7 consigli per tenere i bambini lontani dagli schermi

TV, piattaforme di streaming, videogiochi, smartphone, i bambini trascorrono ore di fronte ad uno schermo. Comodo per noi adulti, ma non così sano per un bambino in tenera età. Se trovi difficile tenere occupato tuo figlio senza metterlo davanti ad uno schermo, questo articolo è per cioè che fa per te. Scopri 7 consigli per tenerli lontani dagli schermi!


Sommario :

7 consigli per tenere il bambino occupato senza schermo

Ecco sette consigli e soluzioni per tenere i bambini occupati, lontani dagli schermi della televisione, tablet o smarphone. 

1) Dai il buon esempio

Ricordati che sei tu il primo modello per tuo figlio, quindi se passi ore al telefono o alla TV, tuo figlio sarà portato inconsciamente a voler fare la stessa cosa. In qualità di genitore, il tuo ruolo è quello di dare il buon esempio e suscitare la loro curiosità. Se invece ti vede fare attività manuali, cruciverba, assicurati che segua il tuo esempio e che voglia fare "proprio come mamma e papà".

2) Mettilo ai fornelli

Rompere le uova, impastare, mescolare e naturalmente assaggiare, a quale bambino non piacerebbe? Qualunque sia la ricetta, puoi sempre trasformare il tuo bambino in un piccolo aiutante. Insegnagli le basi della cucina, ricette semplici ma gustose, sarà un’attività interessante e stimolante.

3) Coinvolgi tuo figlio in attività artistiche

Perché non provare a rendere il tuo bambino la futura rock star facendogli ascoltare la musica (o dargli uno strumento se ne avete a disposizione)? Quando si stancherà, potrai passare ad attività manuali, più silenziose ma altrettanto divertenti. Colorare, dipingere, modellare il DAS, o l’intramontabile pasta di sale, ci sono tantissime soluzioni creative per tenere impegnato e divertire un bambino, stimolando la sua fantasia.


Citazione

Tutti i bambini hanno il genio, il trucco è farlo apparire.

Charlie Chaplin


4) Giochi di società

I giochi di società sono la soluzione ideale per occupare i tuoi figli. Sarà un momento di condivisione, unione e sano divertimento. Le possibilità sono infinite, per i più coraggiosi Risiko o Monopoli, per chi invece preferisce giochi più semplici, Battaglia Navale o Indovina Chi, sono le soluzioni migliori.

5) Insegnagli ad amare la lettura

Che si tratti di un libro fantasy, di un libro sugli animali o semplicemente di una raccolta di fiabe, un libro ha molto da insegnare a un bambino. Ci sono così tanti argomenti che possono interessarlo, suscitare la sua curiosità, farlo viaggiare con la mente, spingerlo ad imparare... Un libro è più sano di un schermo, arricchisce il vocabolario e migliora la qualità del sonno!

6) Incoraggialo a fare sport

Se hai un giardino, non c’è nulla di meglio che farlo giocare all'aria aperta. Su internet esistono tantissime idee per fare dello sport faidate a casa, con pochissima attrezzatura, ecco ad esempio un sito che dà parecchie idee: articoli sportivi da giardino. Fare attività fisica e movimento, stimola mente e corpo, responsabilizza il bambino e gli permette di sfogarsi.

7) Aiutalo ad imparare a socializzare

Perché ciò che manca di più ai bambini in questo particolare periodo sono i loro amici. Un telefono non è considerato uno schermo se viene messo all'orecchio, o usato con delle cuffiette! Che chiami i suoi amici, i nonni, i cugini, tutti quelli a cui sarà felice di raccontare le sue giornate (ore più interessanti di quelle passate davanti alla TV).

Il consiglio dello psicologo: due ore di schermo, non di più...

La Società Pediatrica Canadese è categorica sul fatto che limitare la durata dello schermo a 2 ore al giorno andrà solo a beneficio del bambino. In media, i bambini dai 10 anni in su passano 7 ore e 48 minuti al giorno davanti alla televisione, giocando ai videogiochi o al computer, e questo ha un impatto sul loro sviluppo, sulla loro crescita o sulla partecipazione all'aumento del tasso di obesità.
Quindi, per la loro salute, le loro capacità intellettuali e di concentrazione, è importante mettere dei limiti! E mostrare loro che la vita non è solo uno schermo.


Articolo suggerito da
La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!