"Il mio lavoro è la mia ragione di vita": attenzione allo squilibrio!

Aggiornato il da Giada Paoli

Sono una di quelle persone che non mettono il lavoro al centro della propria vita. D'altra parte, ho un'amica che lo fa, al punto che il suo corpo cede regolarmente. È chiaro che il suo lavoro è la sua ragion d'essere e dà il massimo. Forse un po' troppo. Ecco perché ho voluto scrivere questo articolo, per ricordarle di fare attenzione! Forse sarà utile anche a te, soprattutto se senti che la tua carriera sta occupando tutto lo spazio della tua vita.

"Il mio lavoro è la mia ragione di vita": attenzione allo squilibrio!

Un investimento che può essere pericoloso

Tutti noi possiamo diventare maniaci del lavoro. Sì, anche io, che non amo lavorare 🤐! In realtà, è molto semplice: se hai un lavoro che ami, non ti rendi nemmeno conto di lavorare. Così, a poco a poco, il lavoro prende il sopravvento e noi diamo il massimo. È quello che sta succedendo alla mia amica. Ha intrapreso una carriera che le piace molto e che le offre molte sfide. È entusiasta, ma il problema è che il suo corpo sta mostrando grandi segni di stanchezza...

femme sortant d'un scanner

Non molto tempo fa, ha avuto un collasso e ha dovuto sottoporsi a una TAC d'emergenza...

Come spiega lo psicologo Bryan Robin, quando si diventa maniaci del lavoro si sviluppa un'ossessione che può portare a gravi problemi di salute. Si tratta di un vero e proprio burn-out, che permette allo stress e all'esaurimento di prendere piede, portando persino a malattie mentali e problemi fisici (in particolare problemi cardiaci 😱).

Non fare del proprio lavoro la propria identità

A dire il vero, è un po' di tempo che non vedo la mia amica di persona, perché è così presa dal lavoro. Ci scriviamo messaggi su What's App (ciao amici che hanno paura del telefono 😅 ), ma ci vediamo raramente. Anche la sua famiglia e gli altri amici si lamentano della situazione, perché ci sentiamo davvero in secondo piano. In breve, il suo lavoro prende il sopravvento e tutti gli altri ambiti della sua vita vengono messi da parte...

Il problema è che ha trasformato il suo lavoro in qualcosa che la definisce. Non la sto biasimando, perché nella nostra società capitalista la sfera professionale è molto centrale. Una delle prime domande che si fanno a una persona appena conosciuta è: "Cosa fai nella vita?"

Devi essere produttivo, devi contribuire alla società, siamo spinti a investire enormemente su noi stessi, quindi capisco anche questo. Questo è ciò che spiega lo psicologo del lavoro e delle organizzazioni Edgar Schein: "L'identità professionale è una componente essenziale dell'identità personale, che dà significato alla nostra vita".

Tuttavia, dobbiamo fare attenzione che il lavoro non diventi la nostra identità, altrimenti cosa diventiamo nel resto del tempo 🤔? In ogni caso, lo psicologo Robert J. Wicks ci esorta a metterci in discussione. Dobbiamo essere in grado di trovare altre fonti di soddisfazione e realizzazione personale, altrimenti siamo fuori equilibrio!

Come possiamo decentralizzare il lavoro?

Lavoriamo per vivere, ma non viviamo per lavorare. Dobbiamo ricordare questo detto per evitare l'assolutismo professionale. Per andare oltre, ecco un consiglio che vorrei dare al mio amico:

  • 👉 Stabilisci dei confini: Non confonderti e definisci chiaramente gli orari in cui lavori (così da evitare di leggere le email di lavoro sul divano la sera!).
  • 👉 Coltiva interessi al di fuori del lavoro: pensa alle attività che svolgevi prima del lavoro o esplorane di nuove! Potrebbero essere la lettura, lo sport, la cucina, l'arte, la musica o qualsiasi altra cosa che ti dia piacere.
  • 👉Prenditi cura della tua salute: fai esercizio fisico regolarmente, mangia in modo sano e dormi a sufficienza.
  • 👉 Trascorri del tempo con i tuoi cari: i tuoi cari sentono la tua mancanza, quindi trascorri con loro momenti preziosi.
  • 👉 Cerca supporto: se ti senti sopraffatto dal lavoro, non esitare a cercare supporto. Potrebbe trattarsi di uno psicologo, di un life coach o anche di un amico fidato.
  • 👉Prenditi una vacanza: è importante prendersi una pausa ogni tanto ed è un buon modo per staccare completamente dall'aspetto "produttività" e fare il punto della situazione.

Anche se il lavoro è importante e può darci molte soddisfazioni, è importante ricordare che non dovrebbe essere la nostra unica ragione di vita. Come dice Wicks: "Siamo molto di più del nostro lavoro. Abbiamo altri ruoli, altre passioni e altre relazioni che contribuiscono al nostro senso di sé e alla nostra felicità".

Il consiglio della redazione: trova il giusto equilibrio


Se queste poche parole risuonano con te, se ti riconosci e pensi che il tuo lavoro stia occupando più spazio del dovuto, allora potrebbe essere il momento di contattare uno psicologo. È importante trovare un equilibrio tra lavoro e vita privata che ti permetta di prosperare.

