Prossemica e distanza di sicurezza: qual è quella giusta?

Hai già sentito parlare della prossemica? Si tratta della distanza di sicurezza che regola le diverse interazioni sociali. Questa distanza varia secondo diversi criteri. Quali sono? In che modo il Covid ha avuto un impatto su queste distanze? Ecco le risposte della psicologa Delphine Py.

Che cos'è la prossemica?

Nel 1963 l’antropologo americano Edward T. Hall introdusse il termine “prossemica” per indicare « l’insieme delle osservazioni e delle teorie riguardanti l’uso che l’uomo fa dello spazio ». Egli osserva che l’uomo stabilisce una distanza di sicurezza in base alle differenti relazioni sociali. Questa distanza può variare secondo diversi criteri:

  • Il livello d’intimità tra due persone che interagiscono.
  • La cultura: per esempio, la distanza è quasi inesistente in Marocco mentre è molto marcata in Giappone.
  • L’immagine che si ha del proprio interlocutore: ci avviciniamo di più alle persone che sentiamo essere maggiormente amichevoli.
  • Lo status sociale e gerarchico dell’interlocutore: ci affianchiamo più facilmente a qualcuno appartenente al nostro stesso status sociale.
  • Il compito da svolgere: in un lavoro di gruppo, viene privilegiata la posizione “fianco a fianco”. Al contrario, in un contesto competitivo, viene più spesso adoperato il “faccia a faccia”.

Distanziamento sociale

Si tratta dunque della giusta distanza per sentirci a nostro agio negli scambi sociali.

Ecco le differenti distanze analizzate:

  • Distanza intima (da 15 cm a 45 cm : per gli abbracci e i sussurri).
  • Distanza personale (da 45 cm a 1,35 m : per gli amici).
  • Distanza sociale (da 1,2 m a 3,7 m : per i conoscenti).
  • Distanza pubblica (oltre i 3,7 m : per parlare davanti a un pubblico o interpellare qualcuno).

La prossemica durante il Covid

La pandemia ha stravolto i contatti sociali e la prossemica. Durante il primo lockdown, le relazioni sociali reali sono state quasi totalmente sospese e, nelle rare occasioni di comunicazione, i contatti erano vietati  (baci, le strette di mano, etc…). Le distanze intime e personali sono state dunque eliminate (fatta eccezione per le persone conviventi), provocando un generale malessere. Ci siamo dovuti ingegnare per trovare nuovi modi di interagire all’interno della società. Abbiamo visto comparire nuovi gesti di saluto:

  • L’Ebola handshake", ovvero un colpo di gomito introdotto durante l’epidemia di Ebola.
  • Il “footshake”, cioè un saluto con i piedi.
  • Il cenno con la mano.

La redazione ti consiglia: Mascherina fai da te. Come cucire una mascherina antivirus.

Tutti questi nuovi gesti di saluto hanno un unico obbiettivo: reintrodurre la distanza intima e personale. Questo ci dimostra fino a che punto l’uomo ha bisogno di contatto umano e di vicinanza.


Articolo suggerito da
La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!