Pregiudizio di sopravvivenza: l'ostacolo alla nostra felicità e al nostro successo

Aggiornato il da Amelia Lombardi

"Wow, se lui/lei ce l'ha fatta, posso farcela anch'io". È così che ci mettiamo in testa di provare a fare qualcosa per anni e anni e poi falliamo. Si chiama pregiudizio del sopravvissuto e mi è successo per molto tempo. Ma cos'è? Perché il survivor bias può contribuire a creare un senso di fallimento nella nostra vita? È importante imparare a pensare a chi ha fallito, per non farsi illudere. Spiegazione.

Pregiudizio di sopravvivenza: l'ostacolo alla nostra felicità e al nostro successo

Cos'è il pregiudizio di sopravvivenza?

Iniziamo dalle basi e dall'origine del pregiudizio di sopravvivenza. Fu Abraham Wald, un famoso matematico della Seconda Guerra Mondiale, a coniare il termine 🤔.

Infatti, la Royal Air Force gli aveva chiesto di analizzare i fori dei proiettili sugli aerei di ritorno dal combattimento (i sopravvissuti) per proteggere le aree vulnerabili. Di riflesso, tenderemmo a rinforzare i punti in cui ci sono stati gli impatti, ma Wald pensava invece agli aerei che non erano tornati. Se non sono rientrati, significa che hanno fallito e che i proiettili hanno colpito punti in cui gli altri aerei non avevano buchi. In base a questa deduzione, Weld rafforzava quindi le parti dell'aereo in cui non c'erano colpi, per massimizzare il numero di aerei che tornavano dal combattimento e quindi avere più sopravvissuti.

L'avion pour expliquer le biais du survivant

Abraham Wald rinforzò le parti in cui non c'erano impatti ✈️

È molto bello parlare di aerei, ma cosa ci dice davvero su come fare per avere successo nella nostra vita? Il pregiudizio dei sopravvissuti ci insegna che non dovremmo trarre conclusioni basate solo sui "sopravvissuti", su ciò che è visibile. Altrimenti le conseguenze possono essere disastrose 😥...

La norma: le storie di successo

Questa distorsione cognitiva ha quindi un impatto sulla nostra percezione della realtà. Quando ci concentriamo solo sui sopravvissuti, quelli che hanno avuto successo, abbiamo una visione parziale della realtà. Il resto? Viene dimenticato e con esso tutte le persone e le storie che non hanno avuto lo stesso successo 😕.

Purtroppo si tratta della maggioranza silenziosa, di cui la maggior parte di noi fa parte. È ovviamente una questione di appeal: è più affascinante e interessante mettere costantemente in risalto chi ha avuto successo. A forza di dare risalto alle storie di successo, le facciamo diventare una norma e crediamo che tutto sia facilmente raggiungibile, quando invece ci sono molti altri aspetti da tenere in considerazione.

📌

Molti giovani vogliono diventare "influencer" perché è un lavoro molto esposto, sembra incredibilmente facile e sembra che faccia guadagnare molti soldi. È vero, gli influencer sono ovunque, ne vediamo molti sui social network, ma questo non significa che sia facile raggiungere questo status. Non vediamo tutte le persone che si impegnano così tanto e spesso ci dimentichiamo di coloro che sono nell'ombra e finiscono per rinunciare.

Perché questo pregiudizio cognitivo è problematico?

Il pregiudizio del sopravvissuto ci illude. Sono sempre quelli che hanno successo ad essere sotto i riflettori e sembra che basti scrivere un solo libro per diventare il prossimo J. K. Rowling o il prossimo Stephen King 📚. Naturalmente, lo stesso vale per tutti i settori, perché come abbiamo detto prima, le storie di successo vengono sempre elogiate e messe in risalto.

Sì, i sopravvissuti ci ispirano, ci fanno desiderare e sperare di poter fare lo stesso. La parte peggiore sono senza dubbio i discorsi ispirati che fanno, spiegando che hanno lavorato duramente, che hanno investito molto e che questo è il motivo del loro successo. Ma questo è un altro pregiudizio, perché spesso si dimentica un parametro: la fortuna.

