Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Piangere davanti a una pubblicità? Fatto ✅. Essere disturbati da qualsiasi rumore? Certo ✅. Non sei in grado di gestire le tue emozioni negative? Certo ✅. Tutte le persone ipersensibili lo sperimentano quotidianamente. Almeno, io lo faccio. Esatto, faccio parte della squadra delle emozioni! Non è abbastanza facile per me, quindi quando sono in una relazione so che il mio partner è perso. Per questo ho scritto una piccola guida per aiutare le persone che vivono quotidianamente con una persona ipersensibile.

Come si vive con una persona ipersensibile? Ecco i nostri consigli!

Mettersi nei panni di una persona ipersensibile

"L'ipersensibilità non è un difetto, è una differenza". - Elaine N. Aron, Ph.D., psicologa e ricercatrice.

Secondo Elaine N. Aron, l'ipersensibilità è una caratteristica che colpisce circa il 15-20% della popolazione. Non stiamo parlando di una malattia o di una diagnosi, ma piuttosto di un tratto del carattere. Come possiamo individuare l'ipersensibilità 🤔? È semplice: sei affetto da questa patologia se senti di vivere le cose più intensamente degli altri e di avere forti reazioni emotive (come piangere davanti a una pubblicità 😅 ).

Non è facile ogni giorno e può essere ancora più complicato per la persona con cui vivi. Tuttavia, se vivi con una persona ipersensibile, devi mostrare empatia. Devi metterti nei panni dell'altra persona e capire che la sua esperienza del mondo è diversa.

💬

 Ad esempio, sono sensibile ai rumori, anche a quelli della bocca, alle luci forti e in generale a tutte le situazioni di stress. Perdo la testa e non riesco a gestire le mie emozioni negative 🤯. Per questo sono molto grata quando ho di fronte qualcuno che dimostra comprensione e pazienza.

Mettere la comunicazione al centro

Tuttavia, affinché questa empatia si realizzi, è importante comunicare apertamente e onestamente. Da entrambe le parti, ovviamente! La persona ipersensibile ha bisogno di descrivere ciò che sta accadendo dentro di sé e la persona di fronte ha bisogno di esprimere i propri sentimenti, in modo che ci sia un equilibrio.

Inoltre, come spiega lo psicologo Rollo May, una buona comunicazione porta alla soddisfazione reciproca. Tutti si sentono meglio se dicono apertamente cosa sta succedendo. È importante ricordare che le persone ipersensibili sono molto intuitive. Abbiamo un vero e proprio radar per rilevare le emozioni non dette o represse.

👩‍👦 Questo è ancora più importante se hai un figlio ipersensibile. In questo modo impareranno a esprimersi in modo trasparente e i conflitti saranno maggiormente evitati.

💬

Ad esempio, la socializzazione mi stanca enormemente, ho bisogno di tempo tranquillo. Se voglio stare da solo, lo annuncio spiegando perché ho bisogno di questo tempo. D'altra parte, la persona potrebbe voler passare del tempo con l'individuo ipersensibile ed è importante che lo esprima anche lei. Da qui è possibile trovare un compromesso. Questo è tutto 😉 !

Crea un ambiente rassicurante

È utile anche creare un ambiente sicuro e confortevole quando si vive con una persona ipersensibile. In cosa consiste questo 🧐? Ecco alcuni suggerimenti basati sulla mia esperienza personale:

  • 👉 Riduci al minimo gli stimoli sensoriali eccessivi: come ho già detto, i rumori forti, le luci intense e persino la folla sono estremamente complicati da gestire. Evita quindi di mettere una persona ipersensibile in un ambiente rumoroso o caotico. Ad esempio: mio padre ama ascoltare la musica a volume molto alto, gli ho spiegato che era troppo complicato per me sopportarlo, da allora sta attento o indossa le cuffie.
  • 👉 Rispettare i limiti: Siamo grandi introversi e abbiamo bisogno di stare da soli per ricaricare le batterie. La cosa peggiore è costringerci a partecipare ad attività sociali, soprattutto se non conosciamo le persone. Inoltre, per noi è meglio vedere le persone in piccoli gruppi di 2/3 persone piuttosto che in una serata con 25 persone.
  • 👉 Creare una routine: nel mio caso, questo aspetto è un po' ambiguo, perché allo stesso tempo odio la routine, ma allo stesso tempo la amo. Tuttavia, in generale, le persone ipersensibili hanno bisogno di una routine per sentirsi sicure. Per questo mi piace, anche se di tanto in tanto mi piace romperla per distrarmi.
  • 👉 Incoraggia le attività calmanti: Quando sono in un periodo di stress e non riesco a gestire le mie emozioni negative, sono felice quando qualcuno mi suggerisce una passeggiata nei boschi o una lezione di yoga. Naturalmente puoi pensarci da solo, ma a volte sei talmente sopraffatto che è bene che qualcun altro te lo suggerisca. E poi farlo insieme è così confortante che ti fa sentire compreso 🥺!

Ogni persona è unica, quindi tieni presente che è sempre una buona idea scambiarsi le idee per vedere cosa potrebbe andare bene. Tuttavia, mi rivolgo anche alle persone ipersensibili, non spetta solo agli altri adattarsi! Devi anche essere in grado di metterti in discussione e fare un passo indietro. Ecco cosa dice Maurice Barthélémy nel nostro video sull'ipersensibilità:

"Comprendere la propria ipersensibilità e imparare ad adattarsi agli altri è un modo per aggiornarsi e vivere in equilibrio con se stessi e con gli altri".


