Alimentazione e felicità: gli alimenti antidepressivi

Aggiornato il da Amelia Lombardi

Un po’ di tristezza, un momento di stress e via di corsa verso il frigo! Ti capisco, quando tutto va a rotoli non c’è niente di meglio al mondo che mangiare. Ma al di là degli spuntini di conforto, il piacere di mangiare ha un enorme impatto sul nostro benessere. La ricetta della felicità può cambiare, ma il contenuto del piatto contribuisce davvero a ridarci il sorriso. Quindi, su cosa puntare per il ritrovare il buonumore?

Alimentazione e felicità: gli alimenti antidepressivi
 
 Sommario

E se la gioia di vivere si trovasse proprio in tavola? Scegliendo alimenti che agiscono sul cervello e sull’umore puoi contribuire alla tua felicità giorno dopo giorno. Insomma, quali sono gli alimenti della felicità da privilegiare

Cosa mangiare in caso di depressione?

Gli alimenti che contribuiscono al nostro benessere altrimenti detti “alimenti antidepressivi” sono quelli che apportano i nutrimenti che stimolano i neurotrasmettitori del nostro cervello. Questi nutrienti sono la serotonina, la dopamina e la noradrenalina.

Ecco una lista di alcuni alimenti antidepressivi: 

  • Carboidrati: pasta, pane, riso, farro, avena, segale...
  • Frutta di stagione
  • Verdura di stagione, soprattutto quella a foglia verde scuro
  • Legumi: fagioli, ceci, fave, lenticchie, piselli
  • Carne, meglio se magra
  • Latte e derivati (ad esempio il Grana Padano)
  • Pesce 
  • Frutta secca e cioccolato extra-fondente

Quali sono gli alimenti ricchi di serotonina, dopamina e noradrenalina?

1) La serotonina

La serotonina è il neurotrasmettitore del relax e del buon umore, nonché quella che favorisce la calma e la riflessione. Viene prodotta nel nostro cervello a partire da un amminoacido, il triptofano.

Quando il nostro livello di serotonina è basso fanno capolino irritabilità, aggressività, impulsività e depressione. Per evitarlo, punta su alimenti ricchi di triptofano come nocciole, parmigiano, sardine, cavolo, tacchino, banane, riso integrale e cioccolato fondente. La vitamina D, presente in latticini e omega 3 (nei pesci grassi e nei frutti di mare) migliorano l’azione della serotonina.

2) La dopamina e la noradrenalina

Ti presento due neurotrasmettitori di cui non dovresti fare a meno! Entrambi sono infatti sono coinvolti nella nostra felicità e libido. Mentre la dopamina favorisce la motivazione e la ricerca del piacere, la noradrenalina stimola la reattività, l’attenzione e l’autostima. Uova, mandorle, avocado, carote, spinaci, anatra, zucca e semi di sesamo fanno parte degli alimenti nei quali troviamo sia la dopamina che la noradrenalina. Sentiti libera di farne una bella scorpacciata!

Quali sono gli alimenti ansiogeni?

Chi non ha mai ceduto a un pacchetto di patatine in periodo di stress scagli la prima pietra! E sì, se alcuni alimenti sono un vero toccasana per la nostra felicità, altri sono tutto il contrario.

Prendiamo come esempio questo bellissimo dolce che ti fa venire l’acquolina in bocca. Provocherà un aumento del tasso di zucchero nel sangue costringendo il nostro corpo a produrre più cortisolo del solito. Peccato che un tasso di cortisolo elevato provochi disturbi del sonno, mal di testa, ansia e preoccupazione. Non farti imbrogliare quindi da questo bignè al cioccolato e opta piuttosto per un bicchiere di latte o dei semi. Certo, ha un aspetto meno attraente, ma latte e semi sono ricchi di selenio, uno dei minerali che evita gli sbalzi d’umore e la depressione e che ha una forte influenza sul nostro stato d’animo. 

Ovviamente dimentichiamo anche le patatine, i fritti o in generali i grassi. Anche se alcuni studi hanno provato che questi alimenti aiutano a ritrovare il sorriso dopo un episodio triste, alla lunga, l’euforia lascia spazio a sintomi depressivi (tralasciando l’aumento del peso). Ecco che inizia quindi un circolo vizioso: sono depressa quindi mangio grasso, mangiare grasso mi fa deprimere ancora di più, mangio di nuovo grasso ecc.


La ricetta della felicità a tavola

Come comporre un piatto che ti metterà di buon umore e ti renderà felice? Ecco un menù per venirti in soccorso: un avocado accompagnato da riso integrale e gamberetti. Gruviera, un kiwi per la vitamina C e 2 quadratini di cioccolato fondente. Provare per credere!

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe

Altri articoli che potrebbero interessarti: 


Fonte: educazionenutrizionale.granapadano.it

Articolo suggerito da Amelia Lombardi

La scrittura è un mezzo di espressione meraviglioso di cui non posso fare a meno. Mi ha permesso di incanalare la mia ipersensibilità e amo scrivere di psicologia e sviluppo personale. La comprensione di sé è il modo migliore per andare avanti!

