Pregiudizio di sopravvivenza: l'ostacolo alla nostra felicità e al nostro successo

Aggiornato il da Amelia Lombardi

"Wow, se lui/lei ce l'ha fatta, posso farcela anch'io". È così che ci mettiamo in testa di provare a fare qualcosa per anni e anni e poi falliamo. Si chiama pregiudizio del sopravvissuto e mi è successo per molto tempo. Ma cos'è? Perché il survivor bias può contribuire a creare un senso di fallimento nella nostra vita? È importante imparare a pensare a chi ha fallito, per non farsi illudere. Spiegazione.

Pregiudizio di sopravvivenza: l'ostacolo alla nostra felicità e al nostro successo

Cos'è il pregiudizio di sopravvivenza?

Iniziamo dalle basi e dall'origine del pregiudizio di sopravvivenza. Fu Abraham Wald, un famoso matematico della Seconda Guerra Mondiale, a coniare il termine 🤔.

Infatti, la Royal Air Force gli aveva chiesto di analizzare i fori dei proiettili sugli aerei di ritorno dal combattimento (i sopravvissuti) per proteggere le aree vulnerabili. Di riflesso, tenderemmo a rinforzare i punti in cui ci sono stati gli impatti, ma Wald pensava invece agli aerei che non erano tornati. Se non sono rientrati, significa che hanno fallito e che i proiettili hanno colpito punti in cui gli altri aerei non avevano buchi. In base a questa deduzione, Weld rafforzava quindi le parti dell'aereo in cui non c'erano colpi, per massimizzare il numero di aerei che tornavano dal combattimento e quindi avere più sopravvissuti.

L'avion pour expliquer le biais du survivant

Abraham Wald rinforzò le parti in cui non c'erano impatti ✈️

È molto bello parlare di aerei, ma cosa ci dice davvero su come fare per avere successo nella nostra vita? Il pregiudizio dei sopravvissuti ci insegna che non dovremmo trarre conclusioni basate solo sui "sopravvissuti", su ciò che è visibile. Altrimenti le conseguenze possono essere disastrose 😥...

La norma: le storie di successo

Questa distorsione cognitiva ha quindi un impatto sulla nostra percezione della realtà. Quando ci concentriamo solo sui sopravvissuti, quelli che hanno avuto successo, abbiamo una visione parziale della realtà. Il resto? Viene dimenticato e con esso tutte le persone e le storie che non hanno avuto lo stesso successo 😕.

Purtroppo si tratta della maggioranza silenziosa, di cui la maggior parte di noi fa parte. È ovviamente una questione di appeal: è più affascinante e interessante mettere costantemente in risalto chi ha avuto successo. A forza di dare risalto alle storie di successo, le facciamo diventare una norma e crediamo che tutto sia facilmente raggiungibile, quando invece ci sono molti altri aspetti da tenere in considerazione.

📌

Molti giovani vogliono diventare "influencer" perché è un lavoro molto esposto, sembra incredibilmente facile e sembra che faccia guadagnare molti soldi. È vero, gli influencer sono ovunque, ne vediamo molti sui social network, ma questo non significa che sia facile raggiungere questo status. Non vediamo tutte le persone che si impegnano così tanto e spesso ci dimentichiamo di coloro che sono nell'ombra e finiscono per rinunciare.

Perché questo pregiudizio cognitivo è problematico?

Il pregiudizio del sopravvissuto ci illude. Sono sempre quelli che hanno successo ad essere sotto i riflettori e sembra che basti scrivere un solo libro per diventare il prossimo J. K. Rowling o il prossimo Stephen King 📚. Naturalmente, lo stesso vale per tutti i settori, perché come abbiamo detto prima, le storie di successo vengono sempre elogiate e messe in risalto.

Sì, i sopravvissuti ci ispirano, ci fanno desiderare e sperare di poter fare lo stesso. La parte peggiore sono senza dubbio i discorsi ispirati che fanno, spiegando che hanno lavorato duramente, che hanno investito molto e che questo è il motivo del loro successo. Ma questo è un altro pregiudizio, perché spesso si dimentica un parametro: la fortuna.

Le pari opportunità non esistono

Sì, ciò che porta una persona al successo è spesso il delicato parametro della fortuna. Non dico che non si debba lavorare prima, ma l'incontro giusto, nel posto giusto e al momento giusto, è ciò che ci spinge verso il successo.

Spesso dimentichiamo che le pari opportunità non esistono 🤷‍♀️. Siamo portati a credere che sia così, ma ci sono parametri che spesso hanno un impatto sul nostro successo, come la nostra origine sociale, il nostro sesso, il colore della nostra pelle o persino la nostra religione. Non abbiamo lo stesso accesso al successo, perché la società non è equa ed è fatta di ingiunzioni e norme.

💬

Ti faccio il mio esempio. Ho sempre creduto di poter avere successo in un determinato campo. Solo di recente mi sono reso conto che, nonostante abbia investito 12 anni, non sono riuscito ad avere successo. Anche perché sono una donna grassa e la società è grassofoba. Le persone, gli algoritmi e i media sono molto meno interessati alle persone in sovrappeso, perché non sono la norma. Se non sfrutti questa differenza a tuo vantaggio, non potrai avere successo.

