Metodo Montessori: come funziona e come educare i bambini?

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Nella grande famiglia dei pedagoghi, scomodiamo Maria Montessori! Medico di formazione, ha consacrato cinquant’anni all’educazione dei bambini. Il lavoro di una vita intera è stato ampiamente ricompensato da una fama internazionale. Il segreto della sua pedagogia? È possibile applicarla in casa? Scopriamolo insieme!

Metodo Montessori: come funziona e come educare i bambini?

Metodo Montessori, imparare da soli

La base del metodo Montessori parte dal principio che la conoscenza è un fattore essenziale della libertà. Questo insegnamento tiene conto del ritmo del bambino, nonché delle sue forze e delle sfide che è chiamato a superare. L’esperienza e l’autonomia sono alla fonte di questo metodo pedagogico, come per l’educazione positiva. Dopo aver osservato i bambini per tante ore, Maria Montessori ha capito che se i bambini crescono in un ambiente adatto sono più concentrati e riescono a controllarsi meglio.

👏 Imparare a cavarsela da soli per capire e integrarsi è il fulcro del metodo Montessori.

Le 3 regole d’oro del metodo Montessori

E se imparare non fosse più faticoso? Se fosse al contrario fonte di soddisfazione per i bambini? Questa è la convinzione all’origine del metodo Montessori. Dall’apertura della prima scuola a Roma nel 1907, la pedagogia Montessori ha spopolato in tutti i continenti. Ma se il suo nome è entrato nel linguaggio comune, le fondamenta alla base della sua teoria non sono chiare a tutti.

Questo articolo potrebbe piacerti: Segreti di famiglia: svelarli o custodirli per sempre?

1) La libertà

Senza dubbio il pilastro del metodo Montessori. In classe, i bambini sono autorizzati a scegliere liberamente le attività e il tempo da dedicargli. Possono anche alzarsi in qualsiasi momento e comunicare con i compagni. Una libertà che ha alzato un bel polverone! Ma dimentichiamo che il metodo Montessori incita il bambino ad autoimporsi dei limiti. Se è libero di spostarsi, deve comunque tener conto di non disturbare i suoi compagni con il suo andirivieni. Un’autodisciplina imprescindibile dalla nozione di libertà.

2) L’adattamento

Per Maria Montessori è il pedagogo a doversi adattare al bambino e non il contrario! Come? Tenendo conto del ritmo di apprendimento proprio a ognuno. A volte capita di far fatica a memorizzare le regole di grammatica, ma essere una scheggia per imparare le fiabe o le poesie. Perché non tenerne conto concedendogli il tempo di cui ha bisogno? Questa è l’essenza della pedagogia differenziata.

3) L’esperienza

Vedere, ascoltare, toccare, annusare o anche assaggiare: il metodo Montessori stimola i cinque sensi. Per comprendere i fenomeni vulcanici cosa c’è di meglio di un plastico con sciroppo che simula la lava? A proposito delle coniugazioni, quale miglior modo di ricordarle se non usando le desinenze sotto forma di carte da associare le une alle altre? L’apprendimento attraverso l’esperienza è essenziale per la pedagogia sensoriale.

Le scuole Montessori, un successo incredibile

Oggi si contano circa 35000 scuole Montessori in tutto il mondo. Una cifra che la dice lunga sull’entusiasmo suscitato dal metodo! E questo successo si basa soprattutto sui risultati ottenuti dai suoi allievi. In un’intervista a France Culture del 27 luglio 2017, Jean-Michel Blanquer si è espresso favorevole allo “spirito Montessori”. Senza pretendere la generalizzazione del metodo in tutte le scuole, il Ministro dell’Educazione Nazionale francese ha riconosciuto il “genio pedagogico” della dottoressa italiana. Un’espressione forte che non fa altro che aumentare il credito e il consenso tra gli educatori.

Questo articolo potrebbe piacerti >>> Come creare dei bei ricordi ai propri figli?

Applicare il metodo Montessori a casa

Lungi dall’essere un’esclusiva per gli insegnanti, la pedagogia Montessori può essere applicata anche a casa. Il mix ideale? Un tocco di immaginazione, qualche grammo di attenzione e un pizzico di apprendimento tramite il gioco. Se le tabelline sono l’incubo dei tuoi figli, utilizza le bilie per aiutarli. Tre file di cinque sfere illustreranno per esempio il calcolo 3X5. Un sistema infallibile!

In pratica, nella vita quotidiana quattro principi possono essere applicati per lavorare con il metodo Montessori:

  • 🏠 Associalo alla vita pratica della casa al più presto. Rendilo autonomo spingendolo a fare tutto ciò che lo aiuterà a lavorare sulla mobilità e a prendersi cura delle cose: versare un bicchiere d’acqua, pulire il tavolo, innaffiare le piante e così via. È anche un modo di dare fiducia al proprio figlio.
  • 🛀 Incitalo ad avere cura di se stesso associando l’igiene a dei momenti di felicità. Compra un sapone apposito per lui, uno scalino per accedere al lavabo, scegli una canzone per scandire il tempo quando si lava i denti…
  • 📚 Metti degli scaffali alla sua altezza in camera sua per incitarlo ad andare a prendere le sue cose da solo.

Ovviamente gli esempi sono tanti e potremmo continuare all’infinito. L’essenziale è rispettare i tre pilastri della pedagogia Montessori: la libertà, il rispetto del bambino e l’utilizzo della memoria sensoriale.


