10 consigli per riuscire a parlare in pubblico

Quando si tratta di parlare in pubblico, non riesci proprio a mantenere il sangue freddo, non riesci a mantenere la calma e di conseguenza diventa un incubo… Niente panico, perché grazie ai nostri 10 consigli riuscirai a parlare in pubblico senza difficoltà!

 
 Sommario

10 consigli per riuscire a parlare in pubblico

I nostri consigli ti aiuteranno a prendere parola in pubblico. Non è semplice parlare davanti a tante persone, infatti sono molti quelli che soffrono di glossofobia, ovvero la paura di parlare in pubblico! Fai un respiro profondo e vedrai che andrà tutto bene grazie ai nostri 10 consigli:

1)Prepara il discorso

Prendere parola in pubblico è un esercizio che richiede un minimo di preparazione. Così come uno sportivo deve riscaldarsi prima della competizione, anche prima di un discorso in pubblico bisogna prepararsi, ripeterlo più volte e conoscerlo bene. Preparare il discorso è un modo per sentirsi più sicuri e tranquilli quando il momento sarà arrivato.

⚠️ Non si tratta di imparare tutto a memoria e di ripeterlo a macchinetta. Tuttavia, bisogna conoscerlo a grandi linee e sapere con precisione i punti fondamentali. Cerca di dire quello che pensi e parla nel modo più naturale possibile.

La redazione ti consiglia - Non riesco a dire ciò che penso: e se ci provassimo?

2)Cura attentamente l’inizio del discorso

È importante fare attenzione alla prima impressione che dai al pubblico. Scegli un avvenimento importante, dei dati quantificati o dei fatti d’attualità per dare inizio al tuo discorso e catturare l’attenzione. Questo sarà efficace soprattutto se richiama l’attenzione del pubblico e gli fa venire voglia di seguire il tuo discorso. Ci si aspetta che tu sia coinvolgente sin dall’inizio (e possibilmente fino alla fine).

3)Fai attenzione alle brutte abitudini

La forma è importante tanto quanto il contenuto, cerca di essere convincente riguardo gli argomenti trattati. Per esempio, cerca di non perderti ne i tuoi tic linguistici e di domarli, così come tutte le cattive abitudini che tutti abbiamo e che potrebbero ostacolare la trasmissione del messaggio durante un discorso in pubblico.

Anche lo sguardo gioca un ruolo fondamentale: cerca di guardare tutto il pubblico, in modo che tutti si sentano coinvolti da ciò che dici. L’obbiettivo è quello di instaurare una certa complicità tra te e il pubblico.

4)Mantieni la concentrazione

Non lasciarti destabilizzare da eventuali distrazioni esterne, cerca di avere il controllo della situazione. Devi essere imperturbabile, questo è il segreto! Concentrati solo ed esclusivamente su ciò che devi dire, non lasciarti distrarre o disturbare dai colpi di tosse o dai bisbigli in sala. Concentrarti unicamente sul tuo discorso ti permetterà di trasmettere al meglio il tuo messaggio al pubblico.

5)Parla in modo chiaro e udibile

Perché parlare a tutta velocità? Non ci insegue nessuno!

Prenditi il tempo necessario per esprimerti nel modo più chiaro possibile, il pubblico non deve riscontrare nessuna difficoltà nel seguire il tuo discorso. D’altro canto, fai attenzione, perché non avrai sempre a che fare con lo stesso tipo di persone, quindi è importante che il tuo discorso sia accessibile a tutti. Per questo, cerca di parlare ad una velocità moderata, in modo che l’audience possa comprendere senza fare alcuno sforzo.

Il ritmo del discorso è fondamentale, così come il volume della voce: devi cercare di essere udibile in qualunque circostanza, in modo che nessun rumore proveniente dall’esterno possa coprire ciò che dici.

6)Punta al pragmatismo

Cerca di non fare un discorso puramente teorico. Ciò che fa la differenza è l’essere capaci di mettere in pratica le teorie esposte. Costruisci un discorso argomentato che abbia sia della teoria che della pratica. Il fatto di illustrare i tuoi propositi ti permetterà di interpellare in modo efficace il pubblico, che potrà in questo modo identificarsi più facilmente nei tuoi esempi.

😊 L’avrai capito ormai, non esitare ad inserire degli aneddoti! Non c’è niente di più noioso di un lungo discorso fatto solo di teoria e senza un minimo di concretezza, no?

