L’innocenza è davvero il segreto della felicità?

Aggiornato il da Giada Paoli

Pensiamo spesso con nostalgia alla nostra infanzia, quell’età spensierata e senza preoccupazioni! È stato senza dubbio il periodo più sereno della mia vita. E se fosse proprio ritrovare l’innocenza dell’infanzia il segreto della felicità? Quante volte ti sei detta che avresti volentieri dimenticato i problemi per ritrovare la leggerezza e la spensieratezza di quando eri piccola? Scopri come l’innocenza potrebbe essere la strada verso la felicità!

L’innocenza è davvero il segreto della felicità?

Perché l'innocenza è il segreto per essere felici?

A volte mi capita di sentire dei bambini giocare o parlare. Sono fermamente convinta che i bambini siano molto più felici di noi adulti. Lo conferma anche lo scrittore francese Franck Martin nel suo libro « Les super-pouvoirs de l’innoncence » (I super-poteri dell’innocenza), che si interroga sui benefici dell’innocenza come «forma di meraviglia perpetua e di libertà». Diciamo che si tratta di una ricetta di felicità che purtroppo dimentichiamo crescendo.

1) Sbarazzarsi dei pregiudizi

Quando se ne parla, si fa sempre fatica a pensare che l'innocenza possa davvero essere il segreto della felicità. L'innocenza nell'immaginario comune è associata spesso all'ingenuità, a volte all'incoscienza. In realtà, dovremmo rivalutare l’innocenza visto che è un modo per sbarazzarsi dei pregiudizi e di ritrovare fiducia, spontaneità e curiosità. Ecco perché l’innocenza spiana la strada verso la felicità.

2) Vivere il presente

Ciò che ci distingue dai bambini è che questi ultimi non hanno ancora cominciato a pensare : «non ce la farò», «non mi piacerà», « non mi va di vedere quelle persone », ecc. Così come non conoscono lotte interne o paure come la paura dello sguardo altrui.

Certo, da piccoli ci si meraviglia per tutto. Da adulti, siamo impregnati delle nostre esperienze, convinzioni e opinioni. L’innocenza ci permette di essere guidati dal piacere e l’entusiasmo, di scoprire senza avere pregiudizi. Vivere qui e ora, un vera e propria filosofia del « lasciar correre ».

3) Il bisogno di essere socialmente accettati

Una volta la mia vicina, che conosco abbastanza bene, non mi ha salutata. Il mio primo pensiero è stato che dovevo aver fatto qualcosa di sbagliato. Ho passato un bel po’ di tempo a dire il vero a fare varie ipotesi senza capo né coda, per poi scoprire semplicemente che non mi aveva sentito perché era persa trai i suoi pensieri.

Franck Martin spiega che si tratta della «malattia del ragionamento». La applichiamo per proteggerci dal rifiuto, dalla sofferenza e dalla paura dell’abbandono. Solo che fare ragionamenti senza fondamento non ci aiuterà a stare meglio. Perdiamo troppo tempo a ragionare sugli avvenimenti e su ciò che ci circonda e questo ci fa perdere la spontaneità.

Come ritrovare l’innocenza?

Non è semplice ritrovare leggerezza ed entusiasmo quando ci sentiamo appesantiti dalle responsabilità della vita adulta. Allo stesso tempo, ritrovare l’innocenza non significa diventare immaturi o irresponsabili. Si può essere adulti mantenendo la mente aperta e la leggerezza che ci fa bene all’anima. Per riuscirci, bisognerebbe però liberarsi di tutto quello che ci hanno insegnato.

Per non riprodurre questo schema negativo con i nostri figli la pedagogia Montessori aiuta i bambini a crescere e svilupparsi mantenendo calma e bontà.

Ritrovare il bambino dentro di noi

Ritrovare il bambino dentro di noi non ha niente a che vedere con la sindrome di Peter Pan. Bisogna riconquistare tutte le qualità dei bambini: fiducia, spontaneità, creatività, divertimento ecc. Vivere il presente e dimenticare le paure sono il nostro lasciapassare per l’innocenza. Quest’ultima ci impedirà di paragonarci agli altri e ci aiuterà ad adottare il pensiero positivo.

Grazie a queste qualità si raggiunge la felicità, abbandonando i vecchi insegnamenti.


Il consiglio della redazione: è tempo di comportarsi diversamente

Senti anche tu il bisogno di ritrovare un po’ di innocenza, leggerezza e spontaneità? Contatta un coach per mettere in atto grazie a lui un nuovo comportamento, un nuovo modo di pensare che restituirà la felicità alle tue giornate.

 
🤗 Capirsi, accettarsi, essere felici... Qui e ora! 
#BornToBeMe

Contatta uno psicologo


Fonte: mammachelibro

Articolo suggerito da Giada Paoli

Il mio sogno è vivere sognando ad occhi aperti, amando infinitamente e sentirmi libera di essere ciò che desidero.

Gli articoli appena pubblicati

I 7 migliori gadget antistress per lottare contro l’ansia

Che sia per un esame o per capire cosa fare della propria vita, lo stress mi conosce bene! Inoltre… Bisogna dire che sono una persona abbastanza stressata in generale e con il tempo ho trovato dei trucchetti per restare più tranquilla. Grazie a questo, sono riuscita a trovare dei modi che io utilizzo più o meno tutti i giorni per calmarmi. Lo stress ha un impatto molto importate sul corpo e sulla mente, non bisogna lasciargli spazio. Allora ecco 7 strumenti antistress che ci fanno bene!

Non ho ambizioni, è davvero così grave?

