Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

Aggiornato il da Paola Ferraro

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)
 
 Sommario

La tristezza, siamo al capolinea

Se ci concentriamo sulle 6 emozioni primarie, ci rendiamo subito conto che la tristezza fa parte di queste. Le emozioni primarie sono principalmente negative perché più una reazione è sgradevole, più velocemente potremo passare all’azione e arrivare al nostro obiettivo. Effettivamente, la tristezza ci vuole bene ed è la ragione per la quale non serve a niente evitarla o proteggersi. Spesso fa capolino quando ci troviamo di fronte al fallimento, al lutto, a una perdita, una separazione ecc. Il libro, I colori delle emozioni descrive benissimo ciò che ci fa la tristezza:

📖
La tristezza mi opprime. Immensa come il mare, malinconica come un giorno di pioggia, raffredda e irrigidisce il nostro cuore. Quando sei triste non hai voglia di fare niente. Se ti manca qualcuno, ti senti sola, abbandonata. A volte le lacrime scendono inesorabili”.


Questo libro cerca di spiegare le emozioni ai bambini, ma questa descrizione è, secondo me, valida per tutti. La tristezza è un profondo senso di vuoto, oscuro e opprimente. È sicuramente la ragione per la quale cerchiamo tutti di evitarla 🤨. Adesso vedo le cose un po’ diversamente. Diciamo che ho associato la tristezza all’immagine del fondo di una piscina.

Toccare il fondo

Ho toccato il fondo della piscina, con il maglione alla marinara strappato sui gomiti che mi avevi regalato tu e che non avevo voluto cucire. Mi sento così abbandonata.

Ecco cos’è la tristezza, è il momento in cui siamo talmente sommersi che scendiamo a picco per rimuginare in fondo alla piscina. Ed è proprio da questo punto così profondo che riusciamo a darci la spinta necessaria per risalire in superficie. È per questo che non bisogna evitare questa emozione. Ricordati che la parola emozione” viene dal latino “motus” che significa “movimento”.

👉 La nostra tristezza è quindi presente per aiutarci ad agire, a gestire e disfarci di un senso di solitudine, di abbandono, di incompetenza… e anche a fare affidamento agli altri e alla loro bontà per trovare conforto. 🤗

Sono triste senza motivo, sono depressa?

Che dire allora dalla tristezza quando arriva senza ragione? È un’esperienza emotiva abbastanza comune, che tutti abbiamo vissuto almeno una volta, e che non significa comunque che non dobbiamo reagire. Al contrario, è bene dirsi che la tristezza ha sempre un messaggio da far passare. È importante analizzarla e l’aiuto di uno psicologo potrebbe essere necessario.

➡️ La tristezza potrebbe comparire perché un dettaglio fa ritornare in mente un evento del passato con cui non abbiamo fatto pace. Ci ricorda che portiamo un peso morto dentro di noi di cui sarebbe forse tempo di sbarazzarsi.

➡️ Inoltre, se la tristezza è forte, dura nel tempo ed è accompagnata da svogliatezza, mancanza di energia ed entusiasmo, disperazione o ansia, che sono anche sintomi della depressione. È proprio a questo punto che è importante rivolgersi a un terapeuta poiché la tristezza non è più sola. Effettivamente, per una persona depressa la tristezza è così invasiva che non spinge né all’azione, né alla ricerca di conforto negli altri. Lascia solo spazio a un continuo rimuginare.

Come superare la tristezza?

Come spesso accade con le emozioni, la cosa più semplice per superarle è esprimerle. Quindi osa essere triste! Bevi qualcosa, parla a una persona che ti sta vicino o scrivi tutto quello che ti passa per la testa. Vedrai che inoltre ci sono tantissime cose da imparare dalla tristezza. Effettivamente, accettare questa emozione e condividerla ci permette di essere più empatici, anche di prendere fiducia in noi stessi. Permette di imparare ad amarci esattamente come siamo, emotive, ipersensibili, ingenue, suscettibili e tanto altro!


Il consiglio della redazione: un’emozione che non è passeggera

La tristezza, come tutte le emozioni, è solo passeggera. Non serve a niente volerla bloccare o nasconderla, basta permetterle di attraversarvi, ascoltarla e capire il messaggio che porta con sé. Un’emozione non è né buona né cattiva, bisogna solo imparare ad accoglierla senza lasciarsi sopraffare (e sta qui il lavoro da fare!). Comunque, se ti senti molto triste, se la tristezza dura nel tempo e non è un motore, sarebbe bene prendere appuntamento con uno psicologo. Insieme, identificherete le cause di questa tristezza e potrete mettere in atto nuovi comportamenti che vi faranno tornare a sorridere.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Fonti: ipsico.it

Articolo suggerito da Paola Ferraro

La scrittura è sempre stata la mia terapia, da quando ho memoria ho sempre usato la carta come sacco da boxe. Impara a conoscermi, sono Paola Ferraro.

