Relazione a distanza, il segreto per farla funzionare

Aggiornato il da Paola Ferraro

Hai incontrato la tua anima gemella e da allora stai vivendo un folle amore! L'unico neo: vive a più di 500 km da te... Vi mancate tanto a vicenda e per di più tua madre, la tua amica Anna e persino la tua parrucchiera ne sono certe: le relazioni a distanza non funzionano! Ma è proprio così? Su col morale! Non disperare! Abbiamo dei suggerimenti che fanno al caso tuo.

Relazione a distanza, il segreto per farla funzionare
Sommario 

Come si fa a far durare una relazione a distanza?

Quali sono i tre consigli per far in modo che una relazione a distanza duri e sopravviva alle difficoltà.

1) Fidarsi, fidarsi e ancora fidarsi

Non so se è chiaro il concetto, ma la base su cui costruire una relazione qualsiasi è.… la FIDUCIA (spero che adesso lo sia!). Una relazione a distanza non è un’eccezione alla regola e i due amorosi devono dare prova di forza e di fiducia. Senza quest’ultima, è impossibile costruire una relazione solida e duratura. Innanzitutto, devi credere nella relazione stessa. Se hai dei dubbi, se ascolti le malelingue e le persone maldicenti che ti dicono che sicuramente non funzionerà e non sei nemmeno così tanto sicuro/a di te stesso/a, lascia perdere da subito.

Per far sì che una relazione a distanza abbia davvero delle chances, devi essere prima di tutto tu a volere che funzioni, ad essere felice e convinto/a che la vostra storia abbia un futuro. Inoltre, ma ciò va da sé, devi fidarti del tuo partner. L'amore a distanza richiede molta forza, anche psicologica, affinché non ci lasciamo troppo prendere dalla nostra frenetica e ingannevole immaginazione! Lontano dagli occhi, le (mal)interpretazioni sono talvolta molto più numerose. Non appena vieni a conoscenza che l'altro/a ha incontrato nuove persone e che impiega molto tempo a rispondere ad un tuo messaggino, ecco che la tua immaginazione comincia a giocarti dei brutti scherzi! La fiducia è quindi fondamentale, così come la fiducia in sé stesso/a. Bisogna riconoscere che non è la relazione ideale, ma essere abbastanza forte per farla durare, o almeno provarci.

2) Puntare su una comunicazione regolare

Più che in una relazione classica, la comunicazione gioca un ruolo determinante. E al giorno d’oggi non sono certo i mezzi di comunicazione a mancare: chat, foto, telefonate e videochiamate, ma più dei mezzi in sé e per sé, è la regolarità che conta. Per dare più chances a questa relazione, è necessario consacrarle del tempo. Parlate ogni giorno, dedicatevi del tempo di qualità. In quell’istante, tutte le tue attenzioni devono essere rivolte al tuo partner, ma puoi anche approfittare dei momenti quotidiani per farlo: mentre fai la spesa, prepari la cena o mentre stai tornando a casa per condividere con lui/lei un momento di complicità, uno spezzone della tua vita quotidiana, anche a distanza. Non dimenticatevi di rendere un po’ più piccanti le conversazioni. Mandatevi dei messaggini un po’ osé, fate l'amore al telefono... date prova di immaginazione.

La redazione ti consiglia: 10 consigli per una relazione di successo

3) Stai lontano/a dalla routine... ma non troppo

Se c’è qualcuno che si inserisce in una qualsiasi relazione, quello è la routine. Difficile sfuggirle, anche se si vive lontani l'uno dall'altro. Vi chiamate alla stessa ora, vi mandate un messaggio di buonanotte ogni sera, vi vedete ogni due settimane, ecc. A distanza di mesi, tutto questo può essere un po' noioso, ma non dimenticate che la routine è anche l’essenza della coppia e che soprattutto può anche piacervi dopo un po’ di tempo. Se le piccole abitudini che avete preso insieme vi piacciono, non cambiatele, ma sappiate anche sorprendere il vostro partner a volte. Fagli consegnare un regalo, programma delle rimpatriate a sorpresa, organizza una cena a due per il suo arrivo o un weekend romantico altrove. Infatti, nutritevi dei momenti quotidiani che avete costruito insieme, ma non lasciatevi sopraffare da esso.

Come faccio a sapere se la mia relazione a distanza funziona?

Da dove si vede se una relazione a distanza funziona? Beh, semplicemente dalla voglia di proiettarsi in un futuro a due, di fare dei progetti a due. Hai mai pensato di andare a vivere con lui/lei? Hai controllato la presenza di posti di lavoro nella sua regione? Il prossimo fine settimana incontrerai i suoi genitori? Allora significa che sta funzionando e che il futuro è dalla tua parte, a te la mossa!


Il consiglio della redazione – Un male per un bene?

Quando si pensa ad una "relazione a distanza" si pensa spesso al concetto di essere single ma in due. Anche se si è in coppia, tornare a vivere da soli/e per un periodo di tempo può essere inizialmente traumatico. Dire addio alla tenerezza quotidiana, agli abbracci sul divano, al bacio del buongiorno è difficile certo ma ci sono anche dei vantaggi! La maggior parte delle coppie litiga sulle faccende domestiche e sulla loro gestione, mentre in una relazione a distanza, nessun conflitto di questo tipo. 

Inoltre, la distanza aumenta il desiderio. Quando vi rivedete dopo un lasso di tempo, gli ormoni parlano da soli sotto le lenzuola, ma anche i tuoi sentimenti beneficiano di ogni incontro che avete. L'eccitazione sale, il cuore batte all’impazzata, le farfalle nello stomaco, sei sempre felice di rivederlo/a, di ritrovarvi e condividere dei momenti in cui sei tutto suo/a. Spesso, infatti la distanza aiuta a mantenere vive le fiamme della passione.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!
#BornToBeMe


Altri articoli che potrebbero interessarti:


Fonte: psicologia-e-benessere.it

Articolo suggerito da Paola Ferraro

La scrittura è sempre stata la mia terapia, da quando ho memoria ho sempre usato la carta come sacco da boxe. Impara a conoscermi, sono Paola Ferraro.

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!