Perché faccio sempre la scelta sbagliata?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

La vita è fatta di scelte. Siamo tutti chiamati a prendere delle decisioni per tracciare il nostro cammino. Alcune scelte ovviamente sono più importanti e più decisive di altre e possono avere un impatto nel tempo. Ti sarà sicuramente già capitato di rimpiangere una decisione, di aver desiderato di poter tornare indietro… ma ti sei mai chiesto/a “perché faccio sempre la scelta sbagliata?”. Leggere questo articolo sarà un toccasana!

 
 Sommario

Dalle piccole scelte della vita di tutti i giorni ai grandi cambiamenti, la vita è fatta di una miriade di possibilità 🤔. Come capire ciò che fa per noi e cosa no? Come fare la differenza tra una scelta giusta e sbagliata?

Quando hai di fronte varie scelte possibili (…) e non riesci a deciderti, prendi sempre la strada che richiede più coraggio.” Rondald Wright

Scelte giuste e sbagliate, qual è la differenza?

La scelta giusta ci dà quello che desideravamo e anche di più. Al contrario, le scelte sbagliate ci portano solo problemi. Eppure scegliere non è per niente semplice! La scelta giusta si può definire un’assicurazione di successo totale sin da subito? Quella sbagliata appare come la cosa peggiore sulla faccia della terra?

Prendere una direzione

Facciamo tutti scelte che inizialmente ci sembrano quelle giuste, ma che a volte si rivelano poi catastrofiche. Non esiste una vera scelta giusta o sbagliata, si tratta solo di strade diverse. Ecco una lista di alcuni comportamenti che potrebbero spingerti sulla cattiva strada.

Cosa mi spinge a fare sempre la scelta sbagliata?

  • Agisci troppo rapidamente: prendere decisioni seguendo solo l’istinto non è mai una buona soluzione. Cerca di riflettere alle conseguenze delle tue azioni.
  • Cerchi sempre di avere il controllo su tutto: e a volte, per mantenere il controllo fai la scelta opposta rispetto a quella che avresti dovuto fare.
  • Prendi le decisioni da solo/a: sforzati di accettare l’aiuto di amici per le decisioni difficili. Ti permetterà di vedere le cose sotto un altro punto di vista.
  • Non ti ascolti abbastanza: l’intuizione deve essere la tua migliore amica quando si tratta di scelte importanti. Abbi fiducia in te.
  • Hai paura di fallire: eppure si sa, la paura non evita il pericolo! E poi come diceva il proverbio? “Meglio avere rimpianti che rimorsi”, no? È tempo di vincere le tue paure e buttarti!
  • Non vuoi uscire dalla tua zona di comfort: quando decidi di uscire dalla tua zona di comfort e cambiare le tue abitudini, impari tantissimo su di te e sarai piacevolmente sorpreso/a!

4 consigli per prendere le scelte giuste

1) Fai un bilancio di pro e contro

Una scelta prevede sempre due opzioni. Non esitare ad analizzare le conseguenze delle tue future decisioni. Personalmente, quando devo fare una scelta faccio una lista solo con tutti i vantaggi. Provaci e vedrai quanto è utile.

2) Non avere fretta

Chiediti quali sono i motivi che ti spingono a dire sì o no. Non cercare di controllare tutto, mantieni un pizzico di curiosità e lascia spazio alla sorpresa. Impara anche ad ascoltare il tuo istinto, il migliore messaggero del tuo inconscio (che ha spesso ragione!).

3) Prenditi la responsabilità di ciò che fai

Prendersi la responsabilità delle proprie azioni è fondamentale. Così non le rimpiangerai. Non esitare a concentrarti sugli obiettivi prefissati, solo così aumenterai le possibilità di successo.

4) Fatti delle domande

Rifletti sulle decisioni passate, le scelte già prese di cui ti sei pentito/a e rifletti: “Perché ho fatto questa scelta e non un’altra?” Evita almeno di speculare con frasi come “e se…”, che non fanno bene all’umore.


Il consiglio della redazione: accetta che la decisione perfetta non esiste

Prendere una decisione importante è particolarmente stressante e porta con sé una serie di pro e contro. Ancor di più se si tratta di una scelta affettiva o morale, poiché i sentimenti vengono sempre al primo posto come spiega Jonathan Haidt, psicologo all’università della Virginia: “Quando si tratta di prendere decisioni etiche, non ci basiamo sulla razionalità ma, al contrario, sulle nostre passioni”.


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe


Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Love bombing: il corteggiamento del narcisista manipolatore

Mi è già capitato che un uomo mi promettesse la luna. Sin da subito è partito in quinta e io ho creduto alla sua sincerità. Alla fine però mi ha mollata di punto in bianco solo qualche settimana dall’inizio della nostra relazione. Per me è stato un shock. Al tempo non sapevo che si tratta di una vera e propria tecnica di seduzione per molte persone! Facciamo il punto della situazione su questa nuova tendenza amorosa che miete numerose vittime…

Paralisi del sonno: sintomi, cause e rimedi

Mi sveglio ma non riesco a muovermi… mi sono ritrovata in questa situazione angosciante già diverse volte! Ho la sensazione di essere paralizzata e di avere una presenza orribile che si avvicina e mi terrorizza. In realtà si tratta della paralisi del sonno! Ora che ho identificato le cause di questo problema riesco ad evitarle. Ma come capire cosa si cela dietro queste paralisi? Cosa provoca una paralisi del sonno?

Chi siamo?

Sei curioso di sapere chi c'è dietro Wengood? C’è semplicemente un gruppo di persone appassionate alla ricerca del benessere. Condividiamo con te le nostre storie, le nostre difficoltà e i nostri consigli per aiutarti ad andare avanti sulla strada della serenità.

Psicologo, psichiatra, coach… a chi rivolgersi?

Se riscontri difficoltà, noi di Wengood consigliamo spesso di rivolgersi a uno psicologo o ad un life coach, ma qual è la differenza? Perché consultare uno piuttosto che l’altro? Ognuno di loro risponde a esigenze diverse, per le quali è bene contattarli. Con questo articolo intendiamo spiegarti le differenze per aiutarti a capire a chi rivolgersi. Scopriamolo!

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Alimentazione intuitiva, di' addio alla dieta!

Più di 15 anni di dieta, con il peso che fa su e giù, i disturbi alimentari… Non se ne può più! Ho bisogno di fare pace con il mio corpo, ma ho l’impressione che se mi lascio andare non farò altro che ingrassare ancora di più. Malgrado ciò, mi sono resa conto che la dieta mi faceva più male di qualsiasi altra cosa. Esiste una soluzione? Ebbene si: l’alimentazione intuitiva. Dovrebbe essere al centro delle nostre vite, eppure sono davvero poche le persone che ne hanno sentito parlare.

Sindrome di Stoccolma: perché amiamo il nostro carnefice?

Sembra davvero incredibile che alcune persone possano provare simpatia nei confronti del loro aggressore. In realtà, si tratta di un meccanismo psicologico per superare il trauma. Il termine "Sindrome di Stoccolma" è apparso per la prima volta nel corso degli anni 70 e indica una particolare reazione del cervello ad un evento traumatico subito. Le vittime assumono il punto di vista del loro carnefice, arrivando talvolta addirittura a difenderlo!

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!