Erotomania: un amore ossessivo non corrisposto

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Quando ero più piccola, ho avuto varie cotte per delle persone famose. È durata fino all’adolescenza e speravo dentro di me di poter incontrare la persona di cui mi ero invaghita e vivere una bella storia d’amore. A differenza di quello che succede per una persona erotomane, mi rendevo conto che nulla era reale, che era tutto nella mia testa. Nota anche come sindrome di Clérambault, questa patologia indica gli “amori immaginari”. Cosa significa? Come si può diventare ossessionati da un amore non corrisposto? Cosa si nasconde dietro un comportamento erotomane? Scopriamolo insieme.

 
 Sommario

La definizione di erotomania

Innamorarsi di una persona famosa con cui non abbiamo mai parlato e convincersi che questa contraccambi è la definizione stessa dell’erotomania. Tutti possiamo prenderci una cotta e dirci che forse abbiamo una chance con qualcuno che vediamo solo da lontano 😅. L’erotomania però si spinge oltre perché supera una semplice cotta passeggera.

Qui parliamo di una vera e propria ossessione per una persona ben precisa: siamo davanti a una malattia psichiatrica. Le conseguenze, sia per l’erotomane che per la persona amata, non sono di certo trascurabili. Effettivamente, l’erotomane entra in una forma di molestia per estorcere una confessione sulla reciprocità dei sentimenti 😅. Cosa ci spinge a sviluppare questa patologia ossessiva?

Quali sono le cause dell’erotomania?

La psichiatria non riesce a dare una ragione chiara sull’erotomania. Si tratta di un disturbo sessuale che potrebbe nascere a causa di una negligenza subita durante l’infanzia. L’impatto psicologico di un non-riconoscimento del bambino da parte dei genitori lo porta a ricercare a ogni costo una nuova forma di attenzione da adulto.

👨‍👩‍👧 La psicologa francese Valérie Grumelin spiega che se non si hanno avuto relazioni normali con i genitori (ad esempio coccole, baci ecc.) si tende, in età adulta, a interpretare la minima attenzione come un desiderio fisico e sessuale. Inoltre, rifugiarsi in una relazione immaginaria e fittizia diventa un meccanismo di difesa. Ciò permette all’erotomane di trovare una forma di comfort e di sollievo…

I disturbi psichiatrici associati all’erotomania

L’erotomania può essere un disturbo secondario tra le persone schizofreniche o bipolari. È infatti proprio la presenza dei sintomi di queste altre malattie che determineranno se l’erotomania è primaria o secondaria.

Se la patologia può essere associata a questi disturbi, si contrappone invece diametralmente alla paranoia. Quest’ultima è l’esagerata sfiducia nei confronti degli altri e l’interpretazione negativa della minima parola. Al contrario, l’erotomane interpreta tutto in maniera positiva (anche troppo) tanto da condurlo ad assumere un comportamento pericoloso.

Il comportamento dell’erotomane

I comportamenti erotomani di sviluppano in tre fasi:

👉 L’elemento scatenante: l’erotomane si innamora di una persona e la reputa responsabile della “loro” storia d’amore

👉 La speranza: l’erotomane tenta di entrare in comunicazione per uno scambio amoroso. In assenza di risposta, trova un qualsiasi pretesto (es. una storia d’amore segreta)

👉 Il rancore: l’erotomane capisce finalmente che l’amore non è condiviso e prova una profonda delusione mista al desiderio di vendetta.

📌

 Essere convinti di essere amati da un’altra persona porta allo stalking, ovvero l’assunzione di un comportamento intrusivo e ripetitivo. Solitamente si caratterizza con lo spiare l’altra persona tramite i social o direttamente in casa (qualora ne si conosca l’indirizzo). Si tratta chiaramente di una violazione della privacy ma l’erotomane, noncurante, farebbe di tutto pur di ottenere la sua dichiarazione d’amore.

Nella fase del rancore, l’erotomane può anche cadere in depressione e dar prova di aggressività a forza di essere confrontato ai continui rifiuti del frutto della sua ossessione.



Come reagire di fronte a un erotomane?

Le persone che diventano oggetto di questo amore ossessivo hanno generalmente funzioni sociali o professionali superiori 👨‍🏫: scrittori, cantanti, medici, professori, attori ecc. In ogni caso, si può diventare la sua “vittima” anche per aver dimostrato una particolare gentilezza o attenzione.

⚠️ Questo disturbo sessuale è chiaramente rischioso per la vittima. Non bisogna affrontare l’erotomane da soli poiché quest’ultimo non ha consapevolezza di soffrire di un disturbo psichiatrico. La cosa migliore è rivolgersi alle autorità competenti e alla giustizia per controllare eventuali degenerazioni violente. La persona dovrà essere monitorata da un servizio psichiatrico.

Test dell’erotomania e trattamento

Gli psichiatri non effettuano test dell’erotomania. Non è comunque difficile identificarla, poiché il paziente manifesta segni inequivocabili. Spesso la mitomania va di pari passo con la creazione di un mondo immaginario di cui il malato non si accorge. Inoltre, l’erotomane parlerà anche in maniera ossessiva della persona al centro della sua attenzione.

👉 Ci dev’essere un vero e proprio monitoraggio psichiatrico per dare un trattamento medico adatto alla persona. Anche un controllo psicologico è consigliato per lavorare sull’autostima analizzando il passato del malato al fine di comprendere l’origine di questo comportamento ossessivo.


Il consiglio della redazione: vittime in pericolo

Lo avrai ormai capito, l’erotomania è una patologia psichiatrica. Se ne sei vittima, ricordati che non è colpa tua e che non puoi farci nulla, se non sperare che la persona stia meglio. Esistono dei trattamenti ma è difficile parlare di guarigione totale. Non esitare a contattare uno psicologo.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!

#BornToBeMe



Fonte: passeportsante.net 

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!