lunga?

Risultato e significato del test del cubo

Ora che la scena è perfettamente chiara nella tua testa, passiamo al risultato del test del cubo.

👉 Il cubo

Il cubo rappresenta il nostro ego. La trasparenza corrisponde all’apertura agli altri. Se il cubo è vicino al suolo hai la tendenza ad avere i piedi per terra, se vola, hai una forte immaginazione.

Per esempio: il mio cubo è piccolo, trasparente con un effetto “nuvola” e fluttua proprio davanti ai miei occhi. Significa che non ho un grande ego e che non sono aperta agli altri. Allo stesso tempo, sono una sognatrice e ho una forte immaginazione!

👉 La scala

Rappresenta chi ci circonda, i nostri amici e la famiglia. Il materiale rappresenta la percezione che abbiamo di loro (il legno=tenera, il metallo = freddo e distante). Se la scala è vicina al cubo significa che siamo solidamente uniti agli altri, se è lontana e rotta indica una rottura.

👉 Il cavallo

Rappresenta il nostro io sentimentale! Se è libero e fugace significa che preferisci le relazioni spontanee e senza complicazioni. Se ha la sella o è legato, vuoi una relazione stabile con un forte controllo delle emozioni.

👉 I fiori

I fiori corrispondono ai bambini o alla famiglia che vogliamo costruire. Più fiori ci sono, più è grande la voglia di avere figli. Se sono vicini al cubo stai probabilmente riflettendo a diventare genitore! Se sono lontani e appassiti, forse stai meglio senza.

👉 La tempesta

La tempesta è la proiezione mentale che ha un maggiore impatto poiché rappresenta la nostra salute mentale. Più la tempesta è vicina e minacciosa, magari sul cubo, maggiore sarà il malessere e potrebbero comparire addirittura i sintomi della depressione. Al contrario, se è lontana e pacata, mostra una personalità serena.

Un test della personalità da prendere con le pinze

Non so tu, ma quando ho fatto il testo con i miei amici la sera di Capodanno, mi ha fatto sorridere. Ovviamente devi dirti che si tratta di un test che resta una fonte di divertimento piuttosto che un vero test psicologico. Non è come il test di Clance, che è stato realmente teorizzato e di cui gli psicologi si servono ancora per definire il nostro carattere.

In ogni caso, mi sono divertita e mi è piaciuto moltissimo paragonare quello che avevo immaginato io con quello che avevano immaginato gli altri. Ci si rende conto che siamo tutti partiti in direzioni completamente diverse! Questo mostra come utilizziamo l’immaginazione e cosa ci dice il nostro inconscio. Quindi eccoti il mio consiglio: divertiti a farlo fare ai tuoi amici, potresti stupirti e farti quattro risate 😄!


Il consiglio della redazione: un test da non prendere troppo sul serio, l’obiettivo è divertirsi!

Il test del cubo è divertente e permette di passare un momento di relax con gli amici, di imparare e conoscersi meglio e anche a vedere fino a che punto siamo diversi. Se ti va, puoi comunque farci sapere i risultati del tuo test! E se senti che c’è qualcosa che non va, che ti impedisce di essere serena e felice, non esitare a prendere un appuntamento con un coach.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!