7)Fai delle pause

Il tuo discorso deve essere piacevole dall’inizio alla fine. Facilitati il lavoro permettendoti dei momenti di pausa, prendendo un po’ più di tempo per poterti esprimere chiaramente. È importante durante un discorso fare qualche pausa di silenzio in modo da permettere al pubblico di integrare ciò che è appena stato detto, così che anche tu possa prendere un attimo fiato e gestire al meglio lo stress dato dalla situazione. Rallenta il ritmo del discorso, stabilisci alcuni momenti di silenzio durante la presentazione: questo sarà per te, così come per il pubblico, un momento in cui riprendere fiato. Procedendo in questo modo, diminuiscono i rischi di balbettare, di inciampare nelle parole, o di dimenticare pezzi del discorso.

8)Interagisci con il pubblico

Durante il discorso, cerca dei complici nel pubblico. Alcune persone ti seguiranno con attenzione, cerca di individuarle  e quindi di farle partecipare, per esempio ponendo loro delle domande o magari personificando gli esempi su di loro. Un discorso piacevole è un discorso nel quale il pubblico si sente considerato, in cui diventa partecipante attivo e non semplice spettatore.

9)Non dimenticare la dinamicità

Un messaggio si trasmette attraverso la parola, certamente, ma anche la comunicazione non verbale riveste un ruolo fondamentale. Questa corrisponde alla tua attitudine, l’insieme della gestualità così come la postura. Un discorso ha sempre più successo quando risulta essere dinamico, grazie anche all’animosità di chi lo presenta. Devi dare al pubblico la voglia di ascoltarti e di continuare a farlo per tutto il tempo del tuo discorso.

🤗 Sii gioviale ed entusiasta. Non chiuderti nella staticità, ma se ne hai la possibilità cerca piuttosto di muoverti per la sala, utilizza il corpo per comunicare in modo efficace il tuo messaggio. Cerca di avere un tono energico e di modulare la voce in modo da non essere monocorde.

10)Cura attentamente la conclusione

Così come l’inizio, anche la conclusione deve essere curata con attenzione, perché ha un'importanza essenziale. In effetti, è il momento in cui tutta l’argomentazione che hai presentato precedentemente si concentra in un messaggio semplice e conciso. È l’ultima immagine che il pubblico riceverà, cerca quindi di evocare gli elementi essenziali che desideri che rimangano impressi.

Vedi anche - Ansia anticipatoria: perché penso sempre al peggio?


Il consiglio della redazione – Abbi fiducia in te!

Parlare in pubblico non è semplice e, per alcune persone, è un vero e proprio incubo! Stress, angoscia, insonnia, e anche altri sintomi vengono causati dalla sola idea di dove fare questo fatidico discorso. In genere, una persona che soffre di ansia generalizzata, in un’occasione come questa, rischia di soffrire di una forte mancanza di autostima. Dunque, prima di lavorare sul proprio discorso, è bene lavorare su se stessi per poter riuscire a credere nelle proprie capacità. È un lavoro complesso, quindi se pensi di sentirne il bisogno o la necessità, non esitare a contattare uno psicologo.


Articolo suggerito da
Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma... Continua a leggere

Gli articoli appena pubblicati

Il cervello rettiliano è responsabile dei nostri comportamenti primari?

“Avrei voglia di qualcosa di dolce, di zucchero… il cervello rettiliano mi sta mandan...

Leggi

Perché ci piace avere paura? È colpa degli ormoni!

Inventare storie di fantasmi, ascoltare orribili leggende, cercare di parlare con gli...

Leggi

Come evitare di trasformare la rabbia in violenza?

Il confine tra rabbia e violenza è sottile e a volte basta davvero poco perché la rab...

Leggi

La logoterapia: dare un senso alla propria vita

La fine di una storia d’amore, un lutto, un licenziamento… A volte la vita ci mette a...

Leggi

Quali sono le 6 emozioni primarie? Paura, gioia e…

Le emozioni, che universo misterioso! Insegniamo ai bambini a riconoscerle, agli adul...

Leggi

Mi annoio in ufficio… Soffro di sindrome da bore-out?

Più passano i giorni, più cerco di ammazzare il tempo al lavoro. Per alcuni potrebbe ...

Leggi

5 buone ragioni di ascoltare le proprie emozioni sul lavoro

Le emozioni non sono un freno al successo. Al contrario, possono essere un incredibil...

Leggi

I benefici della noia, o l’arte del dolce far niente

“L’ozio è il padre di tutti i vizi”, sei d’accordo? In ogni caso, il mondo corre a mi...

Leggi

La mitomania: mentire per valorizzarsi

Se pensi che Pinocchio gli fa un baffo, sei di fronte ad un mitomane! Non hai mai dub...

Leggi

Perché mentiamo? Siamo tutte un po’ bugiarde!

Parliamoci chiaro, siamo tutte un po’ bugiarde! Chi non hai mai mentito scagli la pri...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!