Come scegliere il primo sex toy?

Aggiornato il da La Redazione Wengood

Dopo la comparsa del Covid e dei vari lockdown il mercato dei sextoys è letteralmente esploso! Se non hai ancora avuto la fortuna di averne uno forse è perchè non riesci a deciderti. Come ti capisco! Rabbit, stimolatori clitoridei, classici vibratori? Ti senti persa? Ti aiuto io a scegliere il sextoy più adatto a te. Via libera al piacere!

Come scegliere il primo sex toy?
 
 Sommario

6 consigli per scegliere bene un sex toy

Un giretto su qualsiasi sito di sex toys o sexy shop e subito ti gira la testa. Effettivamente la scelta è enorme, per non dire XXL... Materiale, uso, forma, abbiamo creato una guida per te.

1) Quale materiale scegliere?

Su questo primo punto non ho alcun dubbio, silicone! Dimentica il lattice, è difficile da pulire e potrebbe creare irritazioni. Evita anche i sex toys che contengono ftalati, che potrebbero essere cancerogeni. Opta per un materiale morbido, resistente e che permette di evitare allergie, proprio come il silicone. Meglio preferire inoltre un sex toy flessibile, dimentica i gingilli argentati con gli strass, estremamente rigidi e sopratutto poco adatti a darti piacere.

2) Penetrazione o non penetrazione? Questo è il dilemma!

Dubbio amletico! Nella masturbazione femminile, così come in una relazione di coppia in due o più persone, le penetrazione non è d’obbligo! Esistono sex toys penetranti e altri no. Se come tantissime altre donne raggiungi più facilmente l’orgasmo con la stimolazione del clitoride, potresti optare per un vibromassaggiatore non penetrante o uno stimolatore clitorideo che funziona per pulsazioni d’aria e quindi senza contatto! Se invece preferisci la penetrazione, la scelta giusta è un massaggiatore wand, ideale per il piacere interno. Interno, esterno, la scelta è ancora troppo difficile? Esistono anche dei sex toys multifunzione come il Rabbit per un uso interno ed esterno, da sola o in compagnia.

 stimolatore clitorideo

Team stimolatore clitorideo? (da Biird.) ... 

massaggiatore wand

o massaggiatore wand? (da We-Vibe)

3) Hai delle pile?

Passiamo all’aspetto pratico. Sex toy con pile o ricaricabile su presa? Io direi di dimenticare le pile. È un tipo di sex toy che si scarica molto in fretta e l’intensità delle vibrazioni diminuisce, senza parlare dell’impatto ecologico delle pile! Meglio la versione ricaricabile su presa (come uno smartphone). Eco responsabile, il sex toy ricaricabile non perde intensità e si ricarica molto in fretta.

4) Addio ai problemi di dimensioni!

Informati sulle dimensioni prima di investire su un sextoy a stimolazione interna (come per esempio il plug anale). Troppo piccolo, troppo grosso... per evitare la frustrazione, leggi bene la descrizione.

5) In acqua!

Il sex toy deve essere waterproof. Non pensare che sia un dettaglio di poco conto, anche se non hai previsto di usarlo durante un bagno caldo. Tieni conto che la menzione “waterproof” indica anche che puoi pulire il sex toy con sapone e acqua tiepida. Prendersi cura del sex toy è importante, del proprio corpo ancora di più! Quindi è fuori discussione utilizzare un sex toy non ben lavato e rischiare un’infezione.

6) Da aggiungere al carrello...

Anche un lubrificante a base di acqua, che rispetta la flora vaginale e non rischia di rovinare il tuo nuovo migliore amico. Indipendentemente dal tuo grado di eccitazione, la lubrificazione non è sempre la stessa, quindi per evitare la secchezza e godersi i momenti di piacere, non dimenticare il lubrificante.

E per le coppie?

Come primo sex toy di coppia potresti optare per uno stimolatore a forma di U. Una parte vibra nella vagina, l’altra stimola il clitoride tramite vibrazione o aspirazione. Potresti anche scegliere un dildo o un plug anale per un utilizzo in doppia penetrazione o anale per l’uomo, in modo da amplificare il piacere di entrambi.

Stimolatore di coppia

Uno stimolatore (da We-vibe) molto amato per mettere un po’ di pepe nella coppia.

💶 A proposito di budget, siamo intorno ai 40 euro minimo per un sex toy di qualità, ma bisogna metterne in conto tra i 70 e i 170, o anche di più. L’amore non ha prezzo, no?

Ora sai tutto! Tocca a te!


Il consiglio della redazione: non c’è nulla di cui vergognarsi!

Le vendite di sex toy hanno avuto un’incredibile crescita nel 2020. Più del 70% degli italiani ne ha già utilizzato uno. Approfittane anche tu! E se la tua vita sessuale non ti soddisfa, non esitare a rivolgerti a un sessuologo per parlarne.


🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe



Fonte: https://it.wikipedia.org/

Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Il super-io, incontro con il nostro giudice interiore

Anche se non sei esperta di psicanalisi, se c’è un nome che tutti conoscono, è quello si Freud. Nel 1923, Freud pubblica L’Io e l’Es. Nella sua opera, definisce e sviluppa il concetto del super-io in parallelo all’Io e l’Es. Il super-io sarebbe la nostra coscienza morale. Approfondiamo l’argomento insieme.

Yoga e meditazione a servizio della depressione

Senza trattamento, più della metà delle persone che hanno subito un episodio depressivo, ne vivranno sicuramente un altro nel corso della loro vita. Ecco perché si tende subito a prescrivere antidepressivi. Ma cosa fare per i pazienti che non tollerano la terapia farmaceutica o che preferirebbero una soluzione più naturale? Lo yoga e la meditazione possono essere una soluzione.

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!