Le pari opportunità non esistono

Sì, ciò che porta una persona al successo è spesso il delicato parametro della fortuna. Non dico che non si debba lavorare prima, ma l'incontro giusto, nel posto giusto e al momento giusto, è ciò che ci spinge verso il successo.

Spesso dimentichiamo che le pari opportunità non esistono 🤷‍♀️. Siamo portati a credere che sia così, ma ci sono parametri che spesso hanno un impatto sul nostro successo, come la nostra origine sociale, il nostro sesso, il colore della nostra pelle o persino la nostra religione. Non abbiamo lo stesso accesso al successo, perché la società non è equa ed è fatta di ingiunzioni e norme.

💬

Ti faccio il mio esempio. Ho sempre creduto di poter avere successo in un determinato campo. Solo di recente mi sono reso conto che, nonostante abbia investito 12 anni, non sono riuscito ad avere successo. Anche perché sono una donna grassa e la società è grassofoba. Le persone, gli algoritmi e i media sono molto meno interessati alle persone in sovrappeso, perché non sono la norma. Se non sfrutti questa differenza a tuo vantaggio, non potrai avere successo.

Il dolore del fallimento

Se oggi ti parlo di questo argomento è perché il pregiudizio del sopravvissuto ha avuto un enorme impatto sulla mia vita. Per molto tempo ho sofferto paragonandomi agli altri, a coloro che avevano avuto successo, e soprattutto non capivo perché non funzionasse per me. Questo mi ha portato persino alla depressione, perché mi ero impegnata così tanto che ho finito per esaurirmi.

Questo è il vero problema del pregiudizio dei sopravvissuti, è tutta la sofferenza che provoca nella maggioranza silenziosa. Ci si sente pietosi perché si è in una situazione di fallimento ed è difficile fare un passo indietro e guardare le cose sotto una luce più positiva. Certo, è meno deprimente interessarsi a chi ha avuto successo piuttosto che a chi ha fallito, ma se non lo fai ti illudi.

Questo non vuol dire che non dovresti provarci, no, ma devi guardare la realtà in modo equo ed essere consapevole di chi ha fallito. In questo modo, ti proteggerai dalle delusioni e dal senso di insoddisfazione o, peggio, dalla sensazione di perdere la tua vita...


Il consiglio della redazione: tutto per il successo!

Amelia spiega perfettamente come concentrarsi solo sul successo di alcuni possa portare al fallimento. È importante prendere le cose in prospettiva e guardare al quadro generale. La ricerca del successo a tutti i costi non è un obiettivo, o almeno l'unico obiettivo, che dovremmo perseguire. Qualunque sia la nostra vita, tutti abbiamo qualcosa di eroico e glorioso dentro di noi, dobbiamo rendercene conto e cercare un percorso di realizzazione che sia adatto a noi, piuttosto che cercare di diventare qualcun altro.


🤗Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso! 
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

Logorrea: come puoi fermare la diarrea verbale?

Chi non si è mai detto, dopo aver conosciuto una persona nuova, "ops, ho parlato un po' troppo"? A me è capitato spesso, perché tendo a stressarmi un po' troppo. So che il mio flusso di parole è dovuto alla mia ansia sociale. Tuttavia, può capitare di imbattersi in persone che parlano in modo davvero eccessivo, o addirittura del tutto incoerente. Si chiama logorrea e la causa principale non è lo stress. Quindi qual è la causa? Come puoi fermare questo flusso verbale e parlare con una persona logorroica? Ecco come fare.

Dermatillomania, ovvero come torturare la pelle...

Chi non si è mai schiacciatoun brufolo sul viso, sapendo benissimo che poi sarebbe peggiorato? Personalmente, non sono mai riuscito a resistere a quella protuberanza rossa e dolorosa sul mio viso. Tuttavia, non sono mai arrivata al punto di soffrire di dermatillomania. Dermatillomania è una parola apparentemente barbara che si riferisce al grattarsi la pelle fino a provocare cicatrici. Ma cosa si nasconde dietro questo comportamento? Come si fa a smettere di cercare di eliminare tutto il sebo dalla pelle? Ne parliamo.