Gli articoli appena pubblicati

Come superare i nostri complessi inutili?

Gambe troppo larghe, labbra troppo sottili, cicatrici, timidezza… che si tratti di complessi fisici o mentali, questi sono spesso inutili e capaci di rovinarci la vita e renderci infelici. Ma non bisogna permettergli di sovrastarci! Siamo meglio di così!

Di cosa si occupa la sofrologia? Ecco i suoi numerosi benefici!

Ho riscontrato diversi problemi nel gestire la mia ansia nel corso di questi ultimi anni. Ho deciso dunque di iniziare un percorso con una psicologa, ma una cara amica mi ha consigliato di provare anche qualche seduta con un sofrologo. Secondo la sua opinione, il sofrologo aiuta a rilassarti e ti insegna a gestire meglio lo stress. Dopo diverse sedute, ho iniziato a sentire gli effetti positivi di questa pratica. Il mio corpo non è più un fascio di nervi! La sofrologia fa parte delle pratiche della “medicina dolce”, che hanno tantissimi benefici per il corpo e per lo spirito. Vediamo più da vicino questo metodo di crescita personale che mira a farci riconnettere con la nostra psiche.

Il metodo SMART per raggiungere degli obbiettivi intelligenti e realizzabili!

Per riuscire a concludere un progetto spesso e volentieri ci fissiamo degli obbiettivi, e questo è del tutto nella norma. Ma per ottimizzare le probabilità di successo e stabilire degli obbiettivi chiari, motivanti e realistici, ecco che entra in scena il metodo SMART! Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Lavorare meno… per salvare il pianeta!

Il lavoro ha un grande valore per tutti noi, eppure potremmo essere tutti d’accordo sul fatto che non sia per forza sinonimo di benessere, né per noi né per il pianeta! Infatti, alcuni studi affermano che è necessario ridurre il prima possibile il nostro orario di lavoro, per poter ridurre le emissioni di gas serra che noi stessi generiamo. La situazione sta precipitando!

Come destabilizzare e far innervosire un narcisista perverso?

Vivi con un narcisista perverso o ne conosci uno e vorresti destabilizzarlo? Vuoi farlo arrabbiare perché ti mette in ridicolo, a volte in pubblico, ti fa soffrire, ti fa perdere la pazienza e vuoi vendicarti. Ma è difficile far arrabbiare una persona brava a manipolare gli altri, ama vittimizzare se stessa e gioca con le proprie emozioni. Farlo innervosire è l’unico modo per fare in modo che mostri la sua vera natura, per smascherarlo...

Ipocondriaci: 5 sintomi e caratteristiche per riconoscerli

Ti preoccupi spesso per la tua salute? Al minimo sintomo ti convinci di avere una malattia grave? Passi le giornate sui forum medici online? 😨 E se l’unica malattia di cui realmente soffri fosse l’ipocondria? Ecco i 5 sintomi tipici che toccano le persone ipocondriache.

Ansia sociale, sintomi e come superarla

Parlare in pubblico è un vero e proprio incubo e la fiducia in se stessi un sogno ancora troppo lontano. Si diventa paonazzi e non si riesce a nascondere il tremolio, la paura di essere ridicolizzati o umiliati fa perdere letteralmente il controllo. Se la timidezza può essere la causa di questo inconveniente, l’ansia potrebbe nascondere un malessere molto più profondo: l’ansia sociale, altrimenti nota come fobia sociale. Di cosa si tratta? Come si supera?

4 consigli per imparare ad amarsi: di' addio all’insicurezza!

“Faccio schifo”, “sono brutto”, “sono inutile” … difficile avere sempre una buona autostima. Eppure, è la chiave del nostro successo e del nostro equilibrio psicofisico. Sentirsi bene con sé stessi e con il proprio corpo, imparare ad amare sé stessi, è la cosa migliore che possiamo fare.

Come calmare e gestire gli attacchi di rabbia?

La rabbia, un sentimento che proviamo spesso. Ci spinge a reagire d’istinto, senza riflettere, portando a volte a situazioni sgradevoli. Qual è il segreto per controllare la propria rabbia e fare in modo che non prenda il sopravvento sulla ragione?

Non sopporto le persone! È una cosa seria, dottore?

Mi lamento al volante quando c'è un ingorgo, mi lamento alle casse quando c'è la fila, mi lamento il sabato quando tutti hanno deciso di andare in centro città. Non credo di riuscire più a sopportare le persone. La ragazza di città che sono sempre stata ha persino iniziato a sognare la campagna e una casa isolata per avere meno contatti sociali possibili. È una cosa seria, dottore? Beh, non proprio. Spiegazione.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!