Primo appuntamento ai tempi del coronavirus: “Vuoi un po’ di gel igienizzante?”

Aggiornato il da Ginevra Bodano

Se il lockdown ha messo le coppie a dura prova, allo stesso modo ha complicato la vita dei single che magari avevano appena incontrato qualcuno di speciale o che speravano di poterlo fare presto. In questo clima particolare, come comportarsi durante il primo appuntamento? Tra il dover prestare particolare attenzione e il voler dare un po’ di confidenza, i single si tolgono la mascherina.

Primo appuntamento ai tempi del coronavirus: “Vuoi un po’ di gel igienizzante?”
 
 Sommario

Appuntamenti romantici e Covid-19

I siti di incontri sono andati in tilt durante il lockdown. Sono nate numerose relazioni virtuali, ma adesso che la vita sta cercando di tornare alla normalità, come si svolgerà il nostro prossimo primo appuntamento?

Tra l’attrazione e la distanziamento sociale

Adesso che si ricomincia a vedere gente per le strade, che molti sono tornati a lavoro e che possiamo tornare a sederci nei bar, dove trovare l’amore nel mondo di domani? L’amore e gli incontri romantici ai tempi del Covid-19 sono un evento, un ritrovarsi nella vita reale dopo mesi passati dietro lo schermo, tra l’attrazione fisica e… le restrizioni sanitarie che ci impongono di stare lontani. Dunque, se in tempi “normali” sentiamo tutti quella strana sensazione delle farfalle nello stomaco durante il primo appuntamento, adesso si aggiungono domande come: “Arrivo con la mascherina o la abbasso prima?”, “Ci salutiamo con un bacio sulla guancia?”, “Sarà il caso di mantenere la distanza di sicurezza?”. Ora più che mai, lo stress si fa sentire e ci sentiamo divisi tra l’eccitazione e il timore.

Potrebbe interessarti: Sneating, la nuova tendenza per avere una cena offerta

Quando a vincere è la fiducia

Durante il lockdown, potrebbe essere nata una relazione virtuale. Il tempo fa il resto: si inizia a conoscersi meglio e si innesta la complicità. Nel momento in cui il primo appuntamento si avvicina, la tensione aumenta, ma ben presto cede il posto a una reciproca fiducia. Ci si saluta da lontano, nessuno dei due trova il coraggio di abbassare la mascherina per primo, magari si prende un caffè da asporto da consumare mentre si fa una passeggiata. Le ore passano e alla fine si va a mangiare qualcosa insieme, ed ecco che arriva il primo bacio, e magari anche la prima notte insieme (stando bene attenti a lavarsi le mani prima). Difficile lottare contro l’attrazione e il desiderio quando si ha l’impressione di conoscersi da tanto tempo e si sa che l’altro non ha avuto nessun contatto rischioso.  Forse non è molto opportuno, ma come approcciarsi all’amore quando si è single in tempo di pandemia?

Quando a vincere è la paura

Per altri, il coronavirus è come una IST (infezione sessualmente trasmissibile). Il primo appuntamento si sta lontani, nonostante l’attrazione fisica. Baciarsi significherebbe correre il rischio di essere contagiati o di contagiare. Salvo che, alle volte, dopo diversi appuntamenti, la paura cede il posto ai baci e alle coccole. I rischi ci sono, ma è davvero difficile non cedere ai richiami dell’amore.

Per alcuni, la paura è davvero troppo forte, quindi tutto questo è fuori questione. Meglio stare soli e in salute! A meno che non ci si accontenti di un eterno primo appuntamento, composto da passeggiate con la mascherina indosso, chiacchierate seduti distanziati e sorrisi fatti di sguardi. Se tutti sembrano essere alla ricerca del ritorno  ad una vita normale, per alcuni è impensabile correre dei rischi, a costo di limitarsi al semplice corteggiamento per settimane. Forse l’amore ai tempi del coronavirus potrebbe portare ad un ritorno del romanticismo? Meno relazioni usa e getta e più amore vero!

La redazione ti consiglia - Prossemica e distanza di sicurezza: qual è quella giusta?

Trovare l’amore in tempi di pandemia. Come comportarsi?

Stando alle regole che ci vengono imposte, è chiaro che non dovremmo assolutamente incontrare qualcuno di nuovo, tanto meno tenerlo per mano o baciarlo. Ma di fronte a una vita che piano piano si ristabilizza e alla forza dell’amore che inizia a sbocciare, non si potrebbe correre il rischio? Un rischio da tenere sotto controllo, che si basa sulla fiducia e sull’attenzione per le persone più vulnerabili facenti parte della nostra vita.


Il consiglio della redazione – Bisogna essere più sinceri che mai

Ti verrebbe in mente di andare a letto con qualcuno che non conosci senza protezione e senza parlarne? No di certo. Considerata la pandemia in corso bisognerebbe essere altrettanto rigorosi. Dobbiamo essere onesti e parlare chiaramente con l’altro prima di incontrarci di persona. “Hai avuto dei sintomi di recente?”, “Hai fatto un tampone?”, “Hai viaggiato?”, “Hai passato una serata in compagnia di molte persone?”. La fiducia è essenziale, ma non bisogna mai dimenticare di proteggersi: dev’essere la priorità. L’amore ai tempi del coronavirus non è semplice e richiede a ciascuno di noi di essere più sinceri e soprattutto più responsabili.



