7 consigli per avere la pancia piatta

Aggiornato il da La Redazione Wengood

La pancia riflette sempre le emozioni, qualunque cosa facciamo per evitarlo. Si gonfia, si sgonfia, ci fa male, ci sentiamo appesantiti... Cosa fare per liberarsi di questa spiacevole sensazione di gonfiore? Quali abitudini devi cambiare? Applicando questi 7 consigli, il tuo stomaco non sarà mai più lo stesso!

Sommario

7 consigli per liberarsi della pancia gonfia

Mens sana in corpore sano, recitava un proverbio latino, e forse non aveva tutti i torti...

1) Gestire lo stress

Più facile a dirsi che a farsi, perché non è semplice controllare le emozioni. In effetti, proprio a causa dell’ansia, alcuni organi reagiscono e impediscono al sangue di circolare liberamente. Fare attività sportiva è il miglior modo per liberare la mente, scaricare lo stress e alleggerire così il nostro corpo, che può finalmente funzionare al meglio. Un’altra soluzione è lavorare sulla respirazione, con lo yoga, pilates o la meditazione...

2) Mangiare sano

Una volta che ti sei rilassato, puoi passare alla fase 2, che si concentra sull'alimentazione. Ricorda che non potrai mai avere la pancia piatta se continui a mangiare alimenti troppo calorici che favoriscono la ritenzione idrica e l’aerofagia. È arrivato il momento di eliminare, sin da subito, dalla tua alimentazione tutti i prodotti lattiero-caseari, gli affettati, tutti i preparati industriali, le bevante gassate e le famigerate caramelle. Da oggi privilegia verdura, frutta, cereali integrali e proteine.

La redazione ti consiglia: Vuoi diventare vegetariano? 5 consigli da tenere a mente

Ragazza che mangia sul divano

Sappi che un cucchiaio di bicarbonato di sodio durante la cottura delle verdure impedisce la loro fermentazione.

3) Bere molta acqua

La spiegazione è scientifica: quando si inizia una dieta, e il corpo tende a disidratarsi e a trattenere i liquidi. È così che una grande quantità d’acqua si accumula nella zona del ventre, provocando gonfiore. Per liberarsi di questa acqua in eccesso, basta bere 1,5 L di acqua al giorno, variando anche con tisane o infusioni.

4) Conta fino a 10 tra due bocconi

Masticare bene gli alimenti prima di ingoiarli, è il modo migliore per digerirli correttamente ed evitare di affaticare lo stomaco e l’intestino. Ricorda che la digestione inizia proprio nella bocca, è la saliva che inizia a scindere le prime molecole complesse. È quindi importante mangiare con calma e contare fino a 10 tra un boccone e l’altro.

5) Tieni una posizione corretta

Sappi che trascorriamo in media più di 7 ore al giorno seduti, il nostro corpo ha quindi bisogno che teniamo la posizione eretta il più a lungo possibile. È quindi importante tenere la schiena dritta, le spalle larghe e i muscoli addominali contratti.

6) Farsi un massaggio

Non hai bisogno di essere un fisioterapista per farti un massaggio. Ti basta ripetere un movimento semplice all’altezza dell’ombelico: posizione le mani sulla pancia, entrambi i palmi all’altezza dell’ombelico, e pratica 3 leggere pressioni. Poi, ripeti lo stesso movimento per tre volte, sulla parte superiore e sulla parte inferiore del ventre. Questo semplice movimento favorisce la digestione e allevia il senso di gonfiore.  

7) Comprare un tappetino per addominali

Ultimo consiglio, forse quello più temuto, è l’acquisto di un tappetino e iniziare ad allenare la zona addominale. Inizia con calma, senza esagerare, bastano 10 minuti tre volte a settimana. Valuta tu l’intensità a seconda dello sforzo.


Consiglio della redazione – Pancia gonfia? Non è la fine del mondo

La pancia non è sempre la stessa, anche durante la stessa giornata passiamo da momenti in cui ci sentiamo gonfi ad altri in cui nemmeno ci poniamo il problema. Ricorda che la pancia riflette il nostro umore: frustrazioni e paure hanno un effetto diretto su gonfiore e ritenzione idrica.


Articolo suggerito da La Redazione Wengood

Gli articoli appena pubblicati

Perché sono sempre insoddisfatto?

Al lavoro o nella vita privata, quello che faccio non va mai bene. Forse il mio più g...

Leggi

Fame emotiva: perché mangio per far fronte alle mie emozioni?

C’è un problema? E io mangio! L’ho sempre fatto, mangiare quando sentivo un’emozione ...

Leggi

Essere autoironici o prendersi in giro? Ridere di sé serenamente

Ti sarà capitato almeno una volta di fare una figuraccia o di dire qualcosa di insens...

Leggi

Il movimento Body positive o come accettare meglio il nostro corpo

Pelle a buccia d’arancia, rotolini, smagliature… Non ho paura di dire che sono grassa...

Leggi

Cos'è la dissonanza cognitiva?

“Non c’è peggior sordo di colui che non vuol sentire”… ed è anche peggio quando si tr...

Leggi

Cosa vuol dire essere non binari? #identità

Ultimamente l’uso della schwa “ə“ è sempre più presente in tantissimi testi e articol...

Leggi

Genitori troppo esigenti: quando si pretende troppo dai figli

Essere genitori è qualcosa di eccezionale, ma è anche tanto difficile. In quanto gen...

Leggi

Cosa significa LGBTQIA+ 🏳️‍🌈? #identità

Sono felice di vedere intorno a me una società che evolve, con persone che affermano ...

Leggi

Come capire se sono transgender? #identità

Qualche anno fa, parlavo con un amico che mi ha confidato di essersi posto diverse do...

Leggi

Come smettere di desiderare continuamente l’approvazione altrui?

Da quando ero piccola, ho sempre avuto l’impressione di fare le cose in funzione degl...

Leggi

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!