Cosa significa avere un carattere forte per una donna?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

A quanto pare ho un carattere troppo forte. O almeno è quello che dicono le persone che si sentono aggredite quando do il mio parere o esprimo il mio scontento. Si direbbe quasi che preferiscano che finga pur di dar loro ragione…. Eppure, avere un carattere forte non è necessariamente qualcosa di negativo! Anzi, è positivo per la mia salute e per quella di chi ci circonda. Sì, ho un bel caratterino, e quindi?

 
 Sommario

Ho un carattere forte, è davvero un difetto?

Essere una persona di carattere, essere stati temprati nel carattere… Diciamo che la lingua in questo caso è un po’ caotica e finiamo per confondere qualcuno che sa imporsi e dire di no con qualcuno che ha un caratteraccio.

Carattere forte o caratteraccio?

È tempo di mettere le cose in chiaro. Visto che ne ho incontrate tante, posso dirvi che le persone con un caratteraccio pensano che più parlano più saranno rispettate. Come se occupare la scena oscurasse gli altri, come se offendendosi per un nulla, il mondo cambiasse il suo centro di gravità. Molte persone associano questo mix di narcisismo e prepotenza a un carattere forte. Sbagliandosi. Un profumo può essere forte, avere un odore impossibile da non sentire, senza essere necessariamente sgradevole. Non sto cercando di trovare delle scuse, ma il mio comportamento è totalmente diverso… (te lo giuro!)

Avere carattere significa restare integri

Sola contro tutti? Durante un dibattito? Quando si deve scegliere che film vedere al cinema? Poco importa. Anche se vado controcorrente, penso a me, ai miei desideri e ai miei principi. Dico sempre quello che penso al posto di subire una situazione che mi disturba.

Bambina con il broncio

(Inoltre si vedrebbe sul mio viso…)

🤫 È questa la sfumatura, avere carattere significa essere una persona integra, che si rispetti, facendosi rispettare senza avere troppo ego. E se può intimidire alcuni, sarebbe bene che si interrogassero e cominciassero a sviluppare la fiducia in se stessi. Non voglio sembrare aggressiva, appena posso dico la mia con diplomazia… ma mi esprimo, ecco la differenza. Quindi, secondo questo sillogismo avere carattere è essere onesti, ed essere onesti è darsi modo di essere felice. Non fa una piega, no?

Il carattere di lei è positivo per lui

È vero che stare con qualcuno che non dice mai la sua, che accetta tutto senza fiatare e che non sa quello che vuole può essere fortemente sgradevole. Meglio dirlo chiaramente ed evitare i litigi di coppia. È grazie al mio carattere forte che il mio compagno sa cosa penso e che non farà due volte lo stesso errore se sa che può ferirmi. Comunichiamo in totale onestà, avanziamo passo dopo passo e le nostre conversazioni sono istruttive e costruttive. Confrontiamo i nostri punti di vista e impariamo a essere più aperti di spirito (piuttosto che dirci solo “sì amore”).

Una donna felice e affermata sa essere unica: è un essere straordinario.


Il consiglio della redazione: le persone con un carattere affermato saranno più sincere

Joseph Grenny e David Maxfield, due ricercatori in scienze sociali hanno identificato l’amalgama tra una donna dirigente, ovvero con carattere, e una donna sgradevole. Queste associazioni implicite si basano principalmente su associazioni incoscienti e cognitive. Proprio come associamo naturalmente il vino al formaggio, la femminilità con la docilità.

➡ Ciò spiega che le donne con un carattere forte siano spesso classificate come donne con un “caratteraccio”. Eppure, un secondo studio condotto dal Dottor David Stillwell prova che le persone con un carattere forte, che sono abituate a giurare sono quelle più oneste. Secondo lui “la relazione tra volgarità e cattiveria è particolare. Giurare è spesso inappropriato ma prova che la persona sta esprimendo un’opinione onesta. Senza filtrare il suo linguaggio, non filtra nemmeno il suo punto di vista”.

