E se fosse un burn-out? Attenzione allo stress sul lavoro

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Stanchezza, mancanza di motivazione, svalutazione delle proprie capacità, la lista dei sintomi da burn-out è lunga, ma cosa rappresenta? Il bisogno di cambiamento? Una depressione passeggera? E se si trattasse di burn-out? Non è sempre semplice identificare i sintomi, visto che variano da persona a persona. Abbiamo stilato per te una lista dei più frequenti prima che sia troppo tardi.

 
 Sommario

Il Treccani ci dice che il burn-out è “una sensazione di esaurimento, estraneità o sentimenti cinici o negativi nei confronti del proprio lavoro”. Ma anche se lo sappiamo, sono sempre difficili da identificare! Ecco perché abbiamo preparato qualche dritta per riconoscere il burn-out e proteggerti.

Burn-out: 10 sintomi da non sottovalutare

  • Svalutazione di sé
  • Calo della concentrazione e problemi di memoria
  • Scarsa motivazione
  • Stress e ansia
  • Irritabilità
  • Disturbi del sonno
  • Dolori fisici (mal di testa, crampi, rigidità, mal di schiena, blocco alla mascella ecc.)
  • Stanchezza
  • Senso di sovraccarico
  • Senso di inganno

Questi sintomi possono presentarsi da soli, anche se non soffri di burn-out, e solo raramente. È la forza e la durata nel tempo di questi sintomi che li rendono nocivi per la salute. Se fanno ormai parte integrante della tua vita, della coppia, della famiglia o se la tua vita sociale ne soffre, è bene pensarci su. L’ideale sarebbe consultare un medico in via preventiva.

La redazione ti consiglia:  Mi annoio in ufficio… Sarà la sindrome da bore-out?

Esiste un trattamento per il burn-out?

Il burn-out può essere curato. L’obiettivo è trovare un modo di lavorare in maniera soddisfacente e senza stressarsi.

In un primo tempo, sarà necessario fare una pausa dal lavoro. La durata può essere variabile e sarà il vostro medico a stabilirla. La pausa deve essere propizia al riposo. In caso di burn out la riserva di energia è spesso quasi vuota e per evitare le ricadute bisogna prendersi più tempo di riposo. Si deve cercare di fare un passo indietro e riprendere il controllo della propria vita. Un aiuto prezioso arriva anche da psicologi e psicoterapeuti che ci aiutano a ritrovare l’equilibrio e soprattutto le cause che ci hanno spinto fino al burn-out.

Burn-out o depressione?

Certi sintomi sono comuni sia al burn-out che alla depressione. Come distinguerli? La depressione è più generale, si manifesta in diversi aspetti della nostra vita. Il burn-out, al contrario, si manifesta principalmente in ambito professionale. Ovviamente il burn-out può influenzarci in maniera più ampia, ma non in maniera molto radicata. Quindi, la depressione è un disturbo che riguarda la vita in generale e che agisce molto rapidamente, il burn-out riguardo l’ambito lavorativo e solitamente si manifesta lentamente.


Il consiglio della redazione

Capita che un burn-out molto intenso possa provocare i sintomi della depressione. Se pensi di essere vittima di un burn-out non esitare a consultare un medico. Ricordati che per uscirne è necessario vedere uno psicoterapeuta e quindi evitare ricadute o l’ergofobia (la fobia del lavoro).


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Love bombing: il corteggiamento del narcisista manipolatore

Mi è già capitato che un uomo mi promettesse la luna. Sin da subito è partito in quinta e io ho creduto alla sua sincerità. Alla fine però mi ha mollata di punto in bianco solo qualche settimana dall’inizio della nostra relazione. Per me è stato un shock. Al tempo non sapevo che si tratta di una vera e propria tecnica di seduzione per molte persone! Facciamo il punto della situazione su questa nuova tendenza amorosa che miete numerose vittime…

Paralisi del sonno: sintomi, cause e rimedi

Mi sveglio ma non riesco a muovermi… mi sono ritrovata in questa situazione angosciante già diverse volte! Ho la sensazione di essere paralizzata e di avere una presenza orribile che si avvicina e mi terrorizza. In realtà si tratta della paralisi del sonno! Ora che ho identificato le cause di questo problema riesco ad evitarle. Ma come capire cosa si cela dietro queste paralisi? Cosa provoca una paralisi del sonno?

Chi siamo?

Sei curioso di sapere chi c'è dietro Wengood? C’è semplicemente un gruppo di persone appassionate alla ricerca del benessere. Condividiamo con te le nostre storie, le nostre difficoltà e i nostri consigli per aiutarti ad andare avanti sulla strada della serenità.

Psicologo, psichiatra, coach… a chi rivolgersi?

Se riscontri difficoltà, noi di Wengood consigliamo spesso di rivolgersi a uno psicologo o ad un life coach, ma qual è la differenza? Perché consultare uno piuttosto che l’altro? Ognuno di loro risponde a esigenze diverse, per le quali è bene contattarli. Con questo articolo intendiamo spiegarti le differenze per aiutarti a capire a chi rivolgersi. Scopriamolo!

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Alimentazione intuitiva, di' addio alla dieta!

Più di 15 anni di dieta, con il peso che fa su e giù, i disturbi alimentari… Non se ne può più! Ho bisogno di fare pace con il mio corpo, ma ho l’impressione che se mi lascio andare non farò altro che ingrassare ancora di più. Malgrado ciò, mi sono resa conto che la dieta mi faceva più male di qualsiasi altra cosa. Esiste una soluzione? Ebbene si: l’alimentazione intuitiva. Dovrebbe essere al centro delle nostre vite, eppure sono davvero poche le persone che ne hanno sentito parlare.

Sindrome di Stoccolma: perché amiamo il nostro carnefice?

Sembra davvero incredibile che alcune persone possano provare simpatia nei confronti del loro aggressore. In realtà, si tratta di un meccanismo psicologico per superare il trauma. Il termine "Sindrome di Stoccolma" è apparso per la prima volta nel corso degli anni 70 e indica una particolare reazione del cervello ad un evento traumatico subito. Le vittime assumono il punto di vista del loro carnefice, arrivando talvolta addirittura a difenderlo!

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!