Nevrosi: come riconoscerla, quali sono i sintomi e la cura

Aggiornato il da Amelia Lombardi

“Lasciala stare, è nevrotica”. Mi è capitato di sentire spesso questa frase quando ero più piccola e mi sono posta diverse domande sulla nevrosi. Dopo averne capito il significato, penso sia importante scavare un po’ più a fondo. Spesso utilizzato come insulto psicofobo, la nevrosi raggruppa diversi disturbi psichici di cui soffrono molte persone. Scopriamoli insieme.

Nevrosi: come riconoscerla, quali sono i sintomi e la cura
 
 Sommario

Come nasce una nevrosi?

La parola “nevrosi” arriva direttamente da Freud e dalla psicanalisi. Indica una malattia di origine psichica senza substrato organico, ovvero senza manifestazione cerebrale. Questo vuol dire che la nevrosi indica un disturbo psichiatrico e non psicotico. Quando si ha una nevrosi, si è perfettamente consapevoli di stare male. Non c’è alcuna distorsione della realtà, si tratta di una sofferenza psichica legata, per esempio, all’ansia o a una fobia.

📌 Che differenza c'è tra psicosi e nevrosi?

Queste due nozioni sono molto diverse e si ricollegano a quanto dicevo prima. La nevrosi è un raggruppamento di sintomi di cui il paziente è consapevole. Quando si manifesta una psicosi, invece, la persona non è consapevole dei disturbi, così come con la paranoia.

Identikit di una persona nevrotica

La persona nevrotica è consapevole dei suoi problemi psichici, non è sconnessa dalla realtà. Io stessa potrei essere definita “nevrotica” a causa del mia ansia generalizzata, anche se a dire il vero questo termine non è più tanto utilizzato sopratutto da psichiatri e psicologi 🤔. Oggi è sostituito da altre nozioni e parole più vicine ai disturbi dei pazienti.

👉 Lo psichiatra e dottore in neuroscienze, Aida Cancel, spiega che si tratta di un termine un po’ troppo inflazionato. Per questo motivo si preferisce il termine specifico legato al disturbo. Quindi anziché parlare di nevrosi si parlerà di un disturbo dell’ansia per designare la mia sofferenza psichica.

Quali sono i sintomi nevrotici?

La nevrosi si manifesta con diversi sintomi: ansia, fobia viscerale, disturbi ossessivo-compulsivi, depressione ecc. A partire da qui, si possono quindi distinguere diversi tipi di nevrosi che corrispondono a:

  • Disturbi dell’umore (depressione, disturbo bipolare, ecc)
  • Disturbi dell’ansia (disturbo dell’ansia generalizzato, attacchi di panico, fobie, stress post-traumatico ecc)
  • Disturbi ossessivo-compulsivi (DOC).
  • Disturbi della personalità.

È anche possibile aggiungere alcune dipendenze o disturbi del sonno.

Quali sono le cause di una nevrosi?

È difficile determinare un’unica causa dei disturbi psichici e quindi la causa della nevrosi, come spiega il dottor Cancel 🤕. Ci sono però dei fattori come l’ambiente circostante o lo sviluppo dell’individuo all’interno della sua cerchia familiare che giocano un ruolo chiave. Ci può essere un elemento scatenante, come un trauma, un lutto o un caso di stalking. I fattori sono molto numerosi e variano da un individuo all’altro, ecco perché è difficile trovare una ragione particolare.

Potrebbero esserci anche disfunzionamenti cerebrali associati. Si sa, per esempio, che la depressione intacca i neurotrasmettitori intervenendo nella regolazione dell’umore e dell’energia 🧠 (la serotonina, la dopamina e la noradrenalina).

📌 Nota bene:

Non esiste una predisposizione alla nevrosi. È il contesto che ha un impatto sullo scatenamento di un disturbo psichico. C’è quindi un lavoro di prevenzione sullo stress da fare, per evitare di arrivare a una degradazione della salute mentale. È molto più facile evitare una nevrosi che curarla...


Come si cura una nevrosi?

Se si sente di stare male e ci si pone delle domande sulla nevrosi, è importante parlare di depressione al proprio medico o di eventuali altri sintomi percepiti. Solo così potremo essere indirizzati verso uno psichiatra. Infatti, come è di consuetudine nel caso di malattie psichiche, è fondamentale consultare un medico specializzato nel campo, l’unico a poter fare una vera diagnosi ⚠️.

Un trattamento farmaceutico adatto al disturbo

Una volta chiarita la diagnosi, lo psichiatra proporrà un trattamento farmaceutico coerente, non obbligatorio nei casi poco gravi e non cronici. Con una prescrizione sarà possibile avere antidepressivi, in particolare per depressioni e disturbi legati all’ansia.

Anche altri medicinali possono essere prescritti in funzione della malattia. Per esempio, se si tratta di bipolarità, lo psichiatra prescrive timoregolatori 💊.

