Effetto specchio : quando gli altri ci rimandano i nostri demoni...

Aggiornato il da Amelia Lombardi

Da qualche anno mi lamento di non riuscire a stringere nuove amicizie. Ho l’impressione che le persone mi evitino... Ma devo ammettere che anche io resto in disparte. Questo fenomeno è noto come effetto specchio. Si tratta del nostro comportamento che si riflette sugli altri e viceversa! Può essere positivo o negativo, ma spesso riproduce le nostre stesse difficoltà. Vediamo cosa riflette concretamente l’effetto specchio.

Effetto specchio : quando gli altri ci rimandano i nostri demoni...

Cos’è l’effetto specchio?

Carl Gustav Young definisce l’effetto specchio così: “tutto ciò che vediamo negli altri è il riflesso di noi stessi”. Tutti i gesti che facciamo ci tornano indietro tramite gli altri. Di conseguenza, ci permettono di capire qualcosa in più su di noi. Un po’ come un bambino che imita il comportamento degli adulti per svilupparsi e prendere coscienza del proprio corpo. La realtà esterna è il riflesso del nostro strato interno!

🧐 Chi è lo specchio? L’altra persona con la quale ci confrontiamo o con cui abbiamo una relazione, di qualsiasi natura essa sia.




L’esempio concreto dell’effetto specchio positivo

Per cogliere l’effetto specchio possiamo prendere l’esempio dell’amicizia. Solitamente i nostri amici sono persone che stimiamo. Cerchiamo negli altri i tratti della nostra personalità che apprezziamo e i valori che condividiamo. In questo caso quindi si parla di effetto specchio positivo. Nella maggior parte dei casi però, è abbastanza negativo.

Come funziona l’effetto specchio?

In realtà, l’effetto specchio è spesso un meccanismo di difesa. Si tratta di una vera e propria proiezione. O meglio, si proiettano i nostri sentimenti sugli altri in funzione della nostra visione.

Immagina di detestare una persona per il suo egocentrismo 😒. Trovi che questa persona occupa tutta la scena e che parla solo di sé e dei suoi traguardi. Il problema con questa persona nasconde dell’altro. Le nostre emozioni negative nascono da una mancanza di fiducia in noi stessi, questo genera la gelosia nel vedere una persona così a proprio agio 😥.

Deux personnes qui ne s'aiment pas

👉 L’effetto specchio solletica una problematica sepolta attraverso i risentimenti verso gli altri.

Perché è importante capire l’effetto specchio?

Quando capiamo il funzionamento dell’effetto specchio, impariamo a trovare dentro di noi la soluzione ai nostri problemi. Questo meccanismo psicologico condiziona la nostra vita e il nostro rapporto con gli altri, si pensa sempre che siano gli altri il problema prima di mettersi in discussione 😅. È importante avere un ottimo spirito di adattamento per evitare di sviluppare false credenze con l’effetto specchio. Ecco perché per sapere se l’effetto specchio si applica alle problematiche che incontriamo dobbiamo fare un lavoro di introspezione.

Girare lo specchio verso di sé

Riprendo l’esempio dell’introduzione: non riesco a fare nuove amicizie. Parlo di veri legami, profondi e forti, non di conoscenti che vediamo di tanto in tanto. Ma se sono sola, non è necessariamente colpa degli altri. Magari sono proprio io che mando un’immagine che non incita gli altri a venire verso di me 😶:

Non mi interesso abbastanza agli altri

  • Non prendo l’iniziativa di cominciare una conversazione
  • Non curo a dovere il lato amichevole ecc

👉 Ci possono essere tantissime ragioni da trovare dentro di me per comprendere il mio problema e il mio comportamento. Per questo motivo, è bene sbarazzarsi delle convinzioni limitanti come “gli altri non mi apprezzano”, per correggere il problema.

L’effetto specchio in una coppia

Uno dei casi più frequenti e più delicati dell’effetto specchio è quello della coppia. È difficile gestire una relazione così intima con un altro essere umano poiché spesso si verificano tensioni. Si ha tendenza a dare la colpa all’altro senza fare un passo indietro. Se la coppia affronta delle difficoltà è invece fondamentale farsi delle domande. Altrimenti incomprensioni e sofferenza non faranno altro che aumentare fino a condurvi a una brusca rottura 💔.

Addio ai pensieri limitanti

Quando si litiga, si ha l’impressione che tutte le differenze vengano a galla... in realtà succede esattamente il contrario. Riceviamo dall’altro ciò che contestiamo, ovvero il nostro pensiero limitante:

  • Non si occupa abbastanza di noi, non si occupa della casa, pensa solo per sé ecc.

Bisognerebbe invece porsi la domanda al contrario:

  • Io faccio un passo verso di lei/lui? Faccio tutto il necessario? Mi rimetto in discussione?

Più si prende la problematica al contrario per rovesciare l’effetto specchio, meglio si potrà comprendere i problemi di coppia.

