4 consigli per imparare ad amarsi: di' addio all’insicurezza!

Aggiornato il da La Redazione Wengood

“Faccio schifo”, “sono brutto”, “sono inutile” … difficile avere sempre una buona autostima. Eppure, è la chiave del nostro successo e del nostro equilibrio psicofisico. Sentirsi bene con sé stessi e con il proprio corpo, imparare ad amare sé stessi, è la cosa migliore che possiamo fare.

4 consigli per accettare sé stessi

La terapia cognitivo-comportamentale può essere utile per aiutare le persone con una bassa autostima di sé. Tuttavia, ci sono alcuni consigli più semplici che possono essere messi in pratica ogni giorno!


Citazione

Innamorati di te. Della vita. E dopo di chi vuoi.

Frida Kahlo


1) Abbi riguardo per te

Non sentirti in colpa se non sei riuscito a mantenere una promessa o se non hai raggiunto un obiettivo. Sbagliare è umano, e ci aiuta a crescere. Basta accettare le nostre debolezze e i nostri difetti.

2) Cerca di essere ottimista

Evita di immaginare sempre il peggio e smettila di avere paura. Quando si inizia un nuovo progetto, prenditi del tempo, rilassati e credi in te stesso. Sei come tutti gli altri, hai le stesse possibilità e capacità.

3) Smettila di dare peso al giudizio altrui

Lo sguardo degli altri ti provoca un senso di insicurezza. Smettila di chiederti cosa pensano gli altri, non cercare l'approvazione altrui, l’unica cosa che conta è ciò che vuoi tu. Vivi per te stesso, impara ad amarti. Accettati per come sei, sia fisicamente che caratterialmente.

4) Pensa positivo

Allontana ogni pensiero negativo e concentrati sul lato positivo. Puoi ad esempio scrivere in un taccuino ciò che ogni giorno ti rende orgoglioso. Piano piano ti renderai conto che pensare sempre al peggio, essere duri con sé stessi non fa altro che tarparti le ali.


Il consiglio della redazione: Chiedi aiuto se ne senti il bisogno

A volte ci si ritrova in un vicolo cieco e niente sembra avere più importanza. Se hai difficoltà a fare amicizia, a socializzare, se senti che la mancanza di autostima ti vincola, meglio chiedere una mano d’aiuto ad uno specialista, ad un terapeuta ad esempio.

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più g...

Leggi

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione ...

Leggi

Essere autoironici o prendersi in giro? Ridere di sé serenamente

Ti sarà capitato almeno una volta di fare una figuraccia o di dire qualcosa di insens...

Leggi

Il movimento Body positive o come accettare meglio il nostro corpo

Pelle a buccia d’arancia, rotolini, smagliature… Non ho paura di dire che sono grassa...

Leggi

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tr...

Leggi

Cosa vuol dire essere non binari? #identità

Ultimamente l’uso della schwa “ə“ è sempre più presente in tantissimi testi e articol...

Leggi

Genitori troppo esigenti: quando si pretende troppo dai figli

Essere genitori è qualcosa di eccezionale, ma è anche tanto difficile. In quanto gen...

Leggi

Cosa significa LGBTQIA+ 🏳️‍🌈? #identità

Sono felice di vedere intorno a me una società che evolve, con persone che affermano ...

Leggi

Come capire se sono transgender? #identità

Qualche anno fa, parlavo con un amico che mi ha confidato di essersi posto diverse do...

Leggi

Come smettere di desiderare continuamente l’approvazione altrui?

Da quando ero piccola, ho sempre avuto l’impressione di fare le cose in funzione degl...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!