Lo stalking: cos'è? come riconoscerlo?

Aggiornato il da Giada Paoli

Chi non hai mai spiato qualcuno sui social network? Chi non ha mai utilizzato Facebook o Instagram per scoprire cosa fa il proprio ex? 👀 Diciamo che sotto sotto siamo tutti un po’ stalker. L’arte di spiare sui social ha un nome ben preciso nella vita reale: stalking. Scopriamo meglio questo fenomeno che miete sempre più vittime.

Lo stalking: cos'è? come riconoscerlo?

Il temine stalking viene dal verbo inglese “to stalk” che significa “seguire furtivamente”, “pedinare”. Ma di cosa si tratta esattamente? Come riconoscerlo? Cosa fare in caso di molestie ossessive e come liberarsene?

Quando si può parlare di stalking?

Lo stalker, ovvero il molestatore, assume comportamenti intrusivi ripetuti nei confronti di una persona nell’obiettivo di disturbarla e minacciarla. Ricorda che lo stalker può arrivare fino all’aggressione fisica e/o sessuale o addirittura all’omicidio. Per arrivare al proprio obbiettivo, lo stalker cerca una certa intimità con la propria vittima e viola la sua vita privata.

Stalker

Conosce tutta i dettagli della vita della sua vittima, anche le più piccole abitudini insignificanti. Chiamate telefoniche a ripetizione, invio in massa di SMS, invio di regali come cioccolatini e fiori, tentativi di avvicinamento... Lo stalker organizza diverse tecniche per molestare la propria vittima.

Come capire se si tratta di stalking?

Con la sua personalità sadica, lo stalker porta la vittima a uno stato di inferiorità cercando allo stesso tempo la seduzione, la sofferenza e l’attrazione. Possiamo classificare lo stalker in due categorie:

  • Lo stalker che soffre di un disturbo psicotico e che ha bisogno di una terapia con farmaci.
  • Lo stalker che soffre di un disturbo della personalità e che necessita di psicoterapia. Solitamente il 90% degli stalker appartiene alla seconda categoria.

È importante sottolineare che la vittima potrebbe essere incosciente di quello che sta succedendo in un primo momento. Lo stalker è alla ricerca di tutti gli errori possibili commessi dalla vittima come ad esempio tradimenti, cattive abitudini o un rifiuto in una relazione, tutte cose che lo portano a vedere la vittima come realmente colpevole di qualcosa. Ed è proprio su questa presunta colpevolezza che lo stalker insiste con il suo comportamento.

Lo stalking su Instagram o Facebook

Con l’arrivo dei social network, lo stalking ha assunto una nuova forma. Prima si doveva seguire la persona per strada e notare ogni suo gesto. Oggi, nessuno ha più bisogno di stare immobile a scrutare dalla finestra. Tutti i nostri movimenti, opinioni e amici sono in libero accesso su internet. La nostra vita è quindi alla loro mercé.

> Hai mai sentito parlare di digital detox? Come mettere un freno alla fruizione dei social!

Stalking ossessivo: cosa fare? come reagire?

1) Non sottovalutare lo stalking

Nella maggior parte dei casi la vittima conosce l’aggressore. Ecco perché ha tendenza a minimizzare la gravità della cosa. Ricorda che lo stalking può aumentare nel tempo e arrivare a forme di violenza più gravi.

2) Affronta il tuo stalker

Taglia tutti i contatti con il tuo stalker e spiegagli che non vuoi avere nessun tipo di rapporto con lui. Ricorda che potrebbe mentire per farti sentire ancora più in colpa ma anche che il confronto è indispensabile. Quando deciderai di affrontarlo sarebbe meglio non andarci da solo/a, a volte la situazione degenera in un attimo.

3) Conserva tutte le prove

Anche se non è semplice, è fondamentale tenere un diario con le date in cui ti ha seguito, ti ha scritto o ti ha mandato dei regali... Ti permetterà di costruire delle prove tangibili per sporgere denuncia. Pian piano diversi Paesi stanno mettendo in atto delle leggi che tentano di combattere e arginare lo stalking: un esempio è quello degli Stati Uniti o del Regno Unito in cui dopo essere stato segnalato due volte da una vittima, lo stalker può avere problemi con la giustizia.


Il consiglio della redazione: chiedi aiuto! 

Le vittime di stalking ossessivo possono sviluppare stress post traumatico, idee suicide, disturbi del sonno, dell’ansia e depressione. Se pensi di essere vittima di stalking parlane a chi ti sta vicino e non esitare a denunciare. 👉 Se noti che nonostante tutto questa brutta esperienza ha lasciato degli strascichi nel tuo quotidiano non esitare a parlarne con uno psicologo.