Il senso di colpa dell’effetto specchio

Lo sviluppo personale permette di rimettersi in discussione in diverse situazioni. In ogni caso, si deve fare attenzione poiché capita di non essere in alcun modo responsabili di una situazione problematica. Se siamo a contatto con un narcisista perverso, bisogna vedere la situazione sotto un altro punto di vista. Viviamo una relazione tossica e ci facciamo manipolare da qualcuno che è perfettamente cosciente di ciò che fa.

Inoltre, non bisogna dimenticare l’impatto delle malattie psicologiche come la depressione, che intacca le relazioni sociali. In questo genere di situazione è fondamentale farsi accompagnare da un professionista e chiedere aiuto.

👉 Dar prova di buon senso verso se stessi è il miglior modo di imparare a conoscersi profondamente e liberarsi di emozioni tossiche.


Il consiglio della redazione: un meccanismo affascinante

L’avrai capito, l’effetto specchio è un meccanismo psicologico affascinante! Prima di dare la colpa agli altri, concentrati su di te! Cosa genera in te? Per quale motivo? Da dove deriva questo sentimento? Individuare un effetto specchio e comprenderlo non è così semplice come sembra, ecco perché è interessante rivolgersi a uno psicologo per comprendere cosa succede dentro di te. Questo lavoro ti permetterà di mettere in atto nuovi comportamenti e migliorare le relazioni con gli altri.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe

Contatta un coach

Potrebbe interessarti

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Piangere davanti a una pubblicità? Fatto ✅. Essere disturbati da qualsiasi rumore? Certo ✅. Non sei in grado di gestire le tue emozioni negative? Certo ✅. Tutte le persone ipersensibili lo sperimentano quotidianamente. Almeno, io lo faccio. Esatto, faccio parte della squadra delle emozioni! Non è abbastanza facile per me, quindi quando sono in una relazione so che il mio partner è perso. Per questo ho scritto una piccola guida per aiutare le persone che vivono quotidianamente con una persona ipersensibile.

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Come punire in modo efficace i propri figli? Ecco alcuni consigli

Sono sempre tanto carini...quando dormono! Non c’è niente da fare, nemmeno le punizioni funzionano e tuo figlio continua a fare una marea di danni! La conseguenza? Non ti senti rispettata, alle volte quasi inutile. Tuttavia, c’è una buona notizia, ovvero che esistono delle soluzioni per ritrovare il tuo potere. Come punire un figlio in modo efficace? Vediamolo!

Perché mi sento sempre in colpa?

Il senso di colpa ti divora anche se non hai fatto niente di male? Perché finisci sempre per darti la colpa di tutto? Quali sono i motivi? C’è un modo per smettere e imparare a stare meglio. Ecco i nostri consigli!

Sindrome di Asperger: definizione, diagnosi e cura

Difficoltà a comunicare, la chiusura in una passione, rumori troppo aggressivi… Ti riconosci o pensi a qualcuno leggendo questa breve descrizione? Si tratta dei tratti caratteristici delle persone affette dalla sindrome di Asperger, una leggera forma di autismo. È importante capire a fondo questa sindrome per farsi accompagnare o accompagnare al meglio coloro che ne soffrono. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cosa significa avere un carattere forte per una donna?

A quanto pare ho un carattere troppo forte. O almeno è quello che dicono le persone che si sentono aggredite quando do il mio parere o esprimo il mio scontento. Si direbbe quasi che preferiscano che finga pur di dar loro ragione…. Eppure, avere un carattere forte non è necessariamente qualcosa di negativo! Anzi, è positivo per la mia salute e per quella di chi ci circonda. Sì, ho un bel caratterino, e quindi?

Piangere davanti ai propri figli: segno di debolezza o lezione di vita?

Da bambino, tutto è un pretesto per versare una lacrimuccia. Gestire le emozioni è una cosa da adulti, soprattutto da genitori. O perlomeno, ci provano. Eppure, ho visto i miei piangere e non li biasimo affatto. Oltre a queste immagini strazianti, la loro «mancanza di pudore» mi è servita tanto nella vita. Grazie mamma, grazie papà: non sono un robot senza cuore! Per far sì che tutti i genitori smettano di farsi dei complessi e di sforzarsi per evitare di piangere, dirò la mia sulla questione. Non in qualità di esperta, ma come una bambina un po’ cresciuta che ha già visto crollare e scoppiare in lacrime i suoi genitori e che se lo ricorda ancora.

Perché mi innamoro sempre degli uomini che non mi amano?

Ogni volta la stessa storia, sei attratta da uomini che non si interessano a te, che non ti fanno stare bene, che sono totalmente inaccessibili? Ma perché ricadi sempre nello stesso schema drammatico? Nathalie Prussia-Collin, autorevole psicologa francese, ci spiega questo comportamento.

Mi sento diversa: non tutti i mali vengono per nuocere!

"Beh, ma tu sei un artista!". "Si vede che sei un po' originale!" Questo è proprio il tipo di osservazione che i miei amici mi fanno spesso (molto, troppo spesso). Complimenti? Non proprio. Più che altro è un modo educato di farmi capire che non sono come loro, che sto facendo troppo, o troppo poco, che non seguo il ritmo. La verità? Credo che abbiano ragione!

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!