La triade oscura: narcisista, machiavellico o psicopatico?

Mi è successo tante volte di rimanere stupita o senza parole ma in questo caso sono davvero in stato di shock. Facendo il test della triade oscura ho scoperto di avere una personalità per il 13% più oscura della media, con una netta tendenza al narcisismo. E se scoprissi anche tu di avere una personalità tossica? 😭 Quale test riesce a scoprire il tuo lato oscuro?

Tra bellezza e sofferenza: chi è la donna bambina?

Ma chi è veramente una donna bambina? Certo, la donna bambina è in realtà un'adulta ma non è "cresciuta". Quindi si mantiene la sua personalità-camaleonte: innocente e sexy, affettuosa e diffidente, oggetto di fantasia o di irritazione: chi è veramente?

Come riconoscere una persona psicorigida?

“Devi farlo tu”, “No, tu non metterci mano”, “non si può fare diversamente”. Non ne posso più di tutti questi ordini! Addio libertà, solo ansia continua… No, non è una malattia essere rigidi, ma diciamo che rovina l’atmosfera. Ormai ho imparato a riconoscere le persone psicorigide per adattarmi. Ebbene sì, esiste un buon modo per reagire di fronte a queste persone che vogliono dirci anche quando respirare.

Il test del cubo la dice lunga sulla nostra personalità... o forse no!

“Immagina di camminare nel deserto e di vedere un cubo...”, un amico mi ha fatto un test della personalità lo scorso Capodanno. Era il test del cubo! Esiste da diversi anni ma non lo conoscevo ancora! Alcuni dicono che abbia origini giapponesi ma non ne sono certa. In ogni caso, farlo è stato super divertente!

Chi sono le persone INFP: cosa significa? qual è la tua personalità?

Il questionario MBTI (myers-briggs type indicator) è un questionario di personalità oltre che uno strumento per lo sviluppo personale. Permettere di conoscere il proprio MBTI (quale personalità hai), di saperne un po’ di più su se stessi e di capire come percepiamo e interagiamo con il mondo. Il tuo test MBTI dice che sei una personalità INFP? Che significa?

Odio gli animali: sono una persona orribile?

"Che carino quel cane, che tenero quel gatto…" Si, troppo carini, in foto però, non di certo sulle mie ginocchia! Ho molta più voglia di evitare gli animali piuttosto che di accarezzarli. Alcuni mi dicono che sono tremenda, ma non si rendono conto di tutti quelli che sono gli inconvenienti dell’avere un animale in casa, o la paura che personalmente provo all’idea. Non mi piacciono gli animali, mi fanno anche un po’ paura, ma da cosa potrebbe derivare questa fobia? Vediamolo insieme!

Sindrome della “brava ragazza”: come liberarsene?

Mi è sempre stato detto che sono una ragazza seria e responsabile. Quando ero piccola ne andavo fiera e questo mi spronava a dare sempre il meglio. Tuttavia, è da qualche anno che mi sento stanca di dover sempre dare il meglio di me e di dover sempre essere accomodante. Non ho mai permesso a me stessa di essere imperfetta, perché non volevo deludere gli altri. Con il tempo ho capito che non si trattava di un aspetto del mio carattere, ma della sindrome della brava ragazza. Le donne ne sono spesso vittime e questo ci impedisce di realizzarci e affermarci. Che cos’è la sindrome della brava ragazza e come liberarsene? Vediamolo insieme.

Positivià tossica: mi impongo di stare bene... e non va bene!

L’ottimismo è una bella cosa. “Andrà tutto bene”, “sii forte”, “tutto tornerà alla normalità”. Te lo sei detto e ridetto e te lo hanno ripetuto anche gli altri, ma se da un lato questa attitudine positiva è una cosa buona, dall’altro alle volte può diventare tossica. Quando ci impediamo ad ogni costo di stare male, la mente rischia di soffrirne profondamente.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!