💪 Allora, chi dice che un carattere forte è necessariamente un caratteraccio? Se la tua relazione con gli altri è complicata, se non riesci a trovare il tuo posto contatta un coach

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora!

#BornToBeMe



Fonte: tantasalute.it 

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Paralisi del sonno: sintomi, cause e rimedi

Mi sveglio ma non riesco a muovermi… mi sono ritrovata in questa situazione angosciante già diverse volte! Ho la sensazione di essere paralizzata e di avere una presenza orribile che si avvicina e mi terrorizza. In realtà si tratta della paralisi del sonno! Ora che ho identificato le cause di questo problema riesco ad evitarle. Ma come capire cosa si cela dietro queste paralisi? Cosa provoca una paralisi del sonno?

Chi siamo?

Sei curioso di sapere chi c'è dietro Wengood? C’è semplicemente un gruppo di persone appassionate alla ricerca del benessere. Condividiamo con te le nostre storie, le nostre difficoltà e i nostri consigli per aiutarti ad andare avanti sulla strada della serenità.

Psicologo, psichiatra, coach… a chi rivolgersi?

Se riscontri difficoltà, noi di Wengood consigliamo spesso di rivolgersi a uno psicologo o ad un life coach, ma qual è la differenza? Perché consultare uno piuttosto che l’altro? Ognuno di loro risponde a esigenze diverse, per le quali è bene contattarli. Con questo articolo intendiamo spiegarti le differenze per aiutarti a capire a chi rivolgersi. Scopriamolo!

“Cosa fai nella vita?”, "Faccio del mio meglio!"

Bastano pochi minuti di conversazione con uno sconosciuto che subito viene posta la fatidica domanda: "Cosa fai nella vita?". Questa domanda ti innervosisce? Non hai voglia di sentirti definita dal tuo mestiere o dal tuo posto nella società? Siamo tutti sulla stessa barca!

Alimentazione intuitiva, di' addio alla dieta!

Più di 15 anni di dieta, con il peso che fa su e giù, i disturbi alimentari… Non se ne può più! Ho bisogno di fare pace con il mio corpo, ma ho l’impressione che se mi lascio andare non farò altro che ingrassare ancora di più. Malgrado ciò, mi sono resa conto che la dieta mi faceva più male di qualsiasi altra cosa. Esiste una soluzione? Ebbene si: l’alimentazione intuitiva. Dovrebbe essere al centro delle nostre vite, eppure sono davvero poche le persone che ne hanno sentito parlare.

Sindrome di Stoccolma: perché amiamo il nostro carnefice?

Sembra davvero incredibile che alcune persone possano provare simpatia nei confronti del loro aggressore. In realtà, si tratta di un meccanismo psicologico per superare il trauma. Il termine "Sindrome di Stoccolma" è apparso per la prima volta nel corso degli anni 70 e indica una particolare reazione del cervello ad un evento traumatico subito. Le vittime assumono il punto di vista del loro carnefice, arrivando talvolta addirittura a difenderlo!

Qual è il segreto di una vacanza di coppia perfetta?

Chi di noi non vede l’ora di partire in vacanza? Eppure quando si tratta di un viaggio di coppia, magari il primo, le ansie e le preoccupazioni sono tante. Le aspettative sono alte e la paura che un litigio possa rovinare tutto lo è altrettanto. Quali sono i segreti per una vacanza di coppia felice?

Quali sono i benefici della coerenza cardiaca?

Chi non si ritaglierebbe 15 minuti al giorno per rimanere giovane, sano ed eliminare lo stress? La coerenza cardiaca è un metodo semplice che puoi adottare dove e quando vuoi. Il ritmo del tuo cuore riflette il tuo stato emotivo e psicologico. Quindi, sia fisicamente che emotivamente, è importante prendersi cura del proprio corpo. Ecco quali sono i motivi.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!