Un accompagnamento psicologico in più

Oltre a un trattamento medicamentoso, si raccomanda di avere un accompagnamento psicologico. Effettivamente, questo limita i rischi di ricaduta e migliora la gestione dello stress 😣. Il trattamento più raccomandato è la terapia cognitivo-comportamentale poiché permette di gestire o addirittura sostituire gli schemi di pensiero negativo. Un accompagnamento adatto permette di uscire più rapidamente dello stato nevrotico, per ritrovare un equilibrio mentale e un benessere personale.


Il consiglio della redazione: siamo tutti nevrotici?

Conosci ormai il significato reale della parola “nevrosi” e se ti trattano da “nevrotica”, stai tranquilla, la persona che ti definisce cosi lo è sicuramente anche lei! Se senti di stare male nella vita di tutti i giorni, se sei sempre a disagio o se senti nel profondo che qualcosa ti impedisce di avanzare, di essere libera, non esitare a contattare uno psicologo per parlarne.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!
#BornToBeMe


Fonte: www.pazienti.it - my-personaltrainer.it

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

10 cose da fare quando si è annoiati

Appena mi fermo un attimo, mi annoio. Proprio io che mi lamento sempre di non avere tempo di fare nulla, quando ce l’ho, non so come sfruttarlo! Sistemare la casa, chiamare un’amica, magari coltivare nuove passioni! Ci sono tantissime cose da fare per tenersi occupati, sbircia nella nostra lista di attività!

Tanatofobia, la paura della morte: come affrontarla e superarla?

“Ho paura di morire”, “ho paura che muoiano le persone che amo”, “cosa c’è dopo?”: tutte frasi che ti ossessionano ma... fortunatamente non succede niente! La paura della morte ti perseguita, ancor di più dopo quello che abbiamo vissuto durante la pandemia in cui contavamo ogni giorno il numero di morti. Cosa fare per superarla? La morte fa parte della vita, lo sappiamo, ma come gestirla? Come evitare di averne paura? 😱

Amo la mia comfort zone e ho 9 buone ragioni per non abbandonarla

Iscrivermi a una semi maratona se non sono sportiva? Leggere a voce alta un discorso per gli sposi quando detesto parlare in pubblico? Anche no! Vado controcorrente e sono fiera di dire che “Amo la mia zona di comfort e non voglio uscirne”. Dopo che avrai letto le 9 ragioni che motivano la mia scelta, tu e la tua comfort zone sarete inseparabili!

10 citazioni per imparare ad approfittare del presente

Che vengano pubblicate sui social o stampate e appese in un angolo della casa, le citazioni e gli aforismi ci spingono a riflettere e hanno sempre un effetto positivo sul nostro umore. Queste frasi, brevi ma efficaci, ci aiutano a guardare la nostra vita da un punto di vista diverso e ridimensionare i nostri problemi. Approfitta del presente perché è la cosa migliore che potresti mai decidere di fare.

Come presentare il nuovo compagno ai propri figli?

Il fatto che ti sei separato/a non preclude minimamente la possibilità di rifarti una vita, ma i tuoi figli, come prenderanno la notizia? La paura che il tuo nuovo compagno non venga accettato è grande, ma noi siamo dalla tua parte!

Sneating, la nuova tendenza per avere una cena offerta

Non hai mai sentito parlare di sneating? Sei curioso di sapere in cosa consiste? È una tecnica per certi versi crudele, ma che ti permette di avere delle cene o dei pranzi in ristoranti gratis. Lo sneating consiste nell’accettare una cena o un pranzo, chattando con uno sconosciuto, con la scusa di volerlo conoscere.

Segreti di famiglia: svelarli o custodirli per sempre?

La verità fa male... ma il silenzio fa ancora più male. Nessuna famiglia è perfetta, e ogni famiglia ha i suoi segreti. Più si cercano di nasconderli, più sembrano grandi. È difficile proiettarsi nel futuro quando i fantasmi del passato ci perseguitano. Quindi, è giusto liberarsi di questo peso e rivelare i nostri segreti di famiglia?

Flirtare significa tradire?

Nella lunga lista delle preoccupazioni di una coppia, un posto importante è occupato dal tema della fedeltà e del tradimento. Flirtare significa tradire? Guardare con insistenza Paolo, all’uscita di scuola dei bambini è infedeltà? La risposta è: dipende!

Come superare le convinzioni limitanti e vivere sereni

“Non ci riuscirò mai”, “Non ho alcun talento”… BASTA! Cosa fanno questi pensieri nella mia testa? Chi ce li ha messi? Se si sono fatti spazio quando ero bambino, è tempo di liberarmene per stare bene e ritrovare un po’ di fiducia in me stessa. Queste frasi assassine non distruggeranno il mio potenziale o la mia felicità, ho intenzione di fare del mio meglio per sterminarle! Ecco 6 consigli per identificarle.

Disturbo narcisistico: cosa vuol dire e quali sono i sintomi?

Carismatici e sicuri di sé, i narcisisti sembrano capaci di fare tutto e invulnerabili, persone alle quali non può succedere nulla di male. Ma dietro questa apparenza si nasconde spesso una grande debolezza e la paura del fallimento: i primi sintomi del disturbo narcisistico. Come riconoscere una persona narcisista? E da cosa deriva questo disturbo? Ecco tutto ciò che c’è da sapere per gestire un disturbo narcisista.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!