Il consiglio della redazione: una storia di amore e di empatia

Quando vivi con una persona ipersensibile, è importante mostrare empatia e mettersi nei suoi panni per capire come si sente e come aiutarla, o almeno non metterla in difficoltà. Se a volte fai fatica a capire la persona che condivide la tua vita e questo ti mette in difficoltà, non esitare a prendere un appuntamento con uno psicologo.

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Contatta uno psicologo


Non hai ancora visto tutto, scopri i nostri ultimi articoli: 

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Perché non riesco a prendere una decisione?

C'è una situazione che mi capita spesso: sono in un ristorante, ho il menu tra le mani e mi ci vuole molto tempo per decidere cosa ordinare. Ho paura di scegliere il piatto sbagliato e di pentirmene. Si tratta solo di una cena, ma nella vita reale mi capita in molte situazioni. Perché non riesco a prendere una decisione? Ho approfondito l'argomento perché so che molte persone si chiedono la stessa cosa!

Discorso di matrimonio: 7 idee per un discorso perfetto

Una delle tue più care amiche si sposa e tu sei la testimone? Bene, sarai al settimo cielo! Tranne per un piccolo dettaglio...ti tocca scrivere il discorso per testimoniare l’amore dei novelli sposi! Non farti prendere dal panico, è meno complicato di quello che sembra. Per darti un piccolo spunto, ecco 7 idee dalle quali puoi attingere per trovare il discorso perfetto!

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandando un messaggio”. Chi non sarebbe rimasto a bocca aperta sentendo questa frase? Avevo già sentito parlare del cervello rettiliano, ma non ho mai approfondito. Il suo ruolo sarebbe quello di dettare comportamenti vitali: nutrirsi, bere, riprodursi… ma lo abbiamo davvero questo cervello rettiliano? Recenti ricerche in neuroscienza rimettono tutto in discussione.

La mia famiglia mi volta le spalle: come reagire? Cosa fare?

Se c’è un legame che pensiamo durerà per sempre, è sicuramente quello di sangue. Alcuni dicono che la famiglia è sacra. Sì, ma potrebbe essere anche teatro di litigi o violenza fino ad arrivare a volte alla rottura della famiglia…. I motivi possono essere tanti e causare danni di diverso tipo, quindi come fare quando si arriva al punto che la famiglia ci volta le spalle? Come reagire? Esiste un modo di riconciliarsi? Alla fine potrebbe essere una cosa positiva? Tante domande legittime da porsi.

Trasparenza nelle retribuzioni: perché gli stipendi sono così tabù?

Se c'è un mondo in cui i tabù abbondano, è quello del lavoro. Evita di sfogarti, evita le emozioni, evita di avvicinarti, evita il personale, ma soprattutto, soprattutto, l'opaco mistero che circonda gli stipendi! Il divieto è lì, mai dichiarato, mai stabilito, ma il suo profumo aleggia ovunque intorno all'argomento retribuzione. Ma perché parlare del proprio stipendio è così tabù?

5 buone ragioni per ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibile punto di forza quando siamo capaci di riconoscerle, capirle e, più complicato, controllare le reazioni che ne derivano. L’intelligenza emotiva ha sempre più successo nelle aziende: coltivare le emozioni positive è un ottimo modo per migliorare la motivazione, l’impegno e quindi le performance.

Sono una persona troppo autoritaria: test, perché è importante cambiare

“Fai così, non andare lì, stasera mangiamo pizza…” Chi può dire di non essere stato un po’ autoritario, soprattutto nella vita di coppia? A volte mi rendo conto da sola che forse do un po’ troppi ordini, ma mai fino al punto di dirmi che sono troppo autoritaria. Il mio ragazzo e i miei amici non si lamentano di questa cosa (ho tanti altri difetti molto più marcati)! Non si può dire lo stesso per tutti però… ci sono tantissime persone molto autoritarie. Se l’argomento ti interessa, è arrivato il momento di interrogarsi sul tuo comportamento e sul “perché”.

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più grande difetto è questo eccessivo perfezionismo... Eternamente insoddisfatto, ho sempre qualcosa da ridire, tanto per me quanto per gli altri. Esagero? Dovrei iniziare a preoccuparmi? Perché non sono mai soddisfatto?

I 7 migliori gadget antistress per lottare contro l’ansia

Che sia per un esame o per capire cosa fare della propria vita, lo stress mi conosce bene! Inoltre… Bisogna dire che sono una persona abbastanza stressata in generale e con il tempo ho trovato dei trucchetti per restare più tranquilla. Grazie a questo, sono riuscita a trovare dei modi che io utilizzo più o meno tutti i giorni per calmarmi. Lo stress ha un impatto molto importate sul corpo e sulla mente, non bisogna lasciargli spazio. Allora ecco 7 strumenti antistress che ci fanno bene!

Non ho ambizioni, è davvero così grave?

Fin dai tempi del liceo, avere degli ottimi voti in pagella non mi interessava un granché. Il proseguimento della mia vita professionale non è stato molto diverso. In un mondo all’insegna dell’iperproduttività, del continuo superamento dei propri limiti, di costanti sfide personali, io mi accontento di vivere la mia vita tranquillamente.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!