🤗 Conoscersi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!
#BornToBeMe

Contattare uno psicologo

La redazione ti consiglia:

Articolo suggerito da Giada Paoli

Il mio sogno è vivere sognando ad occhi aperti, amando infinitamente e sentirmi libera di essere ciò che desidero.

Gli articoli appena pubblicati

Perché non riesco a prendere una decisione?

C'è una situazione che mi capita spesso: sono in un ristorante, ho il menu tra le mani e mi ci vuole molto tempo per decidere cosa ordinare. Ho paura di scegliere il piatto sbagliato e di pentirmene. Si tratta solo di una cena, ma nella vita reale mi capita in molte situazioni. Perché non riesco a prendere una decisione? Ho approfondito l'argomento perché so che molte persone si chiedono la stessa cosa!

Discorso di matrimonio: 7 idee per un discorso perfetto

Una delle tue più care amiche si sposa e tu sei la testimone? Bene, sarai al settimo cielo! Tranne per un piccolo dettaglio...ti tocca scrivere il discorso per testimoniare l’amore dei novelli sposi! Non farti prendere dal panico, è meno complicato di quello che sembra. Per darti un piccolo spunto, ecco 7 idee dalle quali puoi attingere per trovare il discorso perfetto!

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandando un messaggio”. Chi non sarebbe rimasto a bocca aperta sentendo questa frase? Avevo già sentito parlare del cervello rettiliano, ma non ho mai approfondito. Il suo ruolo sarebbe quello di dettare comportamenti vitali: nutrirsi, bere, riprodursi… ma lo abbiamo davvero questo cervello rettiliano? Recenti ricerche in neuroscienza rimettono tutto in discussione.

La mia famiglia mi volta le spalle: come reagire? Cosa fare?

Se c’è un legame che pensiamo durerà per sempre, è sicuramente quello di sangue. Alcuni dicono che la famiglia è sacra. Sì, ma potrebbe essere anche teatro di litigi o violenza fino ad arrivare a volte alla rottura della famiglia…. I motivi possono essere tanti e causare danni di diverso tipo, quindi come fare quando si arriva al punto che la famiglia ci volta le spalle? Come reagire? Esiste un modo di riconciliarsi? Alla fine potrebbe essere una cosa positiva? Tante domande legittime da porsi.

Trasparenza nelle retribuzioni: perché gli stipendi sono così tabù?

Se c'è un mondo in cui i tabù abbondano, è quello del lavoro. Evita di sfogarti, evita le emozioni, evita di avvicinarti, evita il personale, ma soprattutto, soprattutto, l'opaco mistero che circonda gli stipendi! Il divieto è lì, mai dichiarato, mai stabilito, ma il suo profumo aleggia ovunque intorno all'argomento retribuzione. Ma perché parlare del proprio stipendio è così tabù?

5 buone ragioni per ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibile punto di forza quando siamo capaci di riconoscerle, capirle e, più complicato, controllare le reazioni che ne derivano. L’intelligenza emotiva ha sempre più successo nelle aziende: coltivare le emozioni positive è un ottimo modo per migliorare la motivazione, l’impegno e quindi le performance.

Sono una persona troppo autoritaria: test, perché è importante cambiare

“Fai così, non andare lì, stasera mangiamo pizza…” Chi può dire di non essere stato un po’ autoritario, soprattutto nella vita di coppia? A volte mi rendo conto da sola che forse do un po’ troppi ordini, ma mai fino al punto di dirmi che sono troppo autoritaria. Il mio ragazzo e i miei amici non si lamentano di questa cosa (ho tanti altri difetti molto più marcati)! Non si può dire lo stesso per tutti però… ci sono tantissime persone molto autoritarie. Se l’argomento ti interessa, è arrivato il momento di interrogarsi sul tuo comportamento e sul “perché”.

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più grande difetto è questo eccessivo perfezionismo... Eternamente insoddisfatto, ho sempre qualcosa da ridire, tanto per me quanto per gli altri. Esagero? Dovrei iniziare a preoccuparmi? Perché non sono mai soddisfatto?

I 7 migliori gadget antistress per lottare contro l’ansia

Che sia per un esame o per capire cosa fare della propria vita, lo stress mi conosce bene! Inoltre… Bisogna dire che sono una persona abbastanza stressata in generale e con il tempo ho trovato dei trucchetti per restare più tranquilla. Grazie a questo, sono riuscita a trovare dei modi che io utilizzo più o meno tutti i giorni per calmarmi. Lo stress ha un impatto molto importate sul corpo e sulla mente, non bisogna lasciargli spazio. Allora ecco 7 strumenti antistress che ci fanno bene!

Non ho ambizioni, è davvero così grave?

Fin dai tempi del liceo, avere degli ottimi voti in pagella non mi interessava un granché. Il proseguimento della mia vita professionale non è stato molto diverso. In un mondo all’insegna dell’iperproduttività, del continuo superamento dei propri limiti, di costanti sfide personali, io mi accontento di vivere la mia vita tranquillamente.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!