Il dolore del fallimento

Se oggi ti parlo di questo argomento è perché il pregiudizio del sopravvissuto ha avuto un enorme impatto sulla mia vita. Per molto tempo ho sofferto paragonandomi agli altri, a coloro che avevano avuto successo, e soprattutto non capivo perché non funzionasse per me. Questo mi ha portato persino alla depressione, perché mi ero impegnata così tanto che ho finito per esaurirmi.

Questo è il vero problema del pregiudizio dei sopravvissuti, è tutta la sofferenza che provoca nella maggioranza silenziosa. Ci si sente pietosi perché si è in una situazione di fallimento ed è difficile fare un passo indietro e guardare le cose sotto una luce più positiva. Certo, è meno deprimente interessarsi a chi ha avuto successo piuttosto che a chi ha fallito, ma se non lo fai ti illudi.

Questo non vuol dire che non dovresti provarci, no, ma devi guardare la realtà in modo equo ed essere consapevole di chi ha fallito. In questo modo, ti proteggerai dalle delusioni e dal senso di insoddisfazione o, peggio, dalla sensazione di perdere la tua vita...


Il consiglio della redazione: tutto per il successo!

Amelia spiega perfettamente come concentrarsi solo sul successo di alcuni possa portare al fallimento. È importante prendere le cose in prospettiva e guardare al quadro generale. La ricerca del successo a tutti i costi non è un obiettivo, o almeno l'unico obiettivo, che dovremmo perseguire. Qualunque sia la nostra vita, tutti abbiamo qualcosa di eroico e glorioso dentro di noi, dobbiamo rendercene conto e cercare un percorso di realizzazione che sia adatto a noi, piuttosto che cercare di diventare qualcun altro.


🤗Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e adesso! 
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Piangere davanti a una pubblicità? Fatto ✅. Essere disturbati da qualsiasi rumore? Certo ✅. Non sei in grado di gestire le tue emozioni negative? Certo ✅. Tutte le persone ipersensibili lo sperimentano quotidianamente. Almeno, io lo faccio. Esatto, faccio parte della squadra delle emozioni! Non è abbastanza facile per me, quindi quando sono in una relazione so che il mio partner è perso. Per questo ho scritto una piccola guida per aiutare le persone che vivono quotidianamente con una persona ipersensibile.

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Come punire in modo efficace i propri figli? Ecco alcuni consigli

Sono sempre tanto carini...quando dormono! Non c’è niente da fare, nemmeno le punizioni funzionano e tuo figlio continua a fare una marea di danni! La conseguenza? Non ti senti rispettata, alle volte quasi inutile. Tuttavia, c’è una buona notizia, ovvero che esistono delle soluzioni per ritrovare il tuo potere. Come punire un figlio in modo efficace? Vediamolo!

Perché mi sento sempre in colpa?

Il senso di colpa ti divora anche se non hai fatto niente di male? Perché finisci sempre per darti la colpa di tutto? Quali sono i motivi? C’è un modo per smettere e imparare a stare meglio. Ecco i nostri consigli!

Sindrome di Asperger: definizione, diagnosi e cura

Difficoltà a comunicare, la chiusura in una passione, rumori troppo aggressivi… Ti riconosci o pensi a qualcuno leggendo questa breve descrizione? Si tratta dei tratti caratteristici delle persone affette dalla sindrome di Asperger, una leggera forma di autismo. È importante capire a fondo questa sindrome per farsi accompagnare o accompagnare al meglio coloro che ne soffrono. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cosa significa avere un carattere forte per una donna?

A quanto pare ho un carattere troppo forte. O almeno è quello che dicono le persone che si sentono aggredite quando do il mio parere o esprimo il mio scontento. Si direbbe quasi che preferiscano che finga pur di dar loro ragione…. Eppure, avere un carattere forte non è necessariamente qualcosa di negativo! Anzi, è positivo per la mia salute e per quella di chi ci circonda. Sì, ho un bel caratterino, e quindi?

Piangere davanti ai propri figli: segno di debolezza o lezione di vita?

Da bambino, tutto è un pretesto per versare una lacrimuccia. Gestire le emozioni è una cosa da adulti, soprattutto da genitori. O perlomeno, ci provano. Eppure, ho visto i miei piangere e non li biasimo affatto. Oltre a queste immagini strazianti, la loro «mancanza di pudore» mi è servita tanto nella vita. Grazie mamma, grazie papà: non sono un robot senza cuore! Per far sì che tutti i genitori smettano di farsi dei complessi e di sforzarsi per evitare di piangere, dirò la mia sulla questione. Non in qualità di esperta, ma come una bambina un po’ cresciuta che ha già visto crollare e scoppiare in lacrime i suoi genitori e che se lo ricorda ancora.

Perché mi innamoro sempre degli uomini che non mi amano?

Ogni volta la stessa storia, sei attratta da uomini che non si interessano a te, che non ti fanno stare bene, che sono totalmente inaccessibili? Ma perché ricadi sempre nello stesso schema drammatico? Nathalie Prussia-Collin, autorevole psicologa francese, ci spiega questo comportamento.

Mi sento diversa: non tutti i mali vengono per nuocere!

"Beh, ma tu sei un artista!". "Si vede che sei un po' originale!" Questo è proprio il tipo di osservazione che i miei amici mi fanno spesso (molto, troppo spesso). Complimenti? Non proprio. Più che altro è un modo educato di farmi capire che non sono come loro, che sto facendo troppo, o troppo poco, che non seguo il ritmo. La verità? Credo che abbiano ragione!

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!