Articolo suggerito da Ginevra Bodano

Giovane donna sensibile ed empatica, cerco di conquistare il mondo armata del mio corpo minuto e del mio animo grande. L’unico modo che conosco per riuscire ad esprimere ciò che provo è la scrittura, insieme al canto, il disegno, la fotografia, la danza, il teatro… Beh, lo ammetto, non è l’unico, ma...

Gli articoli appena pubblicati

Il complesso di superiorità o l’illusione della superiorità, cosa

Sembra che non le piaccia nessuno quanto le piace se stessa. Parla spesso di lei, e sempre con grandi complimenti, ti prende in giro, cerca di sovrastare gli altri, sembra disprezzare tutto e ha un forte problema di autostima. Benvenuta nel paradosso del complesso di superiorità, che nasconde nel 90% un complesso di inferiorità!

Lo scambismo, la pratica che infiamma…

Se ti dico “scambismo”, a cosa pensi? Incontri sordidi in discoteche in cui si accede solo se mascherati e in accappatoio? Nel mio caso la serie YOU mi ha permesso di vedere lo scambismo sotto un altro punto di vista (lato omicida a parte), e ne sono felice perché questa pratica coinvolge sempre di più le nuove generazioni, è molto più sexy di quanto pensassi e potrebbe anche aiutarti a riaccendere il desiderio! Pronta a scambiare?

Senso di ingiustizia, come nasce e come gestirlo?

La vita è ingiusta! Chi non ha mai avuto la sensazione di subire un’ingiustizia e non ha mai pensato che la vita sia difficile? Io sì! Mi piacerebbe che tutto andasse liscio come l’olio ma spesso rimango delusa. Diventa difficile gestire la frustrazione, la rabbia, l’impotenza e il senso di ingiustizia. Come superarli? Cosa significa avere sempre questo senso di ingiustizia e come sopportarlo?

Disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività, di cosa si tratta?

Difficoltà nel concentrarsi, di stare immobile o di controllare le proprie pulsioni. Ecco alcuni segni del disturbo da deficit di attenzione con o senza iperattività. Più comunemente noto come ADHD, se ne parla tanto per bambini e adolescenti, ma può toccare anche gli adulti. Le conseguenze di questo disturbo dell’attenzione si ritrovano nella vita quotidiana, sociale, familiare, scolastica o professionale. Ecco perché è importante sapere se ci tocca da vicino, a noi in prima persona o magari a nostro figlio.

Perché mi vedono come una bambina in famiglia? Sono stanca dell’infantilizzazione!

A breve faccio 32 anni ma in famiglia mi trattano tutti come una bambina. Mi infantilizzano criticando le mie scelte, dalle più importanti a quelle più futili… E come se non bastasse mi dicono cosa fare, senza che nessuno gli abbia chiesto niente. Mi considero ormai abbastanza grande per poter fare le mie scelte e comportarmi come meglio credo! Perché mi trattano così? Come uscire dal meccanismo di infantilizzazione dei genitori o, peggio, dei suoceri? Scopriamolo insieme.

Perché non riesco a fare un passo indietro?

Fare un passo indietro, relativizzare, lasciare la presa, tutte cose che ci farebbero bene ma che non sono sempre semplici. Il capo ti rimprovera, arrivi in ritardo all’asilo sotto lo sguardo rabbioso della direttrice, la casa è sommersa di cose da lavare ma il partner sembra non averci fatto caso. Basta, chiedo il divorzio! O forse… imparo a fare un passo indietro e farmi le domande giuste per prendere le decisioni giuste!

Sono triste, ed è una buona notizia! (Hai capito bene!)

“Sono triste”. È una frase che pronuncio a bassa voce, tutti i mesi. Suscettibilità, stanchezza, sensibilità o malinconia, in ogni caso è da un bel po’ che cerco di evitare questo senso di tristezza. Al contrario, la tristezza è un’ottima consigliera!

Il potere della comunicazione positiva nella coppia

Un’amica una volta mi ha detto che la coppia è come l’interno di una palla di neve di vetro: intima, preservata, al riparo. Protetti, si costruisce insieme la coppia, ma ogni critica, riflessione, insulto scalfisce questo ambiente e se non si fa attenzione, questo micro universo sparisce. Io ho deciso di riparare i primi danni visibili. Come? Utilizzando la comunicazione positiva.

Dispnea: come affrontare l’affanno?

Ti è mai capitato di avere difficoltà a respirare? Affanno, respiro pesante, fiato corto, impossibilità di fare respiri profondi anche se non soffri d’asma o di altre patologie? Questi sono i tipici sintomi della dispnea, chiamata anche fame d’aria. Se si verificano dopo o durante uno sforzo fisico è del tutto normale, ma se succede senza alcun apparente pretesto, allora potrebbe nascondere una patologia più seria. Scopriamo cos’è la dispnea e come combatterla.

10 esercizi per imparare a mollare la presa

Lo stress, le preoccupazioni, il senso di colpa… Sono tante le emozioni negative che affliggono la nostra quotidianità. Ci sentiamo dire sempre le stesse cose: “Dai troppo peso alle cose”, o ancora, “Non ci pensare!”…magari fosse così facile! Per aiutarti, ecco 10 esercizi per imparare a mollare la presa e sentirti subito meglio!

Wengood è anche musica...

Gaslighting: l'arte ignobile di manipolare la mente


"Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso."


Confucio


Come superare un tradimento? 5 passi fondamentali!