 
🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo


Fonte: esteri

Articolo suggerito da Giada Paoli

Il mio sogno è vivere sognando ad occhi aperti, amando infinitamente e sentirmi libera di essere ciò che desidero.

Gli articoli appena pubblicati

E se prendere le distanze fosse il modo migliore per proteggersi?

Lo dico forte e chiaro: fare un passo indietro per proteggersi è un grande SI! Lo dico perché l'ho già fatto con persone che amavo, ma con le quali le cose non funzionavano. Non sto parlando necessariamente di relazioni tossiche, perché ci sono diverse situazioni in cui è una buona idea prendere le distanze. Quindi, perché può essere utile? Quando dovresti farlo? A volte le relazioni sono difficili da mettere in discussione. Ma per il nostro bene è fondamentale farlo. Lascia che ti spieghi.

Possiamo piangere al lavoro?

“Avresti potuto fare di meglio”, osserva la tua collega ad alta voce. Osservazione questa che diventa la goccia che fa traboccare il vaso: le lacrime agli occhi, un nodo in gola e ti appresti ad avere una crisi di pianto. Ma è possibile piangere al lavoro? Come gestire questo flusso di emozioni? La prossima volta, potrai seguire i nostri semplici consigli.

Naturismo: come imparare a sentirsi liberi senza imbarazzo

Non hai ancora prenotato le vacanze? Per riacquistare fiducia in te stessa non c’è soluzione migliore che il naturismo. Secondo diversi studi, la nudità è la migliore amica della fiducia in se stessi. Quindi è deciso: questa estate sarà senza veli!

Discorso di matrimonio: 7 idee per un discorso perfetto

Una delle tue più care amiche si sposa e tu sei la testimone? Bene, sarai al settimo cielo! Tranne per un piccolo dettaglio...ti tocca scrivere il discorso per testimoniare l’amore dei novelli sposi! Non farti prendere dal panico, è meno complicato di quello che sembra. Per darti un piccolo spunto, ecco 7 idee dalle quali puoi attingere per trovare il discorso perfetto!

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandando un messaggio”. Chi non sarebbe rimasto a bocca aperta sentendo questa frase? Avevo già sentito parlare del cervello rettiliano, ma non ho mai approfondito. Il suo ruolo sarebbe quello di dettare comportamenti vitali: nutrirsi, bere, riprodursi… ma lo abbiamo davvero questo cervello rettiliano? Recenti ricerche in neuroscienza rimettono tutto in discussione.

La mia famiglia mi volta le spalle: come reagire? Cosa fare?

Se c’è un legame che pensiamo durerà per sempre, è sicuramente quello di sangue. Alcuni dicono che la famiglia è sacra. Sì, ma potrebbe essere anche teatro di litigi o violenza fino ad arrivare a volte alla rottura della famiglia…. I motivi possono essere tanti e causare danni di diverso tipo, quindi come fare quando si arriva al punto che la famiglia ci volta le spalle? Come reagire? Esiste un modo di riconciliarsi? Alla fine potrebbe essere una cosa positiva? Tante domande legittime da porsi.

Trasparenza nelle retribuzioni: perché gli stipendi sono così tabù?

Se c'è un mondo in cui i tabù abbondano, è quello del lavoro. Evita di sfogarti, evita le emozioni, evita di avvicinarti, evita il personale, ma soprattutto, soprattutto, l'opaco mistero che circonda gli stipendi! Il divieto è lì, mai dichiarato, mai stabilito, ma il suo profumo aleggia ovunque intorno all'argomento retribuzione. Ma perché parlare del proprio stipendio è così tabù?

5 buone ragioni per ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibile punto di forza quando siamo capaci di riconoscerle, capirle e, più complicato, controllare le reazioni che ne derivano. L’intelligenza emotiva ha sempre più successo nelle aziende: coltivare le emozioni positive è un ottimo modo per migliorare la motivazione, l’impegno e quindi le performance.

Sono una persona troppo autoritaria: test, perché è importante cambiare

“Fai così, non andare lì, stasera mangiamo pizza…” Chi può dire di non essere stato un po’ autoritario, soprattutto nella vita di coppia? A volte mi rendo conto da sola che forse do un po’ troppi ordini, ma mai fino al punto di dirmi che sono troppo autoritaria. Il mio ragazzo e i miei amici non si lamentano di questa cosa (ho tanti altri difetti molto più marcati)! Non si può dire lo stesso per tutti però… ci sono tantissime persone molto autoritarie. Se l’argomento ti interessa, è arrivato il momento di interrogarsi sul tuo comportamento e sul “perché”.

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più grande difetto è questo eccessivo perfezionismo... Eternamente insoddisfatto, ho sempre qualcosa da ridire, tanto per me quanto per gli altri. Esagero? Dovrei iniziare a preoccuparmi? Perché non sono mai soddisfatto?

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!