Fin dai tempi del liceo, avere degli ottimi voti in pagella non mi interessava un granché. Il proseguimento della mia vita professionale non è stato molto diverso. In un mondo all’insegna dell’iperproduttività, del continuo superamento dei propri limiti, di costanti sfide personali, io mi accontento di vivere la mia vita tranquillamente.

Dichiarazioni d'amore: apri il tuo cuore e tocca il suo

Avevo pensato a tutto: salire sul tetto della mia auto, chiedergli di andare sul balcone e cantare che l'amavo. Un po' esagerato. Mettere un messaggio d'amore in una torta. Troppo tecnico, troppo rischioso. O più "semplicemente" rifare la scena di Love Actually. Visto e rivisto. Alla fine, per dichiarargli il mio amore, ho scritto una lettera che ho fatto scivolare sul suo tavolo mentre me ne andavo. Le dichiarazioni d'amore sono sempre un grattacapo spaventoso. Abbiamo paura, vogliamo fare troppo, temiamo di non fare abbastanza. Sono sicura che tu abbia bisogno di una mano per iniziare.

I genitori dovrebbero essere incoraggiati a rivolgersi a uno psicologo? Ottima domanda...

Un argomento importante, vero? Mi sono posto questa domanda l'altro giorno, dopo aver cercato di parlare con mio padre della sofferenza che ho vissuto da bambino. Mi ha risposto “sì, ma per me è stato peggio con i miei genitori”. Alla faccia del dialogo, eh? Vorrei che si rendesse conto che è importante per lui riparare le proprie ferite, come sto cercando di fare io... Quindi, dovresti incoraggiare i tuoi genitori ad andare da uno psicologo oppure no? Ecco alcune risposte.

Il triangolo di Karpman, un pericoloso gioco psicologico

Oggi ti parlerò del triangolo drammatico di Karpman e dei 3 ruoli principali possibili: carnefice, salvatore e vittima. Io sono sempre stato la vittima in questo triangolo drammatico. Cosa significa? Come fai a sapere se ci sei dentro? Come si fa a uscirne? Ti racconto tutto.

8 cose di cui mi infischio vivendo alla grande!

A volte mi capita di essere pigro/a e invece di mettermi le scarpe da ginnastica per andare a correre, rimango a casa al calduccio. Chi se ne frega se non ho un corpo perfetto? Lasciare la presa, non dare troppa importanza ai giudizi altrui e soprattutto essere se stessi, non c'è modo migliore per essere felici. Devo ammettere che, da quando non do più importanza al giudizio altrui, sto molto meglio. Ecco otto cose di cui ormai mi infischio altamente ma che hanno cambiato in meglio la mia vita. Provare per credere!

"Quando avevo bisogno di te, tu non c'eri...": come superarlo.

Quando avevo bisogno di te, tu non c'eri... Mi ripetevo questa frase quando ero più giovane e che dolore è vedere che stai vivendo qualcosa da solo. La solitudine in un momento difficile della nostra vita, quando abbiamo bisogno di sostegno, può farci sentire tristi o addirittura peggio. Rabbia, incomprensione, risentimento, senso di abbandono... Sono tutti sentimenti che possono nascere da questa assenza. Perché ci sentiamo così? Come possiamo superare lo sconforto di vedere una persona che amiamo non essere presente quando ne abbiamo bisogno? Spiegazioni.

12 regole per ricominciare da zero una nuova vita

Hai finalmente deciso! Vuoi dare una svolta alla tua vita, ricominciare tutto da capo, mettere una pietra sopra il passato e guardare al futuro. Il desiderio di voler cominciare da zero è spesso motivato da una situazione in cui non ci sentiamo a nostro agio. Ecco come farlo in 12 semplici passi.

Mi sento esclusa: qual è il motivo di questa sensazione

“Da quando ero piccola, mi sento esclusa e ho grandi difficoltà a integrarmi. Purtroppo anche da adulta la situazione non è cambiata. Ho l’impressione che c’è qualcosa in me che genera antipatia e allontana gli altri. Eppure mi descriverei come una persona rispettosa, curiosa e ho davvero voglia di fare nuovi incontri e sopratutto di stringere amicizie solide.” Se ti sei riconosciuta in queste parole significa che anche tu ti chiedi perché provi questo sentimento di esclusione. Vediamo insieme da dove arriva per risolvere il problema.

Smart working: i miei amici, i miei colleghi, la bella vita!

Ci sono i legami d’amicizia che stringiamo con i nostri colleghi a lavoro, e poi ci sono i nostri amici. Quelli della vita, fuori dall’ambito lavorativo. Salvo che, con la crisi sanitaria, tutto ciò che è al di fuori della famiglia o del lavoro non esiste più. E se, per far fronte alla solitudine, provassimo lo smart working tra amici? È possibile?

Wengood è anche musica...

Rilassati e ritrova la serenità 😌

Wengood Italia

  1. BerlinRY X
    2:54
  2. 13th of JanuaryPatricia Lalor
    3:00
  3. ExperienceLudovico Einaudi
    5:15
  4. Nuvole BiancheLudovico Einaudi
    5:57
  5. Una MattinaLudovico Einaudi
    3:23
  6. I GiorniLudovico Einaudi
    6:50
  7. PrimaveraLudovico Einaudi
    7:22
  8. Alone Again (Naturally)Gilbert O'Sullivan
    3:36
  9. Skinny LoveBon Iver
    3:58
  10. FlumeBon Iver
    3:39
  11. re:stacksBon Iver
    6:41
  12. Hey, MaBon Iver
    3:36
  13. Back To LifeGiovanni Allevi
    4:38
  14. Secret LoveGiovanni Allevi
    4:32
  15. Come sei veramenteGiovanni Allevi
    6:04
  16. FlowersGiovanni Allevi
    2:59

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente

"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!

Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!