Il commento della redazione – Non avere fretta

Vogliamo sempre il meglio per i nostri figli e cerchiamo di garantire loro la migliore educazione, sana e positiva. Ma a volte ci mettiamo troppa pressione per applicare a ogni costo principi come quelli del metodo Montessori. Se riusciamo a mettere in atto delle piccole cose, tanto meglio, ma ricorda che i genitori perfetti non esistono. Quindi, meglio avanzare al proprio ritmo, ascoltarsi e ascoltare i bisogni dei propri figli. Se non ci riusciamo, possiamo sempre rivolgerci a un professionista per essere accompagnati e aiutati. 

🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora ! 
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo



Fonte: www.uppa.it

Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Come superare i nostri complessi inutili?

Gambe troppo larghe, labbra troppo sottili, cicatrici, timidezza… che si tratti di complessi fisici o mentali, questi sono spesso inutili e capaci di rovinarci la vita e renderci infelici. Ma non bisogna permettergli di sovrastarci! Siamo meglio di così!

Di cosa si occupa la sofrologia? Ecco i suoi numerosi benefici!

Ho riscontrato diversi problemi nel gestire la mia ansia nel corso di questi ultimi anni. Ho deciso dunque di iniziare un percorso con una psicologa, ma una cara amica mi ha consigliato di provare anche qualche seduta con un sofrologo. Secondo la sua opinione, il sofrologo aiuta a rilassarti e ti insegna a gestire meglio lo stress. Dopo diverse sedute, ho iniziato a sentire gli effetti positivi di questa pratica. Il mio corpo non è più un fascio di nervi! La sofrologia fa parte delle pratiche della “medicina dolce”, che hanno tantissimi benefici per il corpo e per lo spirito. Vediamo più da vicino questo metodo di crescita personale che mira a farci riconnettere con la nostra psiche.

Il metodo SMART per raggiungere degli obbiettivi intelligenti e realizzabili!

Per riuscire a concludere un progetto spesso e volentieri ci fissiamo degli obbiettivi, e questo è del tutto nella norma. Ma per ottimizzare le probabilità di successo e stabilire degli obbiettivi chiari, motivanti e realistici, ecco che entra in scena il metodo SMART! Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Lavorare meno… per salvare il pianeta!

Il lavoro ha un grande valore per tutti noi, eppure potremmo essere tutti d’accordo sul fatto che non sia per forza sinonimo di benessere, né per noi né per il pianeta! Infatti, alcuni studi affermano che è necessario ridurre il prima possibile il nostro orario di lavoro, per poter ridurre le emissioni di gas serra che noi stessi generiamo. La situazione sta precipitando!

Come destabilizzare e far innervosire un narcisista perverso?

Vivi con un narcisista perverso o ne conosci uno e vorresti destabilizzarlo? Vuoi farlo arrabbiare perché ti mette in ridicolo, a volte in pubblico, ti fa soffrire, ti fa perdere la pazienza e vuoi vendicarti. Ma è difficile far arrabbiare una persona brava a manipolare gli altri, ama vittimizzare se stessa e gioca con le proprie emozioni. Farlo innervosire è l’unico modo per fare in modo che mostri la sua vera natura, per smascherarlo...

Ipocondriaci: 5 sintomi e caratteristiche per riconoscerli

Ti preoccupi spesso per la tua salute? Al minimo sintomo ti convinci di avere una malattia grave? Passi le giornate sui forum medici online? 😨 E se l’unica malattia di cui realmente soffri fosse l’ipocondria? Ecco i 5 sintomi tipici che toccano le persone ipocondriache.

Ansia sociale, sintomi e come superarla

Parlare in pubblico è un vero e proprio incubo e la fiducia in se stessi un sogno ancora troppo lontano. Si diventa paonazzi e non si riesce a nascondere il tremolio, la paura di essere ridicolizzati o umiliati fa perdere letteralmente il controllo. Se la timidezza può essere la causa di questo inconveniente, l’ansia potrebbe nascondere un malessere molto più profondo: l’ansia sociale, altrimenti nota come fobia sociale. Di cosa si tratta? Come si supera?

4 consigli per imparare ad amarsi: di' addio all’insicurezza!

“Faccio schifo”, “sono brutto”, “sono inutile” … difficile avere sempre una buona autostima. Eppure, è la chiave del nostro successo e del nostro equilibrio psicofisico. Sentirsi bene con sé stessi e con il proprio corpo, imparare ad amare sé stessi, è la cosa migliore che possiamo fare.

Come calmare e gestire gli attacchi di rabbia?

La rabbia, un sentimento che proviamo spesso. Ci spinge a reagire d’istinto, senza riflettere, portando a volte a situazioni sgradevoli. Qual è il segreto per controllare la propria rabbia e fare in modo che non prenda il sopravvento sulla ragione?

Non sopporto le persone! È una cosa seria, dottore?

Mi lamento al volante quando c'è un ingorgo, mi lamento alle casse quando c'è la fila, mi lamento il sabato quando tutti hanno deciso di andare in centro città. Non credo di riuscire più a sopportare le persone. La ragazza di città che sono sempre stata ha persino iniziato a sognare la campagna e una casa isolata per avere meno contatti sociali possibili. È una cosa seria, dottore? Beh, non proprio. Spiegazione.

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!