Gli articoli appena pubblicati

10 citazioni per imparare ad approfittare del presente

Che vengano pubblicate sui social o stampate e appese in un angolo della casa, le citazioni e gli aforismi ci spingono a riflettere e hanno sempre un effetto positivo sul nostro umore. Queste frasi, brevi ma efficaci, ci aiutano a guardare la nostra vita da un punto di vista diverso e ridimensionare i nostri problemi. Approfitta del presente perché è la cosa migliore che potresti mai decidere di fare.

Come presentare il nuovo compagno ai propri figli?

Il fatto che ti sei separato/a non preclude minimamente la possibilità di rifarti una vita, ma i tuoi figli, come prenderanno la notizia? La paura che il tuo nuovo compagno non venga accettato è grande, ma noi siamo dalla tua parte!

Sneating, la nuova tendenza per avere una cena offerta

Non hai mai sentito parlare di sneating? Sei curioso di sapere in cosa consiste? È una tecnica per certi versi crudele, ma che ti permette di avere delle cene o dei pranzi in ristoranti gratis. Lo sneating consiste nell’accettare una cena o un pranzo, chattando con uno sconosciuto, con la scusa di volerlo conoscere.

Segreti di famiglia: svelarli o custodirli per sempre?

La verità fa male... ma il silenzio fa ancora più male. Nessuna famiglia è perfetta, e ogni famiglia ha i suoi segreti. Più si cercano di nasconderli, più sembrano grandi. È difficile proiettarsi nel futuro quando i fantasmi del passato ci perseguitano. Quindi, è giusto liberarsi di questo peso e rivelare i nostri segreti di famiglia?

Flirtare significa tradire?

Nella lunga lista delle preoccupazioni di una coppia, un posto importante è occupato dal tema della fedeltà e del tradimento. Flirtare significa tradire? Guardare con insistenza Paolo, all’uscita di scuola dei bambini è infedeltà? La risposta è: dipende!

Come superare le convinzioni limitanti e vivere sereni

“Non ci riuscirò mai”, “Non ho alcun talento”… BASTA! Cosa fanno questi pensieri nella mia testa? Chi ce li ha messi? Se si sono fatti spazio quando ero bambino, è tempo di liberarmene per stare bene e ritrovare un po’ di fiducia in me stessa. Queste frasi assassine non distruggeranno il mio potenziale o la mia felicità, ho intenzione di fare del mio meglio per sterminarle! Ecco 6 consigli per identificarle.

Disturbo narcisistico: cosa vuol dire e quali sono i sintomi?

Carismatici e sicuri di sé, i narcisisti sembrano capaci di fare tutto e invulnerabili, persone alle quali non può succedere nulla di male. Ma dietro questa apparenza si nasconde spesso una grande debolezza e la paura del fallimento: i primi sintomi del disturbo narcisistico. Come riconoscere una persona narcisista? E da cosa deriva questo disturbo? Ecco tutto ciò che c’è da sapere per gestire un disturbo narcisista.

Sono troppo pudica: perché è un problema?

In realtà sono una che parla di tutto: sentimenti, cose personali e nudità! Per me il pudore è una barriera inutile. Una mia amica però la pensa diversamente, dopo ben 10 anni di amicizia non riesce a spogliarsi davanti a me nemmeno in palestra. Mette sempre dei limiti. È una questione di rispetto? Forse. Pudore estremo? Sicuramente. Per lei esiste un solo credo: per vivere bene è meglio stare nascosti. Ma siamo davvero sicuri che si viva meglio?

10 idee per un tatuaggio piccolo che ti farà stare bene

Il mio primo tatuaggio è stato molto discreto: si tratta di due piccole linee sopra il gomito sinistro. Attenzione: piccolo non significa insignificante, anzi! Un tatuaggio può essere una vera e propria terapia, un modo per connettersi con se stessi grazie al significato che assume per noi per ciò che ci rappresenta. È per queste due ragioni che mi sono fatta un tatuaggio, avevo bisogno di “fissare” una mia realtà e questo mi ha fatto sentire meglio. Per altri, è anche un modo per amare di più il proprio corpo! Nonostante tutti questi aspetti positivi, quando si tratta della prima volta è bene iniziare con un tatuaggio piccolo, per abituarsi . Dunque, ecco alcune idee di tatuaggi piccoli ma che possono portare molto benessere sia a livello fisico che mentale!

Malessere al lavoro: le 5 cause principali

Il lavoro è una priorità per la maggior parte di noi, tanto che a volte siamo pronti ad accettare qualsiasi cosa. Ci aggrappiamo a un lavoro per paura di perderlo, siamo disposti a subire mille torti piuttosto che restare disoccupati. Sia nelle piccole che nelle grandi aziende, la vita in ufficio può essere difficile per alcuni dipendenti e può addirittura essere all'origine di una vera e propria depressione. Ma quali sono i campanelli d’allarme per